Posts tagged ‘cassazione’

16 giugno 2017

Equitalia: contribuenti schiacciati da promesse sinistra

europa
Renzi prometteva che avrebbe chiuso Equitalia. Oggi gli si cambia nome e si aumentano i poteri di uno strumento che spesso sembra favorire atti di estorsione legalizzata. Sulle spalle dei contribuenti già pesano innumerevoli tasse volute dalla sinistra, adesso dopo le tante promesse non mantenute dal governo Renzi arriva anche questa. Dal 1 luglio la nuova Equitalia entrerà nell’Agenzia delle Entrate e, tramite anche controlli incrociati degni di un inquietante Grande Fratello, pignorare i conti correnti sarà ancora più facile. Se a tutto questo aggiungiamo una recente sentenza della Cassazione che sostanzialmente inverte la gerarchia delle fonti consentendo al fisco di derogare alla legge con i propri regolamenti interni, per i contribuenti si prospettano tempi sempre più duri.
18 ottobre 2016

Migranti, unioni civili li salvano da espulsioni

unioniSecondo quanto stabilito oggi dalla Cassazione, un immigrato che convive in una unione di fatto con un cittadino italiano, o una cittadina italiana, può evitare l’espulsione dal nostro Paese. È una ulteriore dimostrazione di quanto sia difficile mandare via gli immigrati irregolari una volta che sono sbarcati sulle nostre coste: nessun respingimento, pochissime espulsioni e irrisori ricollocamenti. E nel frattempo la spesa per migranti aumenta: 2,6 miliardi nel 2015, 3,3 miliardi nel 2016 e sono previsti 3,8 miliardi per il 2017.

11 marzo 2015

Processo Ruby: grande gioia e commozione per Berlusconi. Ora in campo per le regionali

Dopo una lunga camera di consiglio, la reazione del Presidente Berlusconi è stata di grande gioia e commozione, una sensazione di liberazione che ha condiviso con le tantissime persone che lo hanno chiamato, unita al rammarico per tutto quello che ha dovuto subire“. 

Lo ha detto, a Sky Tg24, la responsabile comunicazione di Forza Italia, Deborah Bergamini, a proposito dell’assoluzione in Cassazione di Silvio Berlusconi. 

Il Presidente è stato costretto per anni a difendersi da una serie infinita di accuse e di teoremi che hanno infangato non solo la sua reputazione ma, come lui stesso ha più volte sottolineato, la reputazione del Paese tutto agli occhi del mondo. È incredibile – ha proseguito la deputata – che un uomo che è sceso in campo e si è sempre battuto per libertà degli italiani abbia dovuto passare anni a rivendicare la propria innocenza. Oggi, con l’assoluzione, si sana in parte un periodo lungo e difficilissimo, fatto di ingiustizie, e si apre un nuovo percorso politico. Sono certa che il Presidente Berlusconi, con le elezioni regionali alle porte, vorrà spendersi in primissima persona in campagna elettorale: lo rivedremo in campo a difendere i valori per cui si è sempre battuto e che ruotano intorno alla libertà“, ha concluso. 

25 settembre 2014

Stupro: sentenza cassazione assurda e inaccettabile

Deborah Bergamini congresso ppe bucarest 2012Una sentenza assurda che tratta lo stupro come fosse un reato qualunque”. Così, in una nota, la deputata di Forza Italia Deborah Bergamini commenta la sentenza della Cassazione che prevede la possibilità di attenuanti anche nel caso di violenze carnali complete.

L’assurda cavillosità con cui i giudici della Cassazione spiegano la loro decisione e il modo ‘asettico’ con cui viene trattato un reato disumano, sono in totale contraddizione con l’impegno in Parlamento per contrastare la violenza di genere e con un’Italia che è tra i primi Paesi ad aver ratificato la Convenzione di Istanbul. E’ inaccettabile“.

19 marzo 2014

Giustizia: contro Berlusconi ormai preclusione ideologica

“Ormai è diventato praticamente impossibile difendere e riuscire a far valere le ragioni di Silvio Berlusconi sul territorio nazionale. Esiste una preclusione ideologica che comprime il diritto di difesa e travolge, al tempo stesso, la possibilità di milioni di elettori di esprimere democraticamente il proprio voto e di essere rappresentati dal Presidente Berlusconi”.

7 agosto 2013

Pd molto democratico: vuole governare con i ns voti ma senza Berlusconi

Riecco puntuale il Pd che rispolvera, stavolta con un’intervista del suo piu’ alto esponente a tempo, il mai abbandonato obiettivo: governare coi voti di noi ‘impresentabili’ ma senza l’ingombrante Berlusconi. Alla faccia della democrazia“. Lo scrive in una nota Deborah Bergamini (Pdl).

6 agosto 2013

Berlusconi, Esposito che anticipa su stampa motivazioni sentenza non è giustizia, è uno show

Deborah Bergamini congresso ppe bucarest 2012Con oggi siamo definitivamente passati dalla fase della politica spettacolarizzata a quella della giustizia che diventa show mediatico“. Lo afferma Deborah Bergamini (PdL). “Il Presidente di una sezione della Cassazione ritiene infatti buona prassi anticipare a mezzo stampa le motivazioni di una sentenza che non puo’ davvero definirsi ‘qualsiasi’, e nella quale e’ coinvolto, ingiustamente, il leader dei moderati italiani. Le valutazioni sui contenuti espressi da Esposito lasciano addirittura il passo, quanto a gravita’, al metodo scelto.

Aspettiamo ora che gli esponenti del Pd, sempre pronti ad accusarci di reazioni scomposte e di mancato rispetto delle sentenze e cosi’ solerti nel negare l’esistenza di anomalie nella storia giudiziaria e processuale del Presidente Berlusconi, esprimano un qualche parere in proposito“, conclude.

read more »

2 agosto 2013

Affetto, solidarietà e sostegno a Berlusconi. È e resta il nostro leader

La sentenza della Cassazione non ha saputo né voluto sanare l’abnorme ingiustizia subita da Silvio Berlusconi in questo processo e negli ultimi vent’anni. Ma non c’è condanna che tenga rispetto all’affetto, al sostegno, alla fiducia e alla vicinanza che milioni di italiani e tutto il PdL provano per il Presidente Berlusconi. Berlusconi è l’unico, insostituibile leader di tutti noi”. Lo afferma in una nota Deborah Bergamini (Pdl) sottolineando che ”a lui va il mio più grande affetto e tutta la solidarietà e la gratitudine per ciò che ha fatto per l’Italia e per ciò che continuerà ancora a fare, alla guida di tutti noi, per garantire la libertà in questo Paese“.

30 luglio 2013

Esito processo Mediaset non riguarda solo Berlusconi ma la democrazia nel ns paese

Deborah Bergamini congresso ppe bucarest 2012Non accettiamo lezioni sul modo migliore per attendere una sentenza fondamentale come quella sul processo diritti Mediaset. E spiace che da sinistra si alzino ancora oggi voci di protesta e lamentele scandalizzate. Purtroppo, a quanto pare, sono ancora in molti coloro che si ostinano o fanno finta di non capire che il destino giudiziario del Presidente Berlusconi non riguarda una sola persona ma la democrazia del nostro Paese, l’equilibrio tra i suoi poteri, il rispetto della volontà e della capacità di capire dei milioni di italiani che hanno votato liberamente e convintamente per il PdL e per il suo leader, anche alle scorse elezioni politiche. Non serve essere al di sopra delle parti per riconoscere tutto questo, basta un minimo di realismo o forse anche meno di questo: basta un minimo di onestà intellettuale.

read more »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: