Contraffazione: è necessario educare i giovani alla tutela del Made in Italy

Deborah BergaminiI dati del Censis sull’abitudine dei giovani romani ad acquistare prodotti contraffatti testimoniano la necessità di un’importante azione educativa a tutela del Made in Italy. Al di là dell’aspetto meramente economico, la difesa della qualità è un fattore culturale da inserire nell’educazione dei nostri ragazzi.

La contraffazione colpisce al cuore il nostro sistema Paese perchè di fatto va a rubare proprio dove abbiamo il nostro patrimonio più importante: l’idea, la creatività, l’innovazione. Senza contare i posti di lavoro sottratti e il conseguente danno economico e sociale.

Per questo è opportuno pensare ad una strategia da condurre all’interno delle scuole per sensibilizzare alla scelta del prodotto, partendo da una conoscenza reale del ‘mondo occulto’ dietro alla contraffazione. Un mondo di sfruttamento, violazione delle regole, un arcipelago di illegalità che porta, è il caso di dirlo, il ‘marchio’ della criminalità organizzata.

One Comment to “Contraffazione: è necessario educare i giovani alla tutela del Made in Italy”

  1. Tutto giusto.Ma la legge è al passo coi tempi?Esiste un detto:”Fatta la legge,trovato l’inganno”.Ora trovato l’inganno,la legge è al passo coi tempi?Se non lo è la si adegui!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: