Renzi si opponga alla linea tedesca e avrà il nostro sostegno

deborah bergaminiCon le parole del presidente della Bundesbank sono venuti al pettine i nodi di un’Europa considerata proprietà privata da parte del potere politico-bancario tedesco.

Sull’antitesi flessibilità-austerità si gioca il futuro dell’Unione e, soprattutto, l’uscita dalla pericolosissima china di stagnazione economica dei Paesi del Sud Europa, Italia in primis. La volontà strumentale di confondere la crescita e gli investimenti con il debito, per rimetterci in riga e bacchettarci, è inaccettabile.

Per questo invitiamo Renzi a non retrocedere dalla linea tracciata ieri sera, e a non seguire le dichiarazioni assai concilianti fatte da alcuni suoi ministri: distinguere la posizione della Bundesbank dalla linea politica della Germania in sede comunitaria significa prendersi in giro. Se Renzi resterà sulla linea tracciata, allora troverà il nostro sostegno, perché quella per una nuova Europa è una battaglia che portiamo avanti da tempo. Durante i governi Berlusconi, la sinistra ha preferito lasciare che la combattessimo da soli. Noi non faremo altrettanto, per il bene dell’Italia e degli italiani. 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: