Posts tagged ‘Brunetta’

3 dicembre 2014

Europa e governo Berlusconi: Renzi non tenti di cambiare la realtà delle cose

deborah bergamini fatti e misfatti tgcom 24Prima di azzardare ipotesi su chi ha causato problemi e chi deve risolverli, sarebbe meglio riflettere e non tentare di cambiare la realtà delle cose. Se il governo Berlusconi fosse stato davvero compiacente con l’Europa dell’austerità, con ogni probabilità non si sarebbe arrivati alle sue dimissioni forzate nel 2011 e oggi saremmo in ben altra situazione“.

Lo dichiara, in una nota, la responsabile comunicazione di Forza Italia, on. Deborah Bergamini, replicando alle parole di Renzi durante un’interrogazione alla Camera. “Berlusconi ha sempre tutelato gli interessi italiani in Europa, mentre dopo di lui, guarda caso, sono nati tre governi non eletti, l’ultimo dei quali proprio guidato da Renzi.

Se poi dall’Europa vogliamo tornare in Italia, prendiamo solo due dati: il primo riguarda la disoccupazione, sotto il 9% con Berlusconi, oltre il 13% oggi. L’altro si riferisce alla tassazione sulla casa, triplicata rispetto al governo Berlusconi“, conclude Bergamini.

6 ottobre 2014

Stamani incontro con i balneari per sostenere un comparto di eccellenza

Si è tenuto questa mattina, presso la sede nazionale di Forza Italia a Roma, un incontro con i rappresentanti nazionali di tutte le principali associazioni di categoria dei balnearideborah bergamini tajani brunetta abrignani gasparri forza italia balneari

All’incontro, promosso dalla responsabile comunicazione del partito, on. Deborah Bergamini, hanno preso parte il capogruppo di Forza Italia alla Camera, Renato Brunetta, il vicepresidente del Senato, Maurizio Gasparri, il vicepresidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, e il deputato di Forza Italia e presidente dell’Osservatorio parlamentare per il turismo, Ignazio Abrignani.

Forza Italia ha ribadito l’impegno in favore di imprese che rappresentano un comparto importante del settore turistico nazionale e che stanno pagando duramente gli effetti della crisi e le conseguenze negative delle interpretazioni date alle norme e ai principi del Trattato Europeo, da ultimo con la direttiva servizi conosciuta come Bolkenstein.

Nelle ultime due stagioni, nel settore balneare sono stati persi oltre 15.000 posti di lavoro e molte aziende dell’indotto sono già uscite dal mercato. Abbiamo voluto promuovere questo incontro tra i balneari e rappresentanti di Forza Italia con competenze specifiche sia nelle istituzioni italiane sia in quelle comunitarie, per confermare un impegno che ci vede da sempre al fianco dei balneari“, spiega Deborah Bergamini.

Forza Italia ricorda inoltre all’esecutivo che il prossimo 15 ottobre scadrà la proroga della delega al Governo per legiferare in materia di Concessioni Demaniali Marittime. “Di questo testo, che avrebbe dovuto risolvere le criticità del comparto, non se ne sa nulla. Non vogliamo diventi l’ennesima promessa non mantenuta da parte dell’esecutivo“, conclude Bergamini.

19 giugno 2014

Riforma della P.A: altro che risparmi, Renzi si prepara a infornata clientelare

deborah bergamini coffee breakAncora non la conosciamo nel dettaglio (d’altra parte il testo definitivo non c’è), ma quello che emerge già non ci piace: la riforma della P.A. di Renzi sembra preparare il terreno ad una bella infornata di amici e amici degli amici negli enti locali e nelle partecipate. Insomma, nemmeno Renzi resiste al tic clientelare della vecchia sinistra.

Il premier ha deciso di smantellare i vincoli di razionalizzazione introdotti dal governo Berlusconi, con la riforma Brunetta, e sfornare una serie di ‘aiutini’ per sindaci, signorotti e potenti locali. Pare che il governo voglia fare retromarcia sull’eliminazione dei requisiti curriculari richiesti per i componenti di staff, ma cade il divieto di assumere per i Comuni che destinano al personale più del 50% della spesa totale e viene triplicata la quota possibile di dirigenti a tempo determinato: dal 10% al 30% dell’organico. In poche parole, il contrario di quei risparmi tanto sbandierati dal premier. E così, i cittadini torneranno a pagare il prezzo di mancette elettorali e favori vari.

20 febbraio 2014

A fianco degli avvocati per una giustizia giusta e non umiliata

giustiziaUna delegazione di esponenti di Forza Italia, guidata dal capogruppo alla Camera dei Deputati, on. Renato Brunetta, e composta da Giovanni Toti, dai senatori Andrea Mandelli e Vincenzo Gibiino e dalla deputata Deborah Bergamini, ha incontrato questa mattina i rappresentanti dell’Organismo unitario dell’avvocatura italiana, riuniti in presidio di fronte Montecitorio. La manifestazione di protesta degli avvocati, che rientra nell’ambito dell’iniziativa di astensione dalle udienze in corso in questi giorni, è volta a denunciare la ‘giustizia umiliata’, evidenziando come senza diritti non possa esserci democrazia. La delegazione di Forza Italia ha ribadito tutta la propria preoccupazione per lo stato della giustizia italiana e, in particolare, per la progressiva contrazione del diritto alla difesa, denunciato dagli avvocati, ”.

24 settembre 2013

Bene Corte Strasburgo su Belpietro. Ora sì a ns legge in Aula per modifica reato diffamazione

Accogliamo con soddisfazione il pronunciamento favorevole della Corte di Strasburgo sul ricorso presentato dal direttore Belpietro contro la condanna a quattro mesi di carcere che gli era stata inflitta per la pubblicazione di un articolo ritenuto diffamatorio nei confronti di due magistrati, un’ottima notizia per tutta la stampa italiana. Da tempo sosteniamo che la previsione della reclusione carceraria nei confronti dei giornalisti per il reato di diffamazione non solo limita la libertà di stampa ma intacca gravemente la civiltà e la democrazia del nostro Paese. Deborah Bergamini premio nord sud lisbona

Alla Camera è stata presentata una proposta di legge, a firma del Presidente Brunetta, dell’on. Gelmini e mia, che va proprio nella direzione della modifica della normativa penale sulla diffamazione per escludere il carcere; mi auguro che, anche sulla scia delle importanti indicazioni che vengono da Strasburgo, la riunione dei capigruppo di domattina decida di calendarizzarla nel prossimo mese di ottobre”.

Lo dichiara la deputata del PdL Deborah Bergamini, Presidente della sotto-Commissione Media e Information Society del Consiglio d’Europa.

read more »

19 luglio 2013

Renzi pontifica, ma a tutti coloro che voleva rottamare ha regalato lunga vita

Renzi ormai non va più semplicemente in tv, lui sale sul pulpito e pontifica su tutto. Stasera, è riuscito ad attaccare in un colpo solo il Presidente Berlusconi, Brunetta e Schifani sostenendo che gli italiani non potrebbero affidarsi nuovamente a loro. Questo, ovviamente, scordando il fatto che non più tardi di qualche mese fa il PdL, con tutta la sua classe dirigente, è stato votato da milioni di italiani“. Così Deborah Bergamini (PdL).
Ad un giovane politico di già lungo corso come Renzi, che ha fatto della rottamazione dei dirigenti dei partiti il suo slogan – aggiunge – consiglierei di avere meno fretta nel ‘dismettere’ i politici che non gli piacciono. Fino ad oggi, infatti, a tutti coloro che voleva rottamare ha finito poi per regalare lunga vita“.

10 luglio 2013

Giornalisti: no a carcere per diffamazione

Anche oggi registriamo una nuova sentenza di condanna ai danni di un giornalista, di nuovo si prevede la pena del carcere e, guarda caso, sempre per diffamazione nei confronti di un magistrato. Ecco a cosa ci riferiamo quando sosteniamo che il problema di una certa giustizia in Italia non riguarda singole persone ma tutti i cittadini, arrivando a coinvolgere la stessa libertà di stampa, uno dei parametri per eccellenza sui quali misurare la maturità di un paese democratico“. Deborah Bergamini Tg2

Lo afferma in una nota Deborah Bergamini annunciando di aver firmato “insieme al Presidente Brunetta e all’on. Gelmini, una proposta di legge che elimina la reclusione carceraria come pena per il reato di diffamazione, una proposta sulla quale auspico ampia convergenza e il più breve iter di approvazione possibile. La mia solidarietà – conclude Bergamini – va al direttore, Giorgio Mulè, al giornalista, Maurizio Tortorella, e a tutta la redazione di ‘Panorama‘”.

read more »

8 luglio 2013

Debito: se numeri del Pdl sono ‘ridicoli’ il Demanio ci dia quelli ufficiali

Il piano di tagli alla spesa pubblica e di dismissione dei beni dello Stato è stato presentato dal PdL molto tempo fa. E’ un lavoro approfondito e articolato, che mette sul tavolo misure concrete e realistiche. Sembra però che in molti si siano accorti della nostra proposta solo oggi, per criticarla. 

Deborah Bergamini tg1

Per quanto riguarda, in particolare, il valore del nostro patrimonio immobiliare pubblico, se le cifre che il PdL ha stimato per le dismissioni, e che non sono mai state smentite, vengono ritenute ‘infondate e anche ridicole’, come ha precisato in modo chic il nostro alleato al governo Fassina, allora che si mettano altri numeri sul tavolo.

Esiste da dieci anni un ente pubblico economico, il Demanio, che ha svolto un censimento nel 2006. Chiediamo che i dati del patrimonio a diretta gestione dell’ente, opportunamente attualizzati, vengano resi pubblici una volta per tutte, in modo ufficiale e definitivo. Non è possibile che il nostro continui ad essere il Paese delle cifre opinabili, delle cortine fumogene e dell’incertezza. Vogliamo una grande operazione di trasparenza su ciò che è pubblico e, quindi, di tutti”.

Lo dichiara Deborah Bergamini, deputato Pdl.

read more »

28 giugno 2013

Impegno preso da Letta con la fiducia riguardava anche iva e imu

Se Letta è potuto arrivare a Bruxelles da una posizione di forza, raggiungendo buoni risultati, è perché ha il sostegno di tutti i partiti di maggioranza, PdL compreso. La nostra posizione rispetto al governo non è di critica distruttiva ma di pungolo costruttivo. Basta parlare di fuoco amico. Sostenere che il fattore tempo non è secondario nell’attività di questo governo non significa essere disfattisti ma realisti, perché la ripresa, non solo in Italia, continua a spostarsi in avanti“. Lo ha detto Deborah Bergamini del PdL intervenendo a Sky Tg24.

Bene, quindi, le misure sul lavoro – prosegue – ma la realtà ci dice che se le aziende non fatturano non assumono. Per questo sosteniamo la necessità di provvedimenti che immettano liquidità nel sistema e facciano ripartire i consumi. Le nostre richieste su Iva e Imu, che fanno parte dell’ accordo di governo, derivano da queste considerazioni. E dalle stesse riflessioni vengono le perplessità sulle coperture individuate per lo stop all’ aumento dell’ Iva

11 giugno 2013

Quella di Brunetta su iva e imu non è polemica pro-Pdl ma difesa interessi famiglie e imprese

Debora BergaminiIl Presidente Brunetta ha sollevato un problema che non riguarda il PdL ma i cittadini, le famiglie e le imprese. Se vogliamo uscire dalla recessione e ripredere a crescere le parole non bastano, ci vogliono misure concrete e noi ne abbiamo individuate due: l’abolizione dell’Imu e il blocco all’aumento dell’Iva. Sottolineare la necessità di attuare queste misure in modo coerente non è un affronto ma la presa d’atto di un’impellenza. Solo se gli italiani potranno contare con certezza sulle risorse liberate dai mancati pagamenti di queste tasse potremo sparare che tornino a consumare, aiutando quindi l’intero sistema-paese a ripartire. Si tratta di un principio talmente ovvio da far apparire ogni protesta un tentativo strumentale e inutile di polemizzare

Lo dichiara Deborah Bergamini, deputato Pdl.

read more »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: