Euroscetticismo non si combatte fingendo che tutto vada bene. Ci vuole autocritica

Deborah Bergamini Il Presidente Barroso ha ragione nel sostenere che non si può dare all’Unione Europea la colpa di tutto ciò che non funziona. Ma va anche detto che l’euroscetticismo non si combatte facendo finta che tutto vada bene, o pensando che se qualcosa va male colpa sia degli Stati membri.

I recenti risultati delle amministrative in Francia sono lì a dimostrarlo. Una sana capacità di analisi, di critica e di autocritica da parte delle istituzioni comunitarie e dei movimenti politici che ne fanno parte è la risposta migliore a chi vorrebbe disgregare l’Europa e l’incentivo giusto a coloro che, come noi, la vorrebbero migliorare.

One Comment to “Euroscetticismo non si combatte fingendo che tutto vada bene. Ci vuole autocritica”

  1. Infatti la colpa non è degli Stati membri.Sono le regole che vanno cambiate.Gli Stati membri diventano colpevoli se non cambiano le regole.E se non si cambiano le regole,aumentano gli antieuropeisti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: