24 maggio 2018

BOLKESTEIN, BERGAMINI (FI): MAGGIORANZA CONVERGA SU DDL FORZA ITALIA

dav“Forza Italia ha sempre sostenuto la battaglia dei balneari e degli ambulanti italiani, in Parlamento e anche fuori, nelle piazze, dando voce alle preoccupazioni e alle paure di migliaia di piccoli imprenditori che dal 2006 difendono il loro diritto al lavoro”. Così Deborah Bergamini, responsabile Comunicazione di Forza Italia, nel corso della conferenza stampa per la presentazione alla Camera del ddl anti-Bolkestein che porta la sua firma. L’esponente azzurra, che ad aprile aveva invitato a parlare in un convegno a Montecitorio l’ex commissario europeo, Frits Bolkestein, ottenendo per i balneari l’ammissione che la direttiva sulla liberalizzazione dei servizi non si applica alle concessioni balneari perché le spiagge sono beni e non servizi, ha rivolto un appello a tutte le forze politiche “affinché si raggiunga un’ampia convergenza”. “Questo è il momento della verità – ha poi aggiunto Bergamini chiedendo che il ddl depositato alla Camera, venga sottoscritto anche dal M5S e dalla Lega – Noi di FI avevamo promesso che sarebbe stato tra i primi provvedimenti di questa legislatura, vedremo se con l’avvio del nuovo Governo e dei lavori parlamentari, potrà essere calendarizzato in Commissione in tempi brevi così da essere approvato velocemente in Aula”. E sull’iter del ddl la deputata ha concluso auspicando che “possano esserci le condizioni perché il Parlamento legiferi al più presto su questa materia, dimostrando la sua efficienza nel tutelare i cittadini e dando finalmente una risposta a chi di risposte non ne ha da molti anni. E’ arrivato il momento di mettere fine a questa annosa questione e anche se noi saremo all’opposizione, ci aspettiamo che la maggioranza ci sostenga perchè questa non è una battaglia solo di Forza Italia ma di tutto il Paese”.

18 maggio 2018

PISA, BERGAMINI (FI): SUBITO LEGGE SU DISPOSITIVO ANTI ABBANDONO OBBLIGATORIO

seggiolino-auto-montato-kJWC-U4333010143811655GC-1224x916@Corriere-Web-Sezioni-593x443La tragica notizia della bambina di un anno morta in auto dopo essere stata lasciata chiusa in auto in uno stabilimento balneare nel Pisano ci addolora profondamente. Ma il dolore purtroppo non basta a cambiare le cose. Non è la prima volta che assistiamo a drammi di questo tipo e finché non interverremo con decisione sarà difficile che possa iniziare a cambiare davvero qualcosa.
La scorsa legislatura presentai una  proposta di legge per inserire dispositivi anti abbandono nei veicoli su cui era stata già avviata la discussione in commissione Trasporti. Riproporrò quel provvedimento nei prossimi giorni, con l’auspicio che la Camera ne riconosca l’urgenza e possa procedere ad esaminarlo in tempi brevi.
Così in una nota Deborah Bergamini, deputata toscana e responsabile Comunicazione di Forza Italia.
16 maggio 2018

Governo, Bergamini: M5s-Lega? Difficile fare goal senza squadra

dav“La speranza di Forza Italia è che si possa uscire al più presto da uno stallo che dura da ormai 70 giorni e sta penalizzando il nostro Paese. Ma la sintesi tra Lega e M5S sembra ancora lontana”. Lo ha detto Deborah Bergamini, responsabile Comunicazione di Forza Italia, a Skytg24 Pomeriggio, e riguardo alla posizione di Forza Italia rispetto allo scenario politico, ha aggiunto: “Il presidente Berlusconi ha fatto in modo che potesse partire questa trattativa di governo facendo un passo di lato per evitare che si tornasse alle urne in estate con il rischio di replicare il voto di marzo. Un grande atto di generosità e di responsabilità verso gli italiani”. Sulle differenze tra lo stallo italiano e quello recente tedesco, l’esponente azzurra ha sottolineato: “Quello che mi stupisce non è il tempo che si impiega a costruire un ambizioso programma di governo ma il fatto che mentre in Germania c’era la Merkel, premier in pectore, a condurre le trattive con SPD, in Italia si sta ancora cercando una convergenza sul candidato premier. Insomma, è molto difficile fare goal se non si ha una squadra”.

14 maggio 2018

Bergamini (Fi): Berlusconi riabilitato cambia e ci dà forte carica

30762777_1918050221562407_7385410068943994880_nLa riabilitazione di Silvio Berlusconi “cambia molto e ci dà una fortissima carica, una forza che non avevamo prima. Se Berlusconi fosse stato candidabile, alle elezioni del 4 marzo avremmo ottenuto sicuramente un risultato migliore. Siamo un partito ancorato al ruolo, all’esperienza e all’immagine di Berlusconi. Non averlo candidato è stato un danno enorme per noi. Noi ora guardiamo allo scenario politico con una forza certamente diversa”. Lo ha detto Deborah Bergamini, deputata e responsabile comunicazione di Forza Italia, ai microfoni di Radio Cusano Campus. Quanto al governo M5S-Lega, “noi faremo un’opposizione molto attenta e responsabile. Pensiamo che il compito di questo governo gialloverde sia quello di entrare direttamente nella risoluzione di problemi importantissimi. Più che il totonomi sul premier ci interessa sapere quali sono i provvedimenti che vogliono approvare. Se ci fossero provvedimenti che vanno nell’interesse del Paese non ci tireremo indietro, se invece saranno provvedimenti che tradiranno l’elettorato di centrodestra faremo una ferma opposizione”. “Per il M5S è arrivato il momento di applicare il pragmatismo che non fa parte della loro ragion d’essere che è l’antiberlusconismo. Per tenere buona la loro base elettorale, per loro è molto difficile uscire da una posizione netta e indiscutibile. O cominciano a sporcarsi un po’ le mani come si deve fare in politica, altrimenti non penso che faranno molta strada”, ha concluso l’esponente di Fi.

9 maggio 2018

THINK TANK, BERGAMINI (FI):” POLITICA E’ NEGOZIAZIONE, NO DEMONIZZAZIONE AVVERSARIO”

dav“E’ bello che ci siano dei giovani che vogliono farsi carico di quello che li circonda, in un contesto come questo attuale in cui c’è una distanza sempre più profonda tra la politica e i cittadini”.Così Deborah Bergamini oggi alla Camera nel corso del suo intervento alla conferenza stampa per la presentazione di Blu Lab, think tank giovanile di centrodestra. “Da quando i partiti non possono più usufruire del finanziamento pubblico – ha spiegato la responsabile della Comunicazione di Forza Italia – si è dovuto rinunciare anche alla formazione politica, all’elaborazione di contenuti, alle idee. I partiti oggi hanno perso la loro capacità di immaginare il futuro, di fare proposte, di parlare al Paese e questo si traduce in sfiducia, astensionismo e in una scarsa incisività della politica a livello nazionale e internazionale”. “La speranza – ha concluso la deputata – è che un giorno la politica vi possa trovare tra i protagonisti. L’esperimento dei 5 Stelle dimostra che l’accesso alle istituzioni non è poi così difficile. Ma ricordatevi sempre che la politica è negoziazione, compromesso e soprattutto astenetevi dalla tentazione di ridurre l’esercizio della politica a demonizzazione dell’avversario e veti che nulla di buono fanno per il Paese”.

3 maggio 2018

Amministrative: Bergamini (FI), C.destra unito nei 21 comuni al voto

IMG_20180503_201907Anche la prossima tornata elettorale del 10 giugno per le elezioni amministrative in Toscana vede il centrodestra unito in tutti e 21 i Comuni chiamati al voto. E’ una notizia positiva, che testimonia la volontà della classe dirigente dei partiti della coalizione di proseguire sulla strada intrapresa due anni fa, di contendere con successo alla sinistra il governo delle amministrazioni locali della nostra regione. Le vittorie conseguite dal centrodestra a Grosseto, Arezzo, Pistoia e in tanti altri Comuni della Toscana nelle scorse tornate amministrative unita alla vittoria in 11 collegi uninominali tra Camera e Senato alle Politiche del 4 marzo, sono un segnale importante e ci fanno ben sperare per un ripetersi del successo alle elezioni in programma tra cinque settimane. Solo il centrodestra costituisce una alternativa credibile allo strapotere della sinistra nella nostra Regione, che nel 2020 contiamo di conquistare, iniziando un nuovo ciclo politico basato sulla liberta’ e sull’ascolto di cittadini e territori.

30 aprile 2018

FVG, BERGAMINI:”SORPASSO FI SU M5S E TRIONFO CDX, ORA A NOI IL GOVERNO”

ImmagineDopo il Molise, il centrodestra unito trionfa anche in Friuli Venezia Giulia. Chi interpretava l’esito delle regionali come un test nazionale prenda atto che la coalizione di centrodestra si conferma la prima forza del Paese, con FI in crescita, grazie anche allo straordinario sforzo del presidente Berlusconi negli ultimi giorni di campagna elettorale. Il M5S, invece, crolla all’8%. Forza Italia prende quindi più voti del M5S. I friulani promuovono la concretezza di chi vuol dare un governo al Paese e bocciano chi si ostina a non rispettare il voto del 4 marzo.
Un messaggio chiaro che hanno voluto dare gli elettori, bocciando anche la prospettiva di un accordo Pd-M5S, e indicando quale area politica debba esprimere il prossimo governo. Ci auguriamo che il presidente Mattarella  ne tenga conto nelle sue valutazioni e affidi al centrodestra la responsabilità della guida del Paese. E’ evidente che i dati elettorali parlano più chiaro dei veti e delle tattiche che hanno tenuto in stallo l’Italia per quasi due mesi.
26 aprile 2018

TERRORISMO, BERGAMINI (FI): “GRATI A INTELLIGENCE, NO GOVERNO PD-5STELLE”

sbarchiSiamo grati al lavoro della nostra intelligence che oggi ha portato all’arresto dell’immigrato del Gambia accusato di terrorismo. Siamo proprio curiosi di sapere, davanti all’evidenza di chi progetta di lanciarsi con un’auto sulla folla, chi continuerà a negare che con gli sbarchi importiamo anche terroristi. Mentre la Francia applica la politica del rigore e “chiude” le frontiere, l’Italia in soli due giorni ha già accolto 1400 immigrati e tra di loro chissà quanti potenziali terroristi. Mai come in questo periodo, si stanno moltiplicando i fattori legati alla sicurezza nazionale che evidenziano come l’Italia sia sempre più esposta alla minaccia del terrorismo fondamentalista. Soltanto la coalizione di centrodestra che ha vinto le elezioni è in grado di mettere un punto alle politiche di accoglienza che un governo Pd-5stelle rafforzerebbe danneggiando il Paese.
20 aprile 2018

GOVERNO, BERGAMINI (FI) A SKY TG24:”SMASCHERATO GIOCO M5S, TENSIONI NATURALI”

PSX_20180420_163033“Con le dichiarazioni di ieri di Di Maio si è smascherato il gioco del M5s che mira a spaccare il centrodestra e continua a lavorare su due forni, con l’idea di arrivare alla fine ad un accordo con il Pd. Nonostante l’esito del voto e la nuova legge elettorale abbiano imposto alle forze politiche una nuova grammatica fatta di dialogo e di compromesso, sono continuati a permanere i veti da parte dei grillini, come se 5 milioni di elettori di Forza Italia non avessero la stessa dignità di tutti gli altri. Le elezioni sono state vinte dalla coalizione del centrodestra, non dal M5S, e da questo dato dobbiamo ripartire”. Così Deborah Bergamini, deputata e responsabile Comunicazione di Forza Italia, ospite oggi di Skytg24, è intervenuta sull’attualità politica, e sulle recenti dichiarazioni del presidente Berlusconi ha aggiunto:”Le tensioni in un momento di stallo sono naturali; per quanto ci riguarda, abbiamo fatto ogni tentativo possibile ma non siamo francescani. Di fronte alla necessità dell’Italia di avere un governo stabile, i 5 Stelle si divertono a giocare a risiko consegnando il Paese all’immobilità”.
20 aprile 2018

Bolkestein: Bergamini, ora avanti con ddl per balneari

Berg_Bolk“Ora un disegno di legge per portare fuori dall’incertezza 30mila imprese balneari. Ci faremo carico, insieme al collega Maurizio Gasparri e agli alleati che in questi anni hanno portato avanti questa battaglia nell’interesse di economie strategiche del nostro paese come il turismo balneare, di convocare un inter-gruppo per predisporre un disegno di legge che il prossimo governo dovra’ sostenere prendendo finalmente una posizione nei confronti dell’Europa”: lo assicurano Massimo Mallegni e Deborah Bergamini, rispettivamente senatore e deputato di Forza Italia, in merito all’audizione di Fritz Bolkestein, ispiratore della direttiva Bolkestein alla Camera dei Deputati che ha definitivamente confermato che le concessioni si applicano ai beni e non ai servizi tirando fuori, di fatto, le imprese dal rischio aste. Mallegni, gia’ sindaco di Pietrasanta, e Bergamini, entrambi eletti in Toscana e tra i piu’ battaglieri in questi anni nel difendere le imprese balneari dall’asta delle concessioni intravedono una via di uscita: “In Toscana – spiegano Mallegni e Bergamini – il turismo balneare ha un significato che in molti dimenticano: quasi mille imprese, per lo piu’ di piccole dimensioni con una media di 3 addetti, quasi 8mila tra diretti ed indiretti che lavorano tra spiaggia, bar e ristorante e quasi 100milioni di euro di fatturato stimato. Forza Italia si e’ impegnata molto nei confronti delle imprese sostenendo la tesi che abbiamo sempre affermato: ovvero che siamo di fronte ad una direttiva servizi, e le concessioni balneari sono considerate beni come da lui ammesso. Quindi niente aste. Piu’ chiaro di cosi’. Siamo sicuri che siamo ad un cambio di rotta.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: