Archive for ‘Attività legislativa’

6 luglio 2015

Forteto: il Pd continua a voler nascondere la polvere sotto il tappeto

Deborah BergaminiSpiace oggi in discussione generale aver sentito il rappresentate del Partito democratico invitare a ‘non generalizzare’ la vicenda de Il Forteto di Firenze e aver posto le basi affinché, domani, il Pd voti ‘no’ alla mozione che chiede il Commissariamento della cooperativa agricola. Dopo la sentenza del Tribunale di Firenze e il lavoro profondo e coraggioso svolto dalla Commissione regionale d’inchiesta, le istituzioni dovrebbero essere unite nel sancire una discontinuità e una sincera ricerca delle responsabilità in una vicenda così grave. Il Pd, invece, sembra voler continuare a nascondere la polvere sotto il tappeto, come del resto è avvenuto per 30 anni in Toscana“.

Lo dichiara, a margine dei lavori d’Aula, l’Onorevole Deborah Bergamini, responsabile comunicazione di Forza Italia.

23 giugno 2015

Forteto: mia mozione al governo perché si nomini Commissario e si accertino responsabilità politiche

Deborah BergaminiLe pesanti condanne inflitte dal Tribunale di Firenze a carico dei vertici e fondatori del Forteto hanno confermato le vicende inquietanti avvenute nella struttura che aveva in affido minori in difficoltà. Abusi, violenze psicologiche, vessazioni andate avanti per decenni mentre le istituzioni toscane, e in particolare la sinistra, ne tessevano le lodi indicandolo come esempio di modello virtuoso, sia dal punto di vista educativo che produttivo.

Quanto accaduto, perciò, chiama al dovere di trasparenza e chiarezza. Per questo ho depositato una mozione che impegna il governo a promuovere ogni iniziativa, tra cui la mia proposta di legge per una Commissione d’inchiesta, volta ad accertare le responsabilità, politiche e istituzionali, che hanno permesso a questa situazione aberrante di protrarsi per così lungo tempo. Va infatti ricordato che il Forteto, nonostante gli arresti e le condanne inflitti ai due fondatori negli anni ’80 per reati analoghi a quelli attuali, ha continuato a ricevere affidi di minori. Altro obiettivo della mozione è quello di spingere il governo a nominare un Commissario che gestisca la cooperativa agricola, in modo da slegarla completamente dalla precedente gestione e da procedere al più presto al pagamento delle provvisionali a favore delle vittime.

Di seguito il testo della mozione:

read more »

17 giugno 2015

Forteto: ho depositato proposta di legge per Commissione d’inchiesta su affidamento minori

AbusoLe condanne del Tribunale di Firenze nel processo sul Forteto del Mugello, una su tutte quella a diciassette anni e mezzo del fondatore della comunità Rodolfo Fiesoli, chiamano la politica al dovere di approfondire tutti i risvolti del caso, chiarendo anche le responsabilità istituzionali di una vicenda drammatica che vede vittime dei minori.

Durante la campagna elettorale, insieme al candidato presidente di Forza Italia alla regione Toscana, Stefano Mugnai, abbiamo preso un impegno: istituire una Commissione di inchiesta per approfondire come si sia potuta determinare la vicenda del Forteto, con minori affidati ad una struttura i cui titolari erano già stati arrestati o condannati per reati proprio nei confronti di minori. Cosa non ha funzionato nei controlli? Questi malfunzionamenti potrebbero ripetersi? E’ nostro dovere capirlo per colmare eventuali vuoti legislativi in materia di affidamento e assistenza. Per questo, tenendo fede all’impegno preso, ho depositato una proposta di legge al fine di istituire una commissione d’inchiesta parlamentare. La tutela dei minori è discrimine che determina il grado di civiltà di una società. Non possiamo più accettare che certi episodi di autentico orrore, che hanno costellato la storia del Forteto, possano ripetersi in altre zone del nostro Paese segnando vite in maniera indelebile.

Di seguito il testo del progetto di legge:

read more »

9 giugno 2015

Tangenziale di Lucca: dal governo solo promesse elettorali

Nazione Lucca - bergamini tangenziale

Come era prevedibile, dopo le grandi rassicurazioni arrivate in campagna elettorale dal viceministro Nencini rispetto ai tempi di realizzazione della tangenziale di Lucca, la verità emerge oggi con chiarezza: nulla di fatto, tutto resta rinviato a data da destinarsi.

Oggi a seguito di una mia interrogazione, è arrivata la risposta, o meglio, la non risposta del sottosegretario Umberto Del Basso De Caro: con contenuti fumosi e indeterminati, si spiega che sui tempi e sulle risorse per la tangenziale di Lucca nulla è deciso. A piena conferma di quel che già sospettavamo: ai lucchesi sono stati offerti solo slogan da campagna elettorale e promesse che non si possono mantenere. Come spesso accade con questo governo.

***

Di seguito la risposta del Sottosegretario e la mia interrogazione:

read more »

20 maggio 2015

Arresto terrorista Bardo dimostra che barconi espongono cittadini a rischi intollerabili. Governo riferisca

Deborah BergaminiRingraziamo ancora una volta le Forze dell’Ordine per l’ottimo lavoro che ha portato all’arresto di un giovanissimo nordafricano, sospettato addirittura di essere coinvolto nell’assalto al museo del Bardo. Questa vicenda apre la strada a riflessioni molto più che preoccupanti: per mesi abbiamo ascoltato un susseguirsi di dichiarazioni e smentite da parte di esponenti del governo rispetto al rischio che sui barconi di immigrati diretti verso le nostre coste potessero infiltrarsi dei terroristi. Oggi apprendiamo che il ragazzo è arrivato in Italia proprio su uno di quei barconi. E per di più, ha continuato a restare qui da irregolare, come tanti altri che fuggono dai centri di accoglienza e vivono nella clandestinità all’interno dei nostri confini. Basta, allora, con gli inutili giri di parole, diciamo le cose come stanno: il nostro Paese, per essersi sobbarcato il peso dell’accoglienza solitaria dei migranti, ha esposto i cittadini a rischi intollerabili. Non ci sono più scuse: il governo riferisca subito in Aula e spieghi anche cosa intende fare per tutelare la sicurezza degli italiani.

4 maggio 2015

Ho presentato un’interrogazione a Delrio (e Nencini) sulla tangenziale est di Lucca

Lucca-veduta-aerea-del-centro-storico

I lucchesi aspettano da oltre 60 anni interventi sul sistema viario della città ma, se fino a qualche anno fa il riassetto del sistema stradale della provincia di Lucca era un progetto fissato solo su carta, ad oggi non resta nemmeno questo. Il Ministro Delrio, infatti, ha modificato la lista delle opere infrastrutturali considerate prioritarie, eliminando la tangenziale est di Lucca. Per conoscere lo stato di avanzamento delle opere non inserite tra le priorità, dovremo quindi aspettare pazientemente la nota di aggiornamento al Def 2015.

Eppure il viceministro dei trasporti Riccardo Nencini, durante un incontro a Lucca, ha parlato di ‘termini certi’ sia per la realizzazione dei nuovi assi viari, sia per il raddoppio della linea ferroviaria verso Firenze. Allora, i casi sono due: o Nencini è in possesso di maggiori informazioni rispetto a quelle note al Parlamento, oppure le dichiarazioni del viceministro sono un semplice e condivisibile auspicio personale, che chiedo di sapere come tramuterà in un impegno certo anche una volta passata la campagna elettorale. Per capirlo, ho presentato un’interrogazione al ministro Delrio.

29 aprile 2015

Italicum: evidentemente governo lo ritiene più importante dei problemi degli italiani 

Nel voto di fiducia di oggi, mentre la compattezza di Forza Italia è stata confermata si è registrata nel Pd una spaccatura nella spaccatura: la minoranza non ha votato compatta“. 

Lo ha detto, a Tgcom24, la responsabile comunicazione di Forza Italia, Deborah Bergamini. 

Abbiamo assistito ad una prova di forza gratuita sulla legge elettorale, che evidentemente il governo considera prioritaria rispetto ai tanti problemi del Paese e degli italiani. Renzi ha una visione della democrazia da bricolage, molto simile al ‘fai da te‘”, ha concluso.

28 aprile 2015

Fiducia su legge elettorale è segnale di debolezza e arroganza del governo

Deborah BergaminiLa fiducia sulla legge elettorale è un segnale di grande debolezza e di altrettanto grande arroganza del governo. Per paura di non riuscire ad ottenere una legge elettorale che è stata ricamata sul Pd renziano, si ricorre gratuitamente ad uno strumento come la fiducia, degno di miglior causa e indegno di una democrazia parlamentare in cui le regole del gioco devono essere scritte da tutti se davvero si vuole tutelare tutti. 

23 marzo 2015

Porto di Viareggio: la risposta del governo alla mia interrogazione sul trasferimento di Iacono

molo ViareggioCon l’atto in esame si chiarimenti sull’avvicendamento, intervenuto a settembre 2014, del Capo del compartimento marittimo e comandante del porto di Viareggio, Capitano di Fregata Marco Alberto Iacono, il quale, al compimento del periodo di comando prescritto dalle norme per l’assolvimento degli obblighi giuridici connessi al grado rivestito (almeno 1 anno solare), è stato trasferito presso altra sede di servizio (Palermo), peraltro di gradimento dello stesso Ufficiale.
Nel merito, il Comando generale del Corpo delle capitanerie di porto fornisce puntuali informazioni.

read more »

13 marzo 2015

Balneari: la mia interpellanza al governo sulle concessioni demaniali marittime, con risposta e replica

read more »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: