Elezioni regionali, il mio commento ai risultati

Credo che nessuno possa onestamente gioire per i risultati delle elezioni regionali di ieri. È impossibile esultare quando così poche persone decidono di esercitare il diritto/dovere di voto.
Anzi, il vero dato politico è uno solo, e cioè che nessuno, né noi, né Renzi, né tantomeno Grillo o altri, siamo riusciti a fermare la profonda disaffezione degli italiani per la politica.
Il fatto che Renzi definisca questo un fatto secondario è una prova di allarmante e sorprendente cecità, non da uomo politico quale è.
Una politica fatta di scandali, di ribaltoni, di risultati elettorali disattesi, di promesse irrealizzabili è una politica che interessa sempre meno, e che non serve a scacciare quel sentimento di paura per il futuro che si sta facendo strada in un numero sempre maggiore di nostri concittadini.
Noi di Forza Italia oggi paghiamo un prezzo per questo: non avendo partecipato alla gara delle promesse e dei facili slogan, siamo stati indubbiamente penalizzati. Ma ciò non ci scoraggia nella nostra scelta, che è quella di fare un’opposizione ferma e responsabile alle politiche della sinistra al governo e insieme partecipare a un percorso condiviso di riforme dell’assetto istituzionale, che è l’unico che può restituire alla politica e alle istituzioni la fiducia e la partecipazione degli Italiani. Al contempo, sappiamo di doverci impegnare nella ricostruzione di una coalizione di centrodestra che possa contendere alla sinistra il governo del Paese.
Andremo avanti su questa strada, che per noi liberali non ha alternative: quella di cambiare l’Italia e di riportarla alla democrazia con tenacia, serietà e concretezza. Per percorrere questa strada serve il contributo di tutti gli elettori del centro-destra che sono indubitabilmente la maggioranza degli italiani.
Questo è il momento di assumere precise responsabilità da parte di tutti noi. Chi invece vuole strumentalizzare a proprio comodo l’esito del voto di ieri si rende responsabile di un grave errore e di un atto di irriconoscenza nei confronti del Presidente Berlusconi e della storia di Forza Italia.

One Comment to “Elezioni regionali, il mio commento ai risultati”

  1. Renzi dice che l’astensionismo non è dopotutto così importante perchè pensa:” Ho conquistato il potere non legittimamente ma lo detengo giuridicamente e questo mi basta!”Da un politico che ha fatto fuori Letta non c’è da aspettarsi altro…Fa bene Berlusconi a limitare gli accordi con Renzi solo sulle riforme!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: