Posts tagged ‘attacchi’

10 marzo 2017

Sicurezza: terroristi possono hackerare elettronica veicoli per fare stragi

card bergaminage
La sicurezza informatica è un punto dal quale non si può più prescindere: i veicoli moderni sono ormai in ampissima parte controllati da sistemi computerizzati e per questo più vulnerabili a cyber-attacchi. Possono quindi trasformarsi in uno strumento distruttivo nelle mani di hacker e terroristi. È perciò necessario che il governo si impegni per contrastare questo rischio e che lo faccia in tempi brevi. 
Già nel settembre 2015 ho presentato un’interrogazione sul tema a seguito del caso dei due hacker Miller e Valasek, ripreso oggi dal quotidiano tedesco Frankfurter Allgemeine Zeitung, che riuscirono ad hackerare a distanza l’elettronica di una Jeep Cherokee. Di fronte al rapido avanzamento tecnologico, e al pericoloso dilagare di attacchi terroristici in Europa, diventa quindi sempre più urgente velocizzare anche le iniziative già in atto a livello comunitario per scongiurare il rischio che i terroristi possano scagliare contro la folla veicoli pur non essendo a bordo dei medesimi, ma hackerando le auto di cittadini inconsapevoli.
24 maggio 2013

Attaccano Berlusconi e il Pdl per superare proprie guerre intestine, ma noi restiamo concentrati sul Paese

deborah bergamini 16Gli attacchi al Presidente Berlusconi e al PdL stanno assumendo una sempre più preoccupante forma di cronicità. A giorni alterni si parla di interdizione dai pubblici uffici o di ineleggibilità, a seconda che a sferrare il colpo sia una certa parte della magistratura o della politica. Quelle rare volte in cui Berlusconi non è chiamato direttamente in causa, allora a tentare di innervosire gli animi interviene qualche benpensante, criticando in modo superficiale e abbastanza sciocco esponenti di primo piano del Popolo della Libertà”.

Lo scrive in una nota Deborah Bergamini la cui impressione ”è che si voglia tentare di testare quotidianamente il nostro senso di responsabilità e la nostra pazienza. Lo scoposottolineasembra essere quello di superare le proprie guerre interne cementandosi sulla consueta ossessione anti berlusconiana. Per fortuna, non siamo così sprovveduti come evidentemente qualcuno pensa e rimaniamo concentrati sul bene e sugli interessi del Paese”, conclude.

22 maggio 2013

Berlusconi guida l’iniziativa politica nonostante gli attacchi

Dalle elezioni ad oggi Berlusconi ha preso un’iniziativa politica molto forte che, lo vediamo dai sondaggi, lo sta premiando. Lui ha fatto una scelta, difficile da digerire per tutti noi, di sostenere con i suoi quasi 10 milioni di voti un governo a guida Pd, partito fortemente in difficoltà tanto che abbiamo perso 78 giorni per capire cosa volesse fare. Berlusconi, che è un grande incassatore e ha una grande lucidità e visione politica, ha guidato l’iniziativa politica con grande coerenza. Capisco che a molti questo possa non andar bene, non mi sorprende, come non mi sorprende che, attraverso terremoti giudiziari che si sono ripetuti negli anni, si sia tentato di screditare Berlusconi, di sottrargli l’iniziativa politica o addirittura di farlo fuori dallo scenario politico. E’ il dibattito che ha dominato questo Paese e che ne ha minato la credibilità. Sulla vicenda di Ruby, ho difficoltà a entrare nel merito. Vedo, e non da oggi, una forte necessità di attaccare, di guardare, di evidenziare la vita di Berlusconi in tutti i dettagli.

14 maggio 2013

Tav: no a violenze e teppismo e no a resistenza a ogni innovazione

Le violenze e gli atti di teppismo intollerabili avvenuti nel cantiere della Tav di Chiomonte richiedono una ferma risposta da parte delle istituzioni. Per questo apprezzo la tempestiva decisione del ministro Alfano e del ministro Lupi di partecipare al vertice di sicurezza a Torino“, afferma Deborah Bergamini, vicepresidente della commissione Trasporti della Camera. Deborah Bergamini congresso ppe bucarest 2012

E’ necessario – prosegue la deputata Pdl – che le istituzioni siano presenti e facciano sentire il loro sostegno a quegli amministratori locali che sono costretti a gestire situazioni tanto complesse. E d’altra parte, se il malessere dei cittadini, quando espresso in forma civile e democratica, va sempre ascoltato, è anche vero che non si può assecondare quelle sacche di resistenza a oltranza ad ogni innovazione che per decenni hanno bloccato lo sviluppo del nostro Paese e che ancora tentano di farlo. La Tav – conclude – è un’opera di altissimo valore strategico per l’Italia, un’opera in grado di proiettarci con ancor più forza in Europa e sulla quale, proprio per questo, non si può e non si deve tornare indietro

11 maggio 2013

Basta doppia morale per cui se manifesta la sinistra è democrazia, se lo facciamo noi è un attentato alla democrazia

Sarebbe davvero l’ora che la sinistra la smettesse con la doppia morale per cui se sono loro a riunirsi in piazza con il proprio elettorato ed i propri sostenitori è un ‘esercizio democratico’ mentre se lo facciamo noi è un ‘attentato alla democrazia’. E lo stesso dicasi per i protagonisti di retromarce a cui non piacciono le manifestazioni altrui. il Popolo della Libertà è un grande partito che rappresenta – secondo gli ultimi sondaggi – più di un terzo degli italiani. Incontrare questi cittadini e spiegare loro che cosa sta succedendo, per che cosa si lavora e ci s’impegna, ed ascoltarli, è più che lecito, è dovuto. Così come sarebbe dovuto che i nostri alleati di governo smettessero di guardarci con superiorità e disprezzo“.

Lo dichiara Deborah Bergamini, deputato Pdl, a commento della dichiarazioni che vari esponenti della sinistra hanno rilasciato in merito alla manifestazione del Popolo della Libertà oggi a Brescia.

6 aprile 2013

Atti vandalici a sede Pdl a Firenze, rifletta anche chi fornisce giustificazione ideologica

Ancora una volta ignoti, coraggiosi e molto democratici, scelgono la notte per esprimere le proprie idee a colpi di danni, incisioni e scritte ingiuriose contro una sede del Pdl. E tanto per cambiare succede a Firenze, nella civilissima Toscana. Inutile dire, o forse no, che certi atti definiscono da soli coloro che li compiono anche se, sono sicura, gli attori di cotanto gesto guardandosi allo specchio si definiscono democratici, corretti e civili“.
Così in una nota la deputata toscana del Pdl Deborah Bergamini, che prosegue: “rifletta anche chi fornisce una giustificazione ideologica a gesti come questi, definendoci ‘impresentabili’ o quant’altro. Questi sono gli effetti che un certo tipo di dibattito ‘politico’ causa sulle menti deboli. Agli esponenti e militanti del Pdl di Firenze, ovviamente, va tutta la mia vicinanza e solidarietà” ha concluso Bergamini.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: