Archive for ‘Comunicati stampa’

12 agosto 2016

Pil, Governo sbaglia ricette, previsioni e non mantiene promesse

Pil ItaliaIl Prodotto interno lordo – prevedeva il Governo – crescerà dell’1.6% su base annua. Purtroppo cresce di meno della metà (0,7%).
Il debito pubblico – diceva il Governo – scenderà. Purtroppo il debito pubblico ha raggiunto il massimo storico: 2.248mld (+317 miliardi rispetto al Governo Berlusconi).
Anche le tasse dovevano scendere ma a conti fatti, nel 2016, a fronte di una crescita debole i tributi pagati dai cittadini sono aumentati del 5,5% rispetto all’anno precedente.
Renzi e il Governo possono raccontare ciò che credono. Ma nella dura realtà, purtroppo, appare evidente che si sono sbagliate le ricette economiche, le previsioni e che le promesse non sono state affatto mantenute.

10 agosto 2016

Referendum, Renzi trasforma voto in gratta e vinci

Deborah Bergamini natale 2015Renzi ha trasformato il referendum sulla Costituzione in un gratta e vinci: “Se vincono i sí – ha dichiarato il premier – arriveranno 500mln di euro per i poveri”. Allora delle due l’una: o Renzi ha deciso che il voto referendario avverrà prima della legge di stabilità o, per strizzare l’occhio all’estrema sinistra, sta perpetrando un ricatto sulla pelle dei più deboli. Gli italiani non cadranno nel tranello.

8 agosto 2016

Referendum, Fronte del sì sia leale, no alibi per posporre voto

ReferendumNon si usino la legge di stabilità o alibi di altro tipo per posporre il voto sulla riforma costituzionale. Comunque vada il referendum sarà possibile varare tutte le leggi di cui il Paese ha bisogno.
Il voto di questo autunno non sarà l’Armageddon e qualsiasi tentativo di rinviare la votazione, ritardando così l’applicazione della par condicio, sarebbe un sotterfugio per comprimere il diritto di parola delle opposizioni. Il fronte del sì affronti con lealtà e coraggio una sfida che non riguarda i destini delle loro poltrone ma il funzionamento di un sistema che rischia di essere compromesso da una riforma mal concepita e mal realizzata.

 

2 agosto 2016

Referendum, Renzi alimenta le paure e fa il gioco degli speculatori

renziEvocando scenari economici e politici catastrofici in merito all’esito del referendum, Renzi alimenta le paure, inquina il dibattito e fa il gioco degli speculatori internazionali.

Se il premier è costretto a tali espedienti per cercare di vincere evidentemente neppure lui è poi tanto convinto della bontà della sua riforma, altrimenti entrerebbe nel merito senza lasciarsi andare a previsioni divinatorie in caso di sua sconfitta. Lo schema di Renzi ormai è chiaro: personalizza il referendum e poi dice che sono gli altri a personalizzarlo; dice che vuol parlare dei contenuti e invece cerca costantemente la rissa.
1 agosto 2016

Referendum, rimandare la data non aiuta la partecipazione popolare

referendum_sino (1)Da un lato ci si lamenta della scarsa partecipazione dei cittadini alle elezioni, ma dall’altro si pongono ostacoli al loro esercizio del diritto di voto. Continuare ad ipotizzare uno slittamento in avanti della data del referendum sulla riforma costituzionale non aiuta certamente l’affluenza alle urne.

Così come non è stata una scelta felice, alle ultime amministrative, far votare gli Italiani alla fine del ponte festivo del 2 giugno allo stesso modo spostare alla fine di novembre la data del referendum non fa che disorientare i cittadini. Infatti, si era parlato di votare all’inizio di ottobre, poi alla fine di ottobre, poi all’inizio di novembre ed adesso alla fine di novembre. Non vorremmo che di questo passo si scegliesse di far votare i cittadini il giorno di Natale che, guarda caso, quest’anno capita proprio di domenica.
2 luglio 2016

Dacca: affranti per morte connazionali. Stati civili e liberi cooperino contro barbarie 

Siamo affranti per la morte di nostri connazionali durante l’attentato terroristico a Dacca. Più L’Isis perde terreno sul campo di battaglia, più si fa spietato e imprevedibile nel colpire persone inermi. E’ sempre più necessario che gli Stati civili e liberi, che vogliono restare tali, incrementino la cooperazione fra loro per sconfiggere una volta per tutte questa barbarie. 

25 giugno 2016

Brexit: governo italiano non all’altezza della situazione 

L’Italia si trova ad affrontare uno dei passaggi più difficili della storia recente europea con un governo non all’altezza della situazione, guidato da un presidente del Consiglio non eletto democraticamente, che ha problemi anche all’interno del suo stesso partito e che ha portato il nostro Paese agli ultimi posti in Europa per crescita e occupazione e ai primi per debito pubblico e povertà.Renzi dovrebbe prendere atto che il suo Governo non è idoneo a dare soluzioni alla crisi di identità che sta attraversando l’Europa, crisi di cui l’attuale esecutivo italiano è corresponsabile, avendo lasciato che l’egoismo degli Stati nazionali prevalesse sugli interessi di tutti, come si è visto sul dramma dell’immigrazione clandestina che è ricaduto solo sulle spalle del nostro Paese. Renzi si appresta a parlare alle Camere, speriamo che sia disponibile ad ascoltare davvero le ragioni delle opposizioni che insieme rappresentano i due terzi dell’elettorato italiano.

11 giugno 2016

In questi giorni Forza Italia impegnata nei ballottaggi

Forza Italia in questi giorni è impegnata in un’unica missione, quella di lavorare pancia a terra, da Nord a Sud, per sostenere tutti i candidati sindaci di centrodestra per i ballottaggi della prossima settimana. Questo è il nostro unico impegno: il primo a chiederci di concentrarci su questo è proprio il presidente Berlusconi.

10 giugno 2016

FI: Bergamini, sarebbe molto gradita visita Salvini a Berlusconi

logo_radio_24“Sono assolutamente certa che sarebbe molto gradita una visita di Matteo Salvini al presidente Berlusconi al San Raffaele.”

Lo ha detto Deborah Bergamini, portavoce del presidente Berlusconi e responsabile Comunicazione di Forza Italia, intervistata da Radio24.

Per quanto riguarda invece la situazione nel partito, Bergamini ha detto che “il tema della leadership in questo momento è completamente fuori dalla realtà. Comprendo che i mezzi di stampa siano solleticati dalla curiosità di ragionare su possibili scenari ma non ci sono possibili scenari futuri. C’è una sola leadership in Forza Italia ed è quella del presidente Berlusconi. Al momento – conclude Bergamini – Forza Italia esce molto confortata dal voto delle amministrative del fine settimana scorso ed è impegnata, pancia a terra, con tutti i suoi dirigenti e tutti i suoi militanti da Nord a Sud a sostenere i candidati sindaci di centro-destra dove ci sono i ballottaggi”.

22 maggio 2016

Rai, priva di fondamento ricostruzione Renzi su Ballarò

E’ priva di Massimo Giannini Ballarofondamento la ricostruzione fatta dal Presidente del Consiglio dei Ministri in merito al caso Ballarò. Il Presidente Berlusconi non solo non ha mai espresso alcun giudizio sul giornalista Massimo Giannini, ma mai si sarebbe sognato di esprimere un’indicazione del genere. Al netto delle fantasiose invenzioni del Presidente del Consiglio, è a tutti evidente un dato di fatto: oggi, nel servizio pubblico, non è consentito alcun dissenso o alcuna critica nei confronti del Governo.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: