Giustizia: Ue conferma necessità di riforma

Se è vero che non c’è due senza tre, dopo il referendum del 1987 e la condanna dell’Italia in sede comunitaria del 2011, con la procedura d’infrazione aperta oggi dall’Ue nei nostri confronti dovremmo aver chiuso il cerchio rispetto al tema della responsabilità civile dei magistrati. deborah bergamini coffee break

La grande mobilitazione per i referendum sulla giustizia promossi dai radicali dimostra che c’è già una diffusa sensibilità dell’opinione pubblica italiana rispetto a questioni che toccano la vita quotidiana dei cittadini e che li vedono privi di difesa a fronte di magistrati sollevati da quelle responsabilità in cui chiunque altro incorre in caso di errore nello svolgimento del proprio lavoro.

Oggi la decisione della Commissione europea ratifica un’urgenza e sancisce la necessità di superare i pregiudizi di parte, o meglio di una parte, nei confronti di una riforma ormai ineludibile”.

***

Potrebbe interessarti anche:

Giustizia: Anm rifletta, rispetto non di pretende. Lo si guadagna

Giustizia: no paletti preventivi per bloccare riforma

La giustizia giusta è un traguardo possibile, noi impegnati da sempre ma resistenze straordinarie

Sostengo i referendum radicali per una giustizia giusta

Riforma della giustizia indispensabile per rendere il sistema Paese più efficiente

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: