FEMMINICIDIO, BERGAMINI (FI): PIANO ANTIVIOLENZA FERMO AL PALO, GOVERNO DIA SEGNALE FORTE

imageLa notizia del tragico episodio di femminicidio nel Pisano, dove un ragazzo ha assassinato l’ex compagna al culmine di un litigio e poi si è tolto la vita, non può lasciare indifferenti istituzioni e politica.
Mentre viene uccisa una donna ogni 24 ore e il piano antiviolenza promesso è fermo al palo, lo Stato dimostra di non essere in grado di garantire un intervento strutturale sul tema della violenza di genere. Sono tutti pronti a piangere le vittime ma quando si devono dare risposte adeguate si crea un vuoto di responsabilità collettiva intollerabile. Per questo motivo, mi auguro che il nuovo governo, qualora si formi, dia subito un segnale forte che vada nella direzione del contrasto al femminicidio e alle disuguaglianze per scongiurare la morte di altre donne innocenti, vale a dire assistenza alle vittime, celerità nelle celebrazioni dei processi, formazione dei giudici e del personale di polizia. Ma soprattutto occorre potenziare gli strumenti legislativi: la giustizia deve tornare nelle aule dei tribunali. Oggi, infatti, un quarto delle denunce per stalking, violenza sessuale, maltrattamenti e abusi, vengono derubricate a liti familiari. Tutto questo è inaccettabile, è ora di cambiare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: