Agenda Digitale: Renzi rimedi a mancata promulgazione decreti attuativi

tlcBene, molto bene il richiamo di Renzi all’Agenda Digitale, fonte di grandi benefici, anche strutturali, per il nostro Paese. Sosteniamo da tempo che la piena applicazione dell’Agenda Digitale vale più di una manovra economica quanto a taglio dei costi della pubblica amministrazione, possibilità di sviluppo per le PMI e creazione di posti di lavoro. Se si vuole davvero affrontare il tema della burocrazia, delle sue inefficienze e dei sistemi di potere che essa genera, questa è la strada giusta.

Tuttavia, dal premier aspettiamo un ulteriore passo avanti: cominci a non parlare più al futuro. Per concretizzare questi obiettivi, non serve aspettare il semestre europeo, basta varare tutti i regolamenti, i decreti attuativi e le circolari che attendiamo da tempo. Un documento del Servizio Studi del Dipartimento dei Trasporti della IX Commissione della Camera evidenzia come, su 55 adempimenti considerati, ne siano stati adottati 17 mentre per ben 21 di questi risultano già scaduti i termini.

E questo nonostante sia stata persino introdotta una procedura per accelerare i provvedimenti attuativi previsti dal cosiddetto ‘decreto Crescita 2.0’, in base alla quale la loro adozione può avvenire su proposta del Presidente del Consiglio e non dei ministri proponenti: mai usata. Renzi rimedi!“.

Lo dichiara, in una nota, la responsabile comunicazione di Forza Itralia, on. Deborah Bergamini, vicepresidente della Commissione Trasporti della Camera

One Comment to “Agenda Digitale: Renzi rimedi a mancata promulgazione decreti attuativi”

  1. L’agenda digitale piace pure a me, ma per farla camminare ci vuole un carburante essenziale: ci vogliono persone giovani capaci di far funzionare un pc o una rete. Il blocco turn over imposto alle amministrazioni rende inattuabile qualsiasi agenda che comprenda l’uso di una qualche tecnologia, giacché purtroppo l’innovazione non si può fare con i cinquantenni (che pure stimo ovviamente moltissimo come lavoratori). Bisognerebbe affrontare questo problema, altrimenti rischiamo di menare il can per l’aia senza risultati tangibili.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: