Lampedusa dimostra che Europa solidale non c’è stata, ora si cambi

Tragedie come quella di Lampedusa dimostrano che l’Europa solidale di cui si parla nei fatti non c’è stata: da anni chiediamo che il Mediterraneo entri nelle priorità dell’agenda europea ricevendo in cambio solo promesse o bacchettate su come gestiamo l’emergenza immigrazione. Speriamo che la presenza di Barroso oggi a Lampedusa sia davvero la presa d’atto che l’Europa non vuole più ignorare il problema e abbandonare i singoli stati a se stessi. bambino-lampedusa

Sul piano della legislazione interna sull’immigrazione, ricordo che le stesse forze politiche che oggi attaccano la Bossi-Fini quando c’è stata l’occasione di sostenere una consultazione popolare in materia, grazie ai referendum radicali, non si sono impegnate in alcun modo, come invece ha fatto il PdL. Il risultato è stato il mancato raggiungimento del quorum. Io non credo che con una legge diversa si sarebbe potuta evitare la tragedia di Lampedusa, ma se alcuni punti vanno migliorati lo faremo in modo condiviso in Parlamento”.

Lo ha detto a Sky Tg24 l’on. Deborah Bergamini, capogruppo del Pdl in Commissione esteri alla Camera.

***

Potrebbe interessarti anche:

Lampedusa: azione Ue sia più incisiva e continuativa

Donne musulmane, il mio intervento ieri al Consiglio d’Europa

Domenica sarò a Venezia per la Festa dell’Europa a parlare di spazio Euromediterraneo

Libano: Mediterraneo a rischio polveriera, Ue intervenga

Le donne del Mediterraneo facciano rete

Egitto: Ue intervenga, urgono azioni diplomatiche concrete

Politica estera, il mio intervento durante l’audizione del Ministro Bonino

 

 

3 commenti to “Lampedusa dimostra che Europa solidale non c’è stata, ora si cambi”

  1. Sul problema dell’immigrazione si fanno molte parole e pochi fatti.Una cosa si potrebbe fare subito:allestire a spese dell’Europa centri di prima accoglienza in Africa settentrionale.

  2. Bene,aboliamo la legge Bossi-Fini sull’immigrazione clandestina,ma nel contempo rimandiamo subito gli immigrati nei centri di prima accoglienza in Africa settentrionale allestiti a spese dell’UE.

  3. Come è possibile che l’Europa ci chieda di rispettare i patti se dalla stessa non riceviamo nessun aiuto per risolvere il problema dell’ immigrazione clandestina?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: