Governo: Bergamini (FI), vaghezza politica economica non eccezione ma regola

C_2_articolo_3148951_upiImagepp
La vaghezza della politica economica avviata dall’esecutivo di Conte sembra sempre più una regola e non un’eccezione, tant’è che  non si è ancora capito come si intende scongiurare l’aumento dell’iva. D’altra parte non si può discutere di musica con chi non conosce il pentagramma. Il costo delle promesse contenute nel contratto di governo gialloverde ammonta a circa 140 mld di euro e molte non si potranno realizzare a causa delle risorse limitate. Come avevamo previsto, le coperture sono insufficienti anche per finanziare il reddito di cittadinanza e addirittura oggi compare lo spettro di una manovra bis.
Ma davanti ad una situazione italiana  fragilissima, con stime di crescita al ribasso, anziché mettere al riparo i conti pubblici, le priorità del governo sono le questioni strettamente burocratiche. La proroga della fatturazione economica per i benzinai, infatti, è uno degli unici due provvedimenti, insieme alla sospensione dei processi penali del Tribunale di Bari, approvati  dall’esecutivo gialloverde in ben 7 consigli dei ministri.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: