Posts tagged ‘Agcom’

29 novembre 2016

Referendum, nei Tg poco spazio per le ragioni del No

grafica-tempi-tg

Abbiamo messo a confronto i tempi di antenna del Sì e del No sui Tg nazionali, partendo dai dati ufficiali forniti dall’Agcom. Ebbene, c’è una sproporzione del tempo concesso al Sì rispetto a quello dato al No. Sui Tg della Rai, ad esempio, al Sì è stato dato l’11,9 per cento del tempo in più rispetto al No, così come su Sky il 12,5 per cento di tempo in più al Si rispetto al No, e su La7 il 16,9 per cento in più di spazio concesso al Sì rispetto al No. Infine non servono neppure i dati ma basta semplicemente fare un po’ di zapping fra i canali per capire che il politico più presente in Tv è il premier Renzi: quello che dice di non voler personalizzare il referendum è invece su tutte le tv, e le radio, a fare propaganda per il Sì. Anche per questo è importante domenica andare a votare, e votare No.

24 maggio 2016

M5S in Rai ha il doppio del tempo di tutto il centrodestra

raiDa tempo Forza Italia denuncia lo squilibrio nell’informazione Rai, ma quelli del M5S sembrano essersene accorti solo adesso. La realtà è che quello del M5S è stato fino ad oggi un silenzio complice. Ai grillini fa infatti comodo mantenere lo status quo. Stando ai dati AGCOM della settimana 9-15maggio il tempo di parola dato ai grillini risulta più del doppio di quello dato al centrodestra nel suo insieme per ciò che attiene il Tg1 (36,27% vs 16,8%) e superiore di oltre 7 punti per ciò che concerne il Tg2 (30,74% vs 23,06%) e di oltre 10 punti per quanto concerne il Tg3 (36,25% vs 25,84%). Se ai grillini interessa davvero il pluralismo, non solo sul tema referendario, lo dimostrino concretamente.

15 luglio 2014

Par condicio è illiberale e ormai, con Internet, anche inefficiente e obsoleta. Va riformata


Deborah Bergamini tg1La par condicio è una legge illiberale, capace di creare, negli anni, solo effetti distorsivi sul quadro politico italiano“.
Lo dichiara, in una nota, la responsabile comunicazione di Forza Italia, on. Deborah Bergamini, commentando le dichiarazioni del Presidente dell’Agcom Angelo Cardani sulle criticità della disciplina vigente.

La normativa attuale, equiparando e livellando la visibilità mediatica delle diverse formazioni politiche, e prescindendo di fatto dal loro peso elettorale, ha avuto l’effetto di spingere verso una maggiore frammentazione partitica. Senza considerare il fatto che, con l’avvento e la diffusione di Internet, quella normativa, pensata in un’ottica puramente televisiva, è diventata anche inefficiente e obsoleta. L’auspicio, perciò, è che l’intervento dell’Agcom faciliti finalmente un confronto politico serio per riformare una legge i cui limiti sono evidenti a tutti”.

16 luglio 2013

Scorporto rete Telecom, la mia domanda a Bernabé e la sua risposta

Ho chiesto al presidente Bernabè, di spiegarci la decisione di congelare il progetto di scorporo della rete fissa dopo che Agcom ha deliberato la riduzione dei prezzi dell’affitto delle reti in rame per il 2013.” Così la Vice Presidente della Commissione Trasporti, poste e telecomunicazioni, on Deborah Bergamini, in merito all’audizione in IX Commissione del Presidente di Telecom Italia, Franco Bernabè.

Bernabè aveva presentato il progetto di scorporo come ‘vivificazione della foresta pietrificata’ del mercato. Difficile ora vedere le ragioni della frenata a seguito della decisione di Agcom, che avrà fra l’altro impatti economici risibili su Telecom, primo operatore europeo di telecomunicazioni fisse per redditività e quota di mercato. Sarebbe incomprensibile che un progetto strategico di tale portata, frutto di un anno di lavoro e prioritario per vitalizzare il mercato delle tlc in Italia, subisse una battuta d’arresto per una sorta di inspiegabile braccio di ferro con Agcom.”

read more »

27 novembre 2012

Pirateria online, l’audizione di AESVI

Cari amici,

condivido con voi il resoconto dell’audizione, in commissione contraffazione e pirateria, di Thalita Malagò, segretario generale di AESVI, l’Associazione degli editori e sviluppatori di videogiochi italiani.

E’ una lettura molto interessante.

read more »

21 novembre 2012

Pirateria online, il punto di vista di ANICA

Cari amici,

condivido volentieri con voi il resoconto dell’audizione di Riccardo Tozzi, Presidente di ANICA, che ha trattato i temi della pirateria online e delle conseguenze della stessa sulla produzione cinematografica italiana.

Trovo che ciò che ci ha raccontato sia molto interessante e meriti una riflessione.

read more »

29 giugno 2012

Minori e tv, senza la presenza dei genitori non c’è decreto che tenga

Da L’Opinione della Libertà

[…] «le norme [sulla tutela dei minori di fronte alla tv] oggi in vigore sono molto stringenti» ricorda Bergamini, che del decreto Romani fu relatrice «più che irrigidirsi su una normativa già piuttosto pesante, basti pensare al parental control, bisognerebbe far sì che il controllo di quanto effettivamente messo in onda fosse più efficace».

«Bisogna ricordare – continua Bergamini – che i meccanismi sempre più stringenti sulla tv non possono venire adeguatamente bilanciati su una piattaforma come la Rete per sua natura incontrollabile. Il risultato potrebbe essere quindi quello di spingere ulteriormente sul web i minori, perché se da una parte è tutto vincolato e dall’altra è tutto libero, la scelta sarà facile».

«È imprescindibile una presenza degli adulti, senza un rapporto constante e aperto tra genitori e figli non c’è decreto che tenga»

Di seguito l’articolo integrale:

read more »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: