Posts tagged ‘concessioni demaniali’

17 maggio 2017

Autostrade: sinistra forte solo con i deboli

WhatsApp Image 2017-05-17 at 18.13.26.jpegIl doppiopesismo della sinistra, che fa la forte con i deboli e mostra tutte le sue paure di imporsi con i forti, danneggia l’Italia. Vuole mandare all’asta le concessioni demaniali degli stabilimenti balneari (imprese soprattutto a conduzione familiare) ma rinnova in automatico concessioni molto più redditizie a favore di grossi gruppi, come quelle autostradali. La proroga di 18 anni della concessione senza bando di gara alla Società Autostrada Tirrenica sulla A12 Civitavecchia-Livorno è l’esempio lampante di questo atteggiamento. Viene da dire che a bloccare simili iniquità macroscopiche, qualche volta, per fortuna c’è la commissione UE, che ha deferito l’Italia davanti alla Corte di Giustizia proprio per le concessioni autostradali.

13 marzo 2015

Balneari: la mia interpellanza al governo sulle concessioni demaniali marittime, con risposta e replica

read more »

11 luglio 2013

Spiagge: soluzione canoni già nel ‘dl Fare’. E poi confronto con Ue per concessioni

Il sottosegretario Baretta si è impegnato a definire una soluzione già nel prossimo ‘Decreto Fare’ per i maxi canoni ed ha sostenuto che la Spagna ha effettivamente aperto un percorso sul quale lavorare in Europa. Il tavolo tecnico-politico sarà riconvocato a breve per continuare i lavori“. Bolkestein e spiagge, il Pdl difende le imprese familiari italiane

Così i parlamentari Pdl Sergio Pizzolante, Maurizio Gasparri, Deborah Bergamini, Ignazio Abrignani e Cinzia Bonfrisco dopo la costituzione, oggi, del tavolo al ministero dell’Economia, coordinato dal sottosegretario Pierpaolo Baretta, per il riordino delle concessioni e dei canoni demaniali. Rispetto alle norme sulle pertinenze della finanziaria Prodi del 2007, deputati e senatori Pdl chiedono la “sospensione dei pagamenti, un forte abbattimento dei valori dei canoni arretrati e l’abrogazione della normativa esistente.

Sulle concessioni, prorogate dall’Ue alla Spagna per 75 anni, i parlamentari pidiellini chiariscono: “ci possono essere diverse soluzioni tecniche, occorre però che l’Italia riapra un confronto in Europa con l’obiettivo di, sulla scia della soluzione spagnola, concordare un percorso capace di dare stabilità alle concessioni per la valorizzazione delle spiagge e per la ripresa degli investimenti

read more »

11 giugno 2011

Sulle concessioni demaniali

da Il Tirreno

C’è chi chiede lo stralcio e chi propone la vendita dei diritti

VIAREGGIO. Sono 103 le proposte di emendamento presentate da tutti i gruppi all’articolo 3 del decreto sviluppo, quello che riguarda le concessioni demaniali e i distretti turistici-alberghieri. Molti – provenienti dall’opposizione – chiedono di cassare in toto i commi 1, 2 e 3, quelli che istituiscono il diritto di superficie. Un buon numero di emendamenti correttivi è stato presentato dall’onorevole democratica Raffaella Mariani: fra l’altro quello che elimina il riferimento ai “valori di mercato” nella determinazione del canone annuo e quello che prevede che il diritto stesso possa costituirsi solo su edifici in regola con le norme urbanistiche. Un emendamento anche da Deborah Bergamini (Pdl), che chiede, fra l’altro, di portare la durata del diritto di superficie da 20 a 40 anni e di poter cedere a terzi il diritto acquisito. Molti di questi emendamenti, tuttavia, sono destinati a non essere accolti dal Governo e quindi, con tutta probabilità, a essere bocciati durante l’esame in aula. Il decreto dovrà essere convertito entro il 13 luglio. L.C.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: