Vorrei ricordare a Letta che Italia ha risanato i suoi conti con i sacrifici di cittadini e imprese, non grazie a Europa

Con tutto il rispetto, vorrei ricordare al premier Letta che l’Italia è riuscita a risanare i propri conti grazie ai sacrifici fatti da cittadini e imprese, non grazie all’Europa. L’Europa, semmai, è stato lo scudo dietro il quale ci si è trincerati durante la fase ‘lacrime e sangue’, non avendo avuto la forza – anche laddove la maggioranza parlamentare lo avrebbe consentito – per imporre un minimo di buon senso alla politica europea del rigore a tutti i costi.
Il refrain ‘ce lo chiede l’Europa’ lo abbiamo già vissuto e non vorremmo davvero che ora ci venisse riproposto, magari per giustificare azioni poco incisive sul fronte del rilancio e troppo (ma in nenso negativo) su quello delle tasse. Sappiamo che nel nostro Paese è ancora forte il partito della spesa pubblica, che affonda le radici a sinistra, ma vogliamo batterlo con le nostre idee, quelle di cui Forza Italia è sempre stata interprete, e non mascherandoci dietro i vincoli comunitari”.

3 commenti to “Vorrei ricordare a Letta che Italia ha risanato i suoi conti con i sacrifici di cittadini e imprese, non grazie a Europa”

  1. L’Europa è fin troppo assente e lontana dai problemi che l’Italia ha dovuto affrontare, vedi gli sbarchi dal nord Africa in fiamme. I vincoli comunitari sono una coperta di Linus per politici includenti ed incapaci, vedi Monti per fare un nome, il quale per nome, ed in nome, dell’Europa ha praticamente affossato la nazione, con grande gaudio dei nostri concorrenti europei!

  2. Mi spiace ma per “risanare” (si fa per dire) i conti avete massacrato la classe media e ridotto il paese in poverta’. Espropri sulla proprieta’, sul risparmio, sulle pensioni di chi ha lavorato e pagato i contributi per 40 anni per avere una pensione decente (quadri e dirigenti di aziende private che hanno contribuito alla ricchezza del paese, vengono confusi con chi incassa vitalizi e pensioni derivanti da zero contributi, o contributi figurativi e trattati come vacche da mungere). PDL- Forza Italia? nessuna differenza con la sinistra. Stessa cultura del tassa, espropria e spendi. Dare a chi non paga e non ha mai pagato tasse o contributi, mantenere nullafacenti di ogni origine o provenienza e prendere sempre di piu’ a chi ha sempre pagato e paga tutto , inclusi i servizi che gli altri hanno gratis. Stessa musica in tema di immigrazione. Siamo la latrina del mondo. Accogliamo tutti, senza sapere nemmeno chi ci stiamo mettendo in casa. Intanto degrado e delinquenza comune sono presenti ovunque, perfino nei piccoli centri. Molto spiacente, ma il Pdl o forza Italia che sia non fanno piu’ per me. Addio. Non credo votero’ piu’ . Quanto alle Europee, daro’ il voto a chi sara’ chiaro su temi immigrazione ed Europa.

    • Gentile signora,
      mi creda, dovrebbe informarsi meglio. Il nostro, ed il mio, impegno contro le tasse e per una gestione regolare e sostenibile dei flussi migratori è costante. Magari non raccontato dai giornali…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: