Riforme: non ci accontentiamo di quelle in saldo. Si deve cambiare seriamente il Paese

Non ci accontentiamo delle riforme in saldo. O si cambia seriamente, per dare a questo Paese una vera governabilità, per consentire a chi governa di fare delle scelte e ai cittadini di eleggere il Capo dello Stato o staremo di nuovo a parlare di niente. Per guidare il Paese serve un progetto non una spolverata di populismo. I contentini non ci servono a niente. Può riuscirci un governo espressione di una maggioranza fiacca e fiaccata, un governo formato da pezzi di partiti, tenuto in piedi da schegge di rappresentanza non più rappresentative?”.

One Comment to “Riforme: non ci accontentiamo di quelle in saldo. Si deve cambiare seriamente il Paese”

  1. Ha ragione Berlusconi:per cambiare il paese occorre che un partito conquisti la maggioranza assoluta e ciò si ottiene con una nuova legge elettorale che metta fuori gioco i partitini.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: