Dl dignità, Bergamini (FI) Più deserto che prateria

8152630gallery
Se il buongiorno si vede dal mattino, si annunciano tempi duri per il lavoro in Italia. E siccome al peggio non c’è mai fine, dopo l’approvazione del dl Dignità ci chiediamo cosa altro dovranno aspettarsi gli italiani da questo governo gialloverde. Stando agli annunci, sul tavolo del vicepremier Di Maio infatti c’è anche il rafforzamento con 2 miliardi di euro dei Centri per l’Impiego, che dovranno prendere in carico i beneficiari del reddito di cittadinanza, qualora diventasse realtà. Altre risorse sprecate e che dovranno pagare gli italiani, per far funzionare una macchina che già in passato si è dimostrata un vero fallimento. Su 552 Centri per l’impiego, infatti, meno del 3 per cento degli iscritti trova lavoro e il 25 per cento dei posti di lavoro rimangono vuoti perchè domanda e offerta non si incontrano.  Nel nostro Paese,  dove ben il 73,9 per cento delle spese per l’impiego va già in indennità di disoccupazione e cassa integrazione, di politiche attive al lavoro con incentivi all’assunzione nemmeno l’ombra. Qui sembra sempre più un deserto che una prateria.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: