Archive for ‘referendum’

8 agosto 2016

Referendum, Fronte del sì sia leale, no alibi per posporre voto

ReferendumNon si usino la legge di stabilità o alibi di altro tipo per posporre il voto sulla riforma costituzionale. Comunque vada il referendum sarà possibile varare tutte le leggi di cui il Paese ha bisogno.
Il voto di questo autunno non sarà l’Armageddon e qualsiasi tentativo di rinviare la votazione, ritardando così l’applicazione della par condicio, sarebbe un sotterfugio per comprimere il diritto di parola delle opposizioni. Il fronte del sì affronti con lealtà e coraggio una sfida che non riguarda i destini delle loro poltrone ma il funzionamento di un sistema che rischia di essere compromesso da una riforma mal concepita e mal realizzata.

 

2 agosto 2016

Referendum, Renzi alimenta le paure e fa il gioco degli speculatori

renziEvocando scenari economici e politici catastrofici in merito all’esito del referendum, Renzi alimenta le paure, inquina il dibattito e fa il gioco degli speculatori internazionali.

Se il premier è costretto a tali espedienti per cercare di vincere evidentemente neppure lui è poi tanto convinto della bontà della sua riforma, altrimenti entrerebbe nel merito senza lasciarsi andare a previsioni divinatorie in caso di sua sconfitta. Lo schema di Renzi ormai è chiaro: personalizza il referendum e poi dice che sono gli altri a personalizzarlo; dice che vuol parlare dei contenuti e invece cerca costantemente la rissa.
1 agosto 2016

Referendum, rimandare la data non aiuta la partecipazione popolare

referendum_sino (1)Da un lato ci si lamenta della scarsa partecipazione dei cittadini alle elezioni, ma dall’altro si pongono ostacoli al loro esercizio del diritto di voto. Continuare ad ipotizzare uno slittamento in avanti della data del referendum sulla riforma costituzionale non aiuta certamente l’affluenza alle urne.

Così come non è stata una scelta felice, alle ultime amministrative, far votare gli Italiani alla fine del ponte festivo del 2 giugno allo stesso modo spostare alla fine di novembre la data del referendum non fa che disorientare i cittadini. Infatti, si era parlato di votare all’inizio di ottobre, poi alla fine di ottobre, poi all’inizio di novembre ed adesso alla fine di novembre. Non vorremmo che di questo passo si scegliesse di far votare i cittadini il giorno di Natale che, guarda caso, quest’anno capita proprio di domenica.
24 giugno 2016

Brexit, indifferibile riforma dell’Europa

image

Dopo l’esito del referendum britannico diventa indifferibile una profonda riforma della Ue e dei suoi trattati: continuiamo a ritenere l’Unione fondamentale, ma non nella forma che è andata prendendo, perché così com’è è troppo lontana dalle esigenze reali dei cittadini.

Insomma o l’Europa incomincia ad essere sentita dagli europei come una seconda patria, nella quale a decidere le sorti comuni sono i cittadini e i parlamenti e non le burocrazie e la governance bancaria globale, oppure si disgregherà con un devastante effetto domino. E gli enormi sacrifici e i costi sostenuti dagli Stati membri non saranno serviti a nulla. Si sta perdendo, per mancanza di una visione condivisa e anche per carenza di leadership autorevoli e riconosciute, il sogno europeo che i padri fondatori hanno costruito. Ora non ci sono più alibi: o l’Europa cambia, si rinnova, migliora, oppure i popoli sovrani ne decreteranno la fine. Di fronte a questa prospettiva è necessario che la grande famiglia moderata del PPE prenda al più presto una forte iniziativa politica, dimostrando al popolo europeo di aver capito che è arrivato il momento di cambiare questa Europa.

Tag: , ,
8 giugno 2016

Referendum, maggioranza di Governo è minoranza nel Paese

Deborah Bergamini stretta di manoCome appare evidente dai risultati del primo turno delle amministrative, i gruppi parlamentari che formano la maggioranza che ha approvato la riforma costituzionale del Governo, sono minoranza nel Paese. E’ un dato che dovrebbe far riflettere il premier perché non soltanto la sua riforma è stata fatta escludendo le opposizioni, ma addirittura contro la maggioranza degli Italiani.

1 giugno 2016

Riforme, Renzi confonde democrazia e instabilità politica

11999711_900684430018186_4123114388012814754_oIl premier Renzi fa profonda confusione fra l’instabilità politica e la democrazia. La democrazia, in quanto possibilità degli elettori di scegliersi di volta in volta da chi farsi governare, è di per sé un modello di governo “instabile”, perché talvolta vince una parte e talvolta vince un’altra parte. Se invece una parte sola, che ha un consenso nel Paese pari a circa il 20 per cento degli aventi diritto al voto, cioè di 1 italiano su 5, prende un premio di maggioranza che le consente di avere il 55 per cento dei seggi nell’unica Camera che fa le leggi, e che quindi può fare sostanzialmente ciò che vuole, allora questa “stabilità” non è un fatto positivo perché non coincide più con un sistema democratico. Nella storia e nel mondo i Paesi che hanno avuto questa “stabilità”, come la intende Renzi, sono stati i regimi autoritari e totalitari.

15 aprile 2016

Trivelle, il Pd ha trasformato referendum in scontro interno

Quello che sta emergendo chiaramente è che ancora una volta un’occasione importante di dibattito nazionale, perché il referendum va rispettato proprio in quanto occasione di dibattito nazionale su un tema importante, si è trasformata in una disputa interna al Pd e in questi anni ne abbiamo già viste diverse e tutte giocate sulla pelle degli italiani.

Questa volta riguarda le trivelle ma la sensazione che abbiamo è che poco interessi a questo Governo la materia del referendum. Dal 2011 in avanti abbiamo registrato una crescente disaffezione nei confronti degli strumenti di espressione della democrazia che sono stati guadagnati con tanta fatica. È come se si stesse andando verso una fase in cui l’esercizio democratico fosse un qualcosa di scomodo. Le regole democratiche vengono fatte valere quando fa comodo, altrimenti vengono aggirate. Ma senza la democrazia si afferma l’autoritarismo dei più forti e lo stiamo vedendo con la debolezza di questo GovernoBergamini-TGCOM24.png

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: