Archive for ‘Uncategorized’

25 agosto 2018

Immigrazione: Regole cambiate nei fatti ma non nei dossier diplomatici 

Diciotti
Le regole sull’immigrazione purtroppo sono cambiate nei fatti ma non nei dossier diplomatici. E’ vero che l’Italia non può farsi carico da sola di tutti i migranti irregolari che arrivano sulle nostre coste ma il braccio di ferro che si sta consumando sulla Diciotti, in assenza di una strategia condivisa, rischia di trasformarsi in un boomerang e di isolarci ancora di più, come testimonia l’esito del summit ieri a Bruxelles. Il premier Conte ha parlato di passi indietro ma in realtà non ci sono mai stati passi in avanti. Il governo gialloverde deve decidere se fare una prova di forza su ogni barcone che si avvicina alle coste italiane o sedersi ai tavoli europei per ridefinire da zero le regole sulla gestione dei flussi migratori. Certo è che bisogna avere anche autorevolezza per pesare sui partner europei e un Paese su cui pesano tutte le incertezze di una politica economica molto confusa non può che risultare inaffidabile. Qui non si tratta di farsi mettere i piedi in testa dall’Europa, ma di presentarsi nei consessi decisionali con proposte chiare, percorribili e razionali.
8 agosto 2018

TRASPORTI: BERGAMINI (FI), PROBLEMI CHIARI, TARDANO LE SOLUZIONI 

683bb13ee6ae479c9eb77d33cb64eaad-U2022529280592RE
“Sul tema della sicurezza dei nostri trasporti, abbiamo chiari i problemi che ci sono, ma sono le soluzioni che tardano ad arrivare”. Così la deputata toscana di Forza Italia è intervenuta ai microfoni di Radio 24 sul caso dell’autocisterna esplosa ieri a Bologna, ricordando il tragico incidente ferroviario del giugno 2009 di Viareggio dove persero la vita 32 persone, “una ferita ancora aperta non solo per la mia città ma per tutto il Paese”.
“Sulle nostre strade  – ha proseguito la vicepresidente della Commissione Trasporti, Poste e Telecomunicazioni alla Camera – circolano troppi veicoli e le  infrastrutture viarie sono in netto ritardo rispetto agli standard europei. Questo si traduce in un aumento di pericolosità. In Italia appena il 6% delle merci  transitano su rotaia e il trasporto su gomma è ancora nettamente prevalente. Il passo deve cambiare”.
“Occorre un piano per la sicurezza e il diritto alla mobilità che non vedo arrivare. Abbiamo bisogno di più infrastrutture perchè le nostre strade non riescono ad assorbire l’enorme flusso di traffico che c’è. Purtroppo però – ha concluso l’esponente azzurra – con il loro no alla tav, le forze politiche al governo sembrano non avere chiaro quanto lo sviluppo delle infrastrutture sia fondamentale per garantire la sicurezza e l’efficienza dei nostri trasporti”.
3 agosto 2018

Seggiolino salva-bebè: Bergamini (FI), Con approvazione Pdl più vicini a soluzione 

bambino-seggiolino-725x545
E’ con grande soddisfazione che saluto l’approvazione della proposta di legge che rende obbligatori i sistemi di allarme sui seggiolini dei neonati. Finalmente, dopo tre anni di battaglie da parte di Forza Italia per far approvare una normativa che prevenga l’abbandono, inconsapevole, dei bambini in auto, oggi siamo più vicini a risolvere un problema troppo spesso sottovalutato. Un testo di legge a mia prima firma infatti, era già stato discusso, in commissione Trasporti nel 2015; approdato in Aula, però, è stato rimandato in commissione in attesa dell’approvazione di una più ampia legge quadro di modifica del codice della strada e mai più calendarizzato. Mi auguro, anche alla luce dei recenti fatti di cronaca  che questa volta riusciremo ad avere una legge che tuteli i più piccoli e le loro famiglie e che ponga fine a questa strage silenziosa.
31 luglio 2018

Dl Dignità:  Bergamini (FI), da dati Istat manifesto surrealista

downloadAlla luce dei dati diffusi oggi da Istat che registra un calo di occupati di  di 49mila unità, il dl Dignità appare sempre più come  un manifesto surrealista, frutto della fantasia di Di Maio più che del buon senso. Doveva essere un provvedimento rivoluzionario per il mercato del lavoro invece il vicepremier grillino ha fatto un copia e incolla del  Jobs Act di Renzi  ed è riuscito a fare anche peggio trasformandolo in un boomerang per i lavoratori precari. Ci auguriamo che il governo prenda atto del pericoloso andamento del tasso di disoccupazione in Italia e rinunci a questo provvedimento dannoso, ennesima presa in giro nei confronti degli italiani.

27 luglio 2018

Calcio: Bergamini (FI), Trenitalia dà soldi alla Serie A e dimentica pendolari

morto-acilia-treno-roma-lidoApprendo dai giornali di un importante accordo di sponsorizzazione chiuso tra la Lega calcio di Serie A e Trenitalia, la principale società di un gruppo, FS, partecipato dallo Stato e in pieno caos manageriale dopo l’azzeramento dei vertici voluto dal governo. I vertici di Trenitalia si sono  presi la responsabilità di spendere oltre 20 milioni di denaro pubblico, per il prossimo triennio, tra la sponsorizzazione della coppa italia e le sponsorizzazioni dirette ai club: tutto questo nel pieno collasso strutturale della rete regionale, di cui fanno quotidianamente le spese i pendolari.
Con queste risorse si potevano acquistare almeno 4 treni regionali, o migliorare la sicurezza sui binari o magari togliere qualche passaggio a livello in più. Si poteva rendere vivibile il trasporto in regioni come la Toscana, ma anche come  la Calabria e la Sicilia che sono  completamente abbandonate. Invece si è scelto di fare un’operazione di immagine, davvero incomprensibile, con i soldi degli italiani. Speriamo che i nuovi vertici, che verranno indicati dal governo nei prossimi giorni, rimettano mano a questa strana scelta.
16 luglio 2018

INTERNET: BERGAMINI (FI), HA RAGIONE B.GRILLO, ORA COMMISSIONE INCHIESTA

grilloPer una volta mi sento di essere d’accordo con Beppe Grillo: ‘le nostre informazioni private non sono più private. Le nuove tecnologie raccolgono ogni giorno dati da vendere o condividere tra le imprese’. Al ragionamento fatto da Grillo, che dimentica di dire che il M5S difende i giganti del web che sfruttano i nostri dati, aggiungerei anche che non sono solo le imprese ad utilizzare in maniera impropria i dati dei cittadini, ma anche organizzazioni private e movimenti politici. Visto che come ha sostenuto il Presidente della Camera, Roberto Fico, le cose che dice Grillo “servono a creare dibattito”, ci auguriamo che si inizi a dibattere sull’ipocrisia di un Movimento che a Genova dice di difendere la privacy dei cittadini, ma che nella realtà spalleggia i colossi del web. Se il Movimento 5 Stelle e Luigi Di Maio non hanno nulla da nascondere accolgano la richiesta di istituzione di una Commissione di Inchiesta sull’utilizzo dei Big Data che ho depositato ad inizio legislatura.

12 luglio 2018

M5S: BERGAMINI (FI) A FRACCARO, GRILLINI SCAMBIANO SONDAGGIO SU WEB PER DEMOCRAZIA DIRETTA

IMG-20180712-WA0018“I grillini scambiano un piccolissimo sondaggio di 30mila iscritti ad una piattaforma web per democrazia diretta. Abbiamo visto come l’utilizzo dei nostri dati personali sulla rete avvenga in modo molto opaco e con effetti, anche sull’esercizio democratico, inquietanti. Per questo parlare di democrazia diretta con tanta leggerezza come fa il ministro Fraccaro, che ha il mandato di curare i rapporti fra il Governo e i rappresentati del popolo eletti democraticamente è alquanto imprudente, se non sconsiderato”. Così Deborah Bergamini, deputata di Forza Italia e vicepresidente della Commissione Trasporti, Poste e Telecomunicazioni alla Camera, intervenendo oggi all’incontro organizzato da Antonio Tajani con i dirigenti del partito.
“La democrazia parlamentare – ha proseguito l’esponente azzurra che ha proposto di istituire una Commissione d’inchiesta sull’utilizzo dei dati personali sul web – può anche avere un ritmo lento, che certamente si può migliorare con la revisione dei regolamenti, ma è sempre meglio il ritmo della nostra democrazia che l’algoritmo della piattaforma Rousseau “. E ha concluso: “Altro che democrazia diretta, semmai ‘diretta’ da una società privata”.
10 luglio 2018

Reddito cittadinanza: Bergamini, M5S prepara esproprio proletario 

Italian Minister of Labor and Industry Luigi Di Maio attends at the Italian Business Association Confcommercio meeting in Rome
Di Maio ha incontrato la Banca Mondiale per parlare del reddito di cittadinanza e c’è da preoccuparsi perché lo studio della Banca Mondiale suggerirebbe di sovvenzionarlo prendendo le risorse dalla tassazione sulle case e sulle successioni. Il M5S sta preparando un esproprio proletario ai danni del ceto medio italiano, quello che con anni di sacrifici si è comprato una casa e vuole lasciare i risparmi di una vita a figli e nipoti. Il Presidente Berlusconi in campagna elettorale lo aveva previsto e aveva avvertito gli elettori del pericolo incombente, per le tasche degli italiani, con i grillini al potere.
9 luglio 2018

Caso Forteto: Bergamini (FI),  scarcerazione Fiesoli doccia gelata

Rodolfo_Fiesoli_FortetoLa scarcerazione di  Rodolfo Fiesoli, il fondatore della comunità ‘Il Forteto’, è arrivata come una doccia gelata su tutti noi e in particolare sulla comunità mugellese. Si tratta di una vicenda che per oltre 30 anni ha attraversato e scosso la Toscana e per la quale purtroppo ancora non possiamo scrivere la parola fine”. Così in una nota la deputata toscana Deborah Bergamini, che nel 2015 presentò una mozione in Parlamento per fare luce sulla vicenda e chiedere il commissariamento della struttura. “Dopo avere ascoltato i racconti strazianti delle vittime sugli abusi subiti e accertati  – sottolinea l’esponente azzurra – mai ci saremmo aspettati dalla magistratura una decisione simile. E conclude: “ora aspettiamo di leggere le motivazioni di una sentenza che si fa beffa anche  delle famiglie e del loro dolore, per comprendere come sia possibile che Fiesoli sia di nuovo libero”.

9 luglio 2018

DL DIGNITA’: BERGAMINI (FI), CULTURA DEL LAVORO SBAGLIATA 

IMG_20180709_173744E’ vero che non si crea lavoro con le leggi ma il decreto Dignità va addirittura nella direzione opposta perchè si mettono le imprese italiane in condizioni difficili per potere assumere. Si tratta di un provvedimento che nasce da una cultura sbagliata di che cos’è garantire un posto di lavoro e contrasta con la visione di Forza Italia di quello che occorre al Paese. Per questo motivo, riteniamo che il dl dignità vada modificato radicalmente e in Parlamento daremo battaglia perchè venga stravolto.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: