Unioni civili, se cambia maggioranza si apra dibattito in Parlamento

deborah bergamini a BolognaFatta salva ovviamente la libertà di coscienza di ciascun parlamentare, se l’approvazione del disegno di legge sulle unioni civili dovesse avvenire per il costituirsi di una maggioranza nuova e diversa da quella che sostiene oggi il governo, sarebbe inevitabile l’apertura di un chiarimento politico in Parlamento. Il ricorso sempre più frequente del Governo a pratiche trasformistiche e al voto di fiducia per far approvare i provvedimenti, unito alla eccessiva decretazione d’urgenza e allo strozzamento del dibattito parlamentare, come è successo ad esempio sul salva-banche, non fanno altro che degradare la democrazia e allontanare sempre di più i cittadini dalla politica e dalle Istituzioni con il pericolo dell’avanzata dei movimenti anti-sistema come i 5 stelle.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: