Referendum, rimandare la data non aiuta la partecipazione popolare

referendum_sino (1)Da un lato ci si lamenta della scarsa partecipazione dei cittadini alle elezioni, ma dall’altro si pongono ostacoli al loro esercizio del diritto di voto. Continuare ad ipotizzare uno slittamento in avanti della data del referendum sulla riforma costituzionale non aiuta certamente l’affluenza alle urne.

Così come non è stata una scelta felice, alle ultime amministrative, far votare gli Italiani alla fine del ponte festivo del 2 giugno allo stesso modo spostare alla fine di novembre la data del referendum non fa che disorientare i cittadini. Infatti, si era parlato di votare all’inizio di ottobre, poi alla fine di ottobre, poi all’inizio di novembre ed adesso alla fine di novembre. Non vorremmo che di questo passo si scegliesse di far votare i cittadini il giorno di Natale che, guarda caso, quest’anno capita proprio di domenica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: