Posts tagged ‘aste’

17 maggio 2017

Autostrade: sinistra forte solo con i deboli

WhatsApp Image 2017-05-17 at 18.13.26.jpegIl doppiopesismo della sinistra, che fa la forte con i deboli e mostra tutte le sue paure di imporsi con i forti, danneggia l’Italia. Vuole mandare all’asta le concessioni demaniali degli stabilimenti balneari (imprese soprattutto a conduzione familiare) ma rinnova in automatico concessioni molto più redditizie a favore di grossi gruppi, come quelle autostradali. La proroga di 18 anni della concessione senza bando di gara alla Società Autostrada Tirrenica sulla A12 Civitavecchia-Livorno è l’esempio lampante di questo atteggiamento. Viene da dire che a bloccare simili iniquità macroscopiche, qualche volta, per fortuna c’è la commissione UE, che ha deferito l’Italia davanti alla Corte di Giustizia proprio per le concessioni autostradali.

5 giugno 2014

Balneari, la nostra proposta di legge per la sdemanializzazione

cabineLe imprese balneari sono una realtà importante del nostro Paese, addirittura vitale per molte aree della Penisola. Per questo, Forza Italia ha voluto raccogliere le richieste di un settore messo in seria difficoltà dalle disposizioni della cosiddetta ‘direttiva Bolkestein’, ridisegnando, con una proposta di legge presentata dal capogruppo Brunetta, dall’on. Abrignani e da me, il quadro generale dell’istituto delle concessioni demaniali marittime.

Il nostro provvedimento ridefinisce il perimetro delle aree comprese nel demanio marittimo, sdemanializzando ed escludendo dal regime di concessione quelle già destinate allo svolgimento di attività turistico-ricreative e sportive. Queste aree verranno cedute, con la previsione di un diritto di opzione per gli attuali concessionari o di un diritto di prelazione, nel caso di vendita ad un prezzo inferiore a quello di esercizio dell’opzione. L’auspicio è che su questo testo possano convergere altre forze politiche, per assicurare un iter rapido che consenta di dare risposte concrete ai problemi del comparto.

Di seguito il testo della legge:

read more »

9 febbraio 2013

Bolkestein e spiagge, il Pdl difende le imprese familiari italiane

Si tratta di una battaglia solitaria, che richiede oggi massima unità da parte di tutti i balneari italiani“. Questo l’invito rivolto dal deputato versiliese del Pdl, Deborah Bergamini, all’incontro con gli operatori su Bolkestein e direttiva concessioni, organizzato dal Pdl stamattina a Rimini, alla presenza di Anna Maria Bernini, Sergio Pizzolante e dell’eurodeputata Lara Comi.

Dobbiamo difendere un modello di eccellenza dell’impresa italiana, che ha consentito uno sviluppo armonioso e non selvaggio del turismo sulle nostre coste. Ma dobbiamo anche sapere che in Europa abbiamo di fronte a noi un muro, perché le migliaia di chilometri di spiaggia del nostro paese fanno gola fuori dai nostri confini. Sia chiaro: noi difendiamo le imprese familiari italiane, e non gli interessi delle multinazionali alberghiere“, ha proseguito Bergamini. “Procediamo dunque a sincerarci se non ci sia, all’interno della Bolkenstein, lo spazio, eventualmente anche attraverso specifiche deroghe, a tutela del modello balneare italiano, così da evitare di condannare le nostre aziende ad una sorta di lavoro a scadenza.”

read more »

9 settembre 2011

I Balneari Versiliesi incontrano il ministro Anna Maria Bernini

da Viareggino.it

Si è svolto ieri a Roma presso il Ministero delle Politiche comunitarie un incontro tra alcuni balneari di Viareggio e il nuovo ministro Anna Maria Bernini accompagnata dal proprio staff tecnico e legislativo, coordinati dal capo dipartimento Prof. Roberto Adam.

La riunione, grazie ai buoni uffici dell’onorevole Deborah Bergamini e del Sindaco di Viareggio Luca Lunardini, ha permesso di anticipare i temi che saranno oggetto del prossimo incontro tra il Ministro e le organizzazioni nazionali di categoria per coordinare il lavoro che dovrà essere svolto a Bruxelles con quello sul fronte interno con il ministro Raffaele Fitto.

È stata è un’occasione di confronto per il collega Roberto Bertolucci ed il Presidente Lardinelli che hanno portato il saluto di Fiba al nuovo ministro, anticipandole i temi che dovranno essere sviluppati sin dai prossimi giorni.

Il colloquio franco e concreto ha mostrato come il ministro sia già pienamente a conoscenza dei problemi dei balmeari e sia determinata a fare tutto il possibile per aiutare una categoria che merita l’appoggio e la tutela del Governo per come e quanto abbia contribuito allo sviluppo dell’economia turistica italiana.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: