Posts tagged ‘concessioni’

17 maggio 2017

Autostrade: sinistra forte solo con i deboli

WhatsApp Image 2017-05-17 at 18.13.26.jpegIl doppiopesismo della sinistra, che fa la forte con i deboli e mostra tutte le sue paure di imporsi con i forti, danneggia l’Italia. Vuole mandare all’asta le concessioni demaniali degli stabilimenti balneari (imprese soprattutto a conduzione familiare) ma rinnova in automatico concessioni molto più redditizie a favore di grossi gruppi, come quelle autostradali. La proroga di 18 anni della concessione senza bando di gara alla Società Autostrada Tirrenica sulla A12 Civitavecchia-Livorno è l’esempio lampante di questo atteggiamento. Viene da dire che a bloccare simili iniquità macroscopiche, qualche volta, per fortuna c’è la commissione UE, che ha deferito l’Italia davanti alla Corte di Giustizia proprio per le concessioni autostradali.

29 ottobre 2014

Sblocca Italia: dopo ok al mio Odg il governo chiarisca su concessioni autostrade

La norma dello Sblocca Italia che prevede, di fatto, una proroga delle concessioni autostradali in essere, è l’emblema di un’impostazione dirigista e di una chiusa al mercato che sono in aperto contrasto con la normativa europea, con i valori liberali e con il buon senso.  casello-autostrada

Mi auguro perciò che il mio ordine del giorno, che è stato accolto oggi dall’esecutivo, e che lo impegna il governo a spiegare gli effetti dell’entrata in vigore della norma, i casi cui verrà applicata e le modalità con cui si intende garantirne la compatibilità con il diritto europeo, serva a fare chiarezza. Anche perché dopo il richiamo da parte della Commissione Europea, è concreto il rischio che la decisione dell’esecutivo ci porti dritti verso una procedura d’infrazione di cui non abbiamo certo bisogno.

Di seguito il testo dell’ordine del giorno:

read more »

9 febbraio 2013

Bolkestein e spiagge, il Pdl difende le imprese familiari italiane

Si tratta di una battaglia solitaria, che richiede oggi massima unità da parte di tutti i balneari italiani“. Questo l’invito rivolto dal deputato versiliese del Pdl, Deborah Bergamini, all’incontro con gli operatori su Bolkestein e direttiva concessioni, organizzato dal Pdl stamattina a Rimini, alla presenza di Anna Maria Bernini, Sergio Pizzolante e dell’eurodeputata Lara Comi.

Dobbiamo difendere un modello di eccellenza dell’impresa italiana, che ha consentito uno sviluppo armonioso e non selvaggio del turismo sulle nostre coste. Ma dobbiamo anche sapere che in Europa abbiamo di fronte a noi un muro, perché le migliaia di chilometri di spiaggia del nostro paese fanno gola fuori dai nostri confini. Sia chiaro: noi difendiamo le imprese familiari italiane, e non gli interessi delle multinazionali alberghiere“, ha proseguito Bergamini. “Procediamo dunque a sincerarci se non ci sia, all’interno della Bolkenstein, lo spazio, eventualmente anche attraverso specifiche deroghe, a tutela del modello balneare italiano, così da evitare di condannare le nostre aziende ad una sorta di lavoro a scadenza.”

read more »

17 maggio 2012

Agenzie di recapito e qualità dei servizi postali, la mia mozione al Governo

Ho presentanto una mozione al Governo che lo impegni:

 ad adottare tutte le iniziative necessarie a garantire un adeguato livello qualitativo dei servizi postali, tale da superare le inefficienze verificatesi negli ultimi anni;

ad intervenire presso Poste Italiane s.p.a. affinché le gare d’appalto per l’assegnazione dei servizi postali siano avviate in modo tale da garantire la partecipazione delle piccole imprese, secondo le modalità già individuate nel memorandum del 2007 tra il Ministero delle comunicazioni, Poste Italiane e le organizzazioni sindacali delle agenzie di recapito, anche in applicazione dei principi affermati dallo statuto delle imprese (legge 11 novembre 2011, n. 180) e volti a favorire l’accesso delle micro, piccole e medie imprese agli appalti secondo i criteri individuati all’articolo 13 dello statuto stesso, nonché al fine di salvaguardare i livelli occupazionali del settore;

ad avviare concretamente il tavolo di concertazione previsto dallo stesso memorandum, quale luogo di confronto tra le parti interessate per individuare soluzioni idonee allo sviluppo del settore postale, senza tuttavia sacrificare le piccole imprese del recapito, già fortemente penalizzate dalle vicende vissute dal settore nel corso degli ultimi tredici anni.

Di seguito il testo integrale:

read more »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: