Migranti: l’Italia non riesce né a tutelare i propri interessi né a coinvolgere l’Europa in una piena e collettiva assunzione di responsabilità

Deborah Bergamini tg1Ancora una volta è stata la Germania, e non l’Italia, a prendere l’iniziativa, chiedendo che la prossima settimana sia convocato un Consiglio europeo straordinario sull’immigrazione. Va da sé che la necessità di questo nuovo vertice è la riprova che il Consiglio Ue degli Affari interni di ieri si è concluso sostanzialmente con un nulla di fatto.
E’ molto più che una sensazione che ogni Paese Ue stia ormai assumendo misure per tutelare esclusivamente i propri interessi nazionali, piuttosto che contribuire a dare una risposta comune a quello che non è un problema dei singoli Stati ma europeo. In tutto questo, però, l’Italia non riesce né a tutelare i propri interessi né a coinvolgere l’Europa in una piena e collettiva assunzione di responsabilità cosicché, al momento, nel nostro Paese permangono sia i richiedenti asilo sia, e sono la stragrande maggioranza, i migranti per motivi economici.

One Comment to “Migranti: l’Italia non riesce né a tutelare i propri interessi né a coinvolgere l’Europa in una piena e collettiva assunzione di responsabilità”

  1. Tutti fanno quello che vogliono.Cominciamo anche noi a fare quello che sono i nostri interessi…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: