Bene approvazione del mio odg su internet via satellite per Pmi

banda larga reti internetMentre il governo fa un gran parlare di Agenda digitale, l’Italia resta fanalino di coda in Europa quanto a diffusione della banda larga ad alta velocità. Le aree in digital divide sono, di fatto, isolate dal resto del Paese, dall’Europa e dall’economia – digitale e non solo – globale. In alcune di queste ci sono difficoltà oggettive dovute ai costi di infrastrutturazione troppo onerosi o a condizioni geomorfologiche che non consentono l’accesso attraverso le reti terrestri.

In questi casi, l’utilizzo di Internet via satellite si è dimostrato una buona soluzione. Se c’è la risposta a un problema, perché non percorrerla? Considero dunque un piccolo ma importante successo l’approvazione del mio ordine del giorno che impegna il governo a favorire la possibilità, per le piccole, medie e micro imprese, nell’ambito dei finanziamenti previsti per l’acquisto di nuovi macchinari, impianti e attrezzature, di accedere a contributi per i collegamenti ad internet mediante la tecnologia satellitare”.

Lo dichiara, in una nota, la deputata di Forza Italia Deborah Bergamini, vicepresidente della Commissione Trasporti e Telecomunicazioni della Camera a margine delle votazioni in corso alla Camera dei Deputati.

Di seguito il testo del mio Ordine del Giorno:***

Premesso che

il piano nazionale per la banda larga predisposto dal ministero dello sviluppo economico nell’ottobre 2011 ha prefigurato, per le aree del territorio italiano individuate nel digital divide, tre tipologie di interventi volti a ridurre quel gap che vede l’Italia all’ultimo posto in Europa per quanto riguarda la diffusione della banda larga ad alta velocità;

oltre allarealizzazione di infrastrutture pubbliche, in particolare quelle in fibra ottica propedeutiche per la realizzazione della rete di nuova generazione e all’individuazione di progetti d’investimento presentati dagli operatori del settore per la diffusione della banda larga nei territori di digital divide, il piano prevede il sostegno agli utenti pubblici e privati per l’acquisto di apparecchiature in quelle aree, rurali e marginali, dove le condizioni geomorfologiche non consentono l’accesso a soluzioni adeguate attraverso le reti terrestri, o laddove gli interventi infrastrutturali risultino scarsamente sostenibili economicamente o non realizzabili. L’attivazione di questa ultima tipologia di interventi è comunque previsto essere subordinata al completamento delle precedenti;

fra le tipologie di apparecchiature atte al superamento del digital divide in zone rurali o particolarmente impervie o dove icosti di infrastrutturazione risultino eccessivamente onerosi, l’utilizzo di Internet via satellite si è dimostrato utile soprattutto nelle zone non coperte dal servizio ADSL e in quelle aree che non consentono all’utente un servizio efficacie e altrettanto affidabile;

per poterutilizzare una connessione internet satellitare, l’utente ha la necessità di installare un particolare tipo di modem satellitare ed un’antenna parabolica, capace di acquisire il segnale richiesto da un satellite geostazionario. Il sistema satellitare, di facile installazione e rapida attivazione, consente un’ottima alternativa ai tradizionali sistemi di collegamento ad internet, consentendo di raggiungere più velocemente gli obiettivi previsti nel piano della banda larga, portando risultati migliori in termini di banda disponibile, minor impatto ambientale, riduzione di costi di infrastrutture di rete;

permettere alle aziende, in particolare alle piccole e micro aziende ubicate in zone remote ed ancora in digital divide, di avere lastessa opportunità di accesso alla banda larga, elemento fondamentale per la crescita economica e l’internazionalizzazione dell’impresa, deve essere un obiettivo centrale dell’azione dell’esecutivo

impegna il governo

a prevedere in modo esplicito e afavorire, nell’ambito dei finanziamenti previsti per l’acquisto di nuovi macchinari, impianti e attrezzature da parte delle piccole, medie e micro imprese la possibilità di accedere a finanziamenti e contributi per collegamenti ad internet mediante la tecnologia satellitare, anche anticipando l’attuazione dell’ultimo punto del piano nazionale per la banda larga

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: