Bene ratifica Convenzione di Istanbul. Non solo punizione ma anche prevenzione e protezione

Accolgo con soddisfazione la definitiva ratifica della Convenzione di Istanbul. Da oggi, siamo il quinto Paese ad aver recepito nel proprio ordinamento un trattato fondamentale, il primo strumento internazionale giuridicamente vincolante che riconosce la violenza sulle donne come violazione dei diritti umani e come una discriminazione che riguarda non già le singole vittime ma la società tutta. Deborah Bergamini Fondazione De Gasperi

Con questa ratifica, abbiamo la possibilità di inquadrare in una nova e organica cornice di tutela le misure repressive dei fenomeni di violenza già vigenti nel nostro ordinamento, nonché quelle che verranno individuate in futuro. Ma la Punizione è solo una tre ‘P’ che ispirano il trattato. Altrettanto importanti sono le attività di Prevenzione e di Protezione, che prevedono un concreto sostegno alle vittime, la loro tutela in sede giuridica e un’attività di informazione civica, a cominciare dalle scuole e dai media, per diffondere una nuova immagine della donna e una più matura sensibilità cultuale.

Siamo tutti consapevoli che si tratta solo di un primo passo, che la piena applicazione della Convenzione richiede la definizione di provvedimenti attuativi e la disponibilità di risorse. Il nostro impegno è vigilare affinché nessun dettato resti lettera morta e ogni diritto venga reso effettivo”.

***

Sullo stesso tema:

Violenza sulle donne, tra poco Italia sarà 5° paese ad aver ratificato Convenzione di Istanbul

Il mio intervento in Aula a sostegno della ratifica della Convenzione di Istanbul

Violenza sulle donne, il mio msg per la ratifica della convenzione di Istanbul

Violenza sulle donne, ecco cosa dice la Convenzione di Istanbul

Violenza sulle donne, Convenzione di Istanbul non è opuscoletto ma strumento potente

Contro il femminicidio ci vuole un cambio di mentalità, sensibilità e attitudine

Violenza sulle donne, oggi ci impegniamo per tolleranza zero

Sulla violenza contro le donne si proceda in modo unito e multipartisan, no a ideologie e pregiudizi

Femminicidio, la mozione del Pdl al governo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: