Posts tagged ‘cultura’

27 settembre 2017

Esquilino: interrogazione a Minniti su Moschee abusive

erarioL’aggressione ad una coppia colpevole di scambiarsi baci di fronte ad una moschea dovrebbe preoccupare tutti coloro che si ergono in difesa dei diritti di legalità, di sicurezza e di libertà. Questa aggressione è avvenuta di fronte ad una moschea che era già stata chiusa e poi riaperta. Al ministro Minniti chiederò le ragioni della riapertura di questa moschea, ma chiederò anche quante siano le moschee abusive nel nostro Paese e che tipo di approccio voglia seguire il governo italiano nei confronti di questi presunti luoghi di culto che per quello che ci riguarda dovrebbero essere semplicemente chiusi. Noi difendiamo e propaghiamo in tutti i modi la libertà di culto, ma non può esserci libertà di culto se essa non si muove all’interno di perimetri chiari di legalità.

27 luglio 2017

Cinema, attenzione a non farci scippare dalla Francia il Festival di Venezia

erarioLeggiamo dalle agenzie che il ministro Franceschini ha firmato con il ministro della Cultura francese un accordo comune sul cinema. Poiché sappiamo che per il governo francese ciò che è francese è francese e non si può toccare (vedi ad esempio la nazionalizzare di Stx per fermare Fincantieri), mentre ciò che è italiano può essere arraffato, non vorremmo che i nostri “cugini” d’Oltralpe stessero pensando di mettere le mani pure sul Festival del cinema di Venezia.

13 aprile 2017

Forteto: Regione Toscana esclude libro-inchiesta dal Salone del Libro di Torino

europa
Grave la decisione della Regione Toscana che ha negato la possibilità di presentare al Salone del Libro di Torino “Setta di Stato – Il caso Forteto”, dei giornalisti Francesco Pini e Duccio Tronci. Il libro è un’inchiesta sulla vicenda della comunità del Forteto, struttura in provincia di Firenze  destinata ad accogliere minori in condizioni di disagio e diventata invece tristemente famosa per le vicende giudiziarie legate allo sfruttamento minorile e agli abusi sessuali. Non c’è alcun motivo per giustificare l’esclusione di un libro simile, che aiuta invece a far capire a tutti cosa sia successo nella struttura. Il Salone del Libro di Torino è promosso dalla Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura che annovera tra i soci fondatori anche il Ministero dei beni culturali e delle attività culturali e del turismo. Inoltre il Mibact e la Presidenza della Repubblica compaiono in qualità di partner istituzionali della manifestazione. Alla luce del ruolo non solo istituzionale che ricopre nella manifestazione, chiedo perciò con un’interrogazione al Ministro come intenda muoversi per impedire che vengano adottati filtri censori al Salone del libro di Torino. Se l’obiettivo di quest’ultimo è anche quello di proporsi quale kermesse culturale è fondamentale che si scelga di sostenere una diffusione della cultura e delle informazioni che tenga conto anche degli aspetti critici e meno edificanti della storia del nostro Paese.
24 aprile 2016

Quando le donne in politica saranno considerate esseri pensanti e non adoranti?

Mi domando quando arriverà il giorno in cui le donne con ruoli di responsabilità nella politica italiana saranno considerate esseri pensanti e non adoranti. Perché in politica la dimensione razionale resta appannaggio degli uomini e quella emotiva è riservata alle donne? Ciò che, personalmente, osservo ogni giorno è esattamente il contrario. Ma la narrazione mediatica degli eventi obbedisce ancora a questo vecchio copione.

La conferma mi è giunta ieri mattina, leggendo un articolo di retroscena politico pubblicato su Repubblica.

Nel pezzo, che riporta vere o presunte divisioni in correnti di Forza Italia rispetto alle scelte da compiere per le elezioni comunali a Roma – non mi interessa qua entrare nel merito – vengono di fatto attribuiti agli uomini citati dei ragionamenti di strategia politica e alle donne menzionate (e ribattezzate “cerchio magico”) delle scelte dettate da una categoria non della ragione ma della passione: l’“adorazione”.

read more »

15 maggio 2013

Mi impegno a sensibilizzare con urgenza il governo sulla richiesta del Carnevale di Viareggio all’Unesco

Mi impegno a sensibilizzare con urgenza il nuovo governo e, in particolare, i Ministri della Cultura e degli Esteri, in merito alla richiesta presentata all’Unesco per l’iscrizione del Carnevale di Viareggio nel patrimonio culturale intangibile dell’umanità.” Lo dichiara Deborah Bergamini, deputata versiliese del Pdl, capogruppo in Commissione esteri. carnevale-viareggio-manifesto

L’urgenza è dovuta al fatto che ad oggi la pratica riguardante il nostro Carnevale risulta acquisita dall’organizzazione ma classificata tra i ‘file pendenti’, ovvero tra quelli che non sono stati trattati a causa delle limitate capacità dell’organizzazione di far fronte all’alto numero di richieste. La decisione di analizzare un file, tuttavia, viene presa dall’Unesco anche in base alle prioprità indicate dagli stati, e la procedura prevede che le scelte in merito vengano operate proprio in queste settimane. E’ dunque in questi giorni che il governo, con i Ministri competenti, può e deve intervenire affinché la pratica relativa al Carnevale di Viareggio, come le altre richieste italiane pendenti a Parigi, venga messa all’ordine del giorno delle prossime riunioni e, sperabilmente, risolta entro quest’anno.

Sarebbe un segnale importante di attenzione nei confronti di una delle manifestazioni culturali più antiche e genuine del nostro territorio, un tassello della nostra identità che è anche un evento turistico sempre pi ù noto all’estero e, per questo, volano dell’economia cittadina e non solo. Il Carnevale di Viareggio, infatti, è una manifestazione sentita e vissuta anche al di fuori dei confini della città, a livello provinciale ed anche regionale e merita tutta la nostra attenzione” ha concluso Bergamini.

read more »

23 novembre 2012

Pucciniano, oggi al tavolo in Regione. Bene approvazione finanziamenti ma situazione non ancora risolta

Dopo l’approvazione ieri, in Commissione Cultura alla Camera, della legge per il sostegno e la valorizzazione dei festival musicali ed operistici italiani di assoluto prestigio internazionale, che riconosce un finanziamento di un milione di euro all’anno per il Festival Pucciniano, vado alla riunione di oggi in Regione, dedicata proprio alle sorti del Festival, con il cuore un po’ più leggero ma non del tutto serena.

Sono consapevole, infatti, che i problemi del Festival non sono ancora risolti perché il peso, sempre più schiacciante, dei costi derivanti dalla costruzione del teatro rende ancora precaria la situazione del Pucciniano e, in particolare, il bilancio 2012. Solo per quest’anno, infatti, le spese per il pagamento del mutuo contratto per il nuovo teatro e per il pagamento dell’Imu ammontano a 800.000 Euro.

Dobbiamo assolutamente trovare una soluzione e spero che il tavolo di oggi sarà risolutivo. Il Festival Pucciniano è uno degli eventi culturali più importanti del nostro territorio e, non dimentichiamolo, nonostante la crisi garantisce un indotto di circa 15 milioni di euro.

19 ottobre 2012

Carnevale, bene il tavolo tecnico. Dobbiamo recuperare ritardo per edizione 2013

Si dichiara soddisfatta l’On. Deborah Bergamini dell’esito del tavolo tecnico sul Carnevale di Viareggio che si è tenuto oggi in Regione Toscana, a Firenze.

Eravamo tutti presenti – dice la deputata viareggina – parlamentari, Presidente della Provincia, Commissario prefettizio di Viareggio, rappresentanti di Fondazione e carristi, a riprova della rilevanza, culturale ed economica, del Carnevale di Viareggio e dello sforzo comune per garantirne un futuro all’altezza della sua storia. Lo ha riconosciuto anche il Presidente Rossi, che si è impegnato ad istituzionalizzare il rapporto tra Regione e Carnevale attraverso un protocollo d’intesa che non ci costringa, ogni anno, a tornare a ripetere le stesse richieste”.

Rossi ci ha chiesto una settimana. Sono certa che rispetterà questa scadenza dato che le criticità della situazione economica del Carnevale hanno impedito ai carristi di iniziare la costruzione dei carri per l’edizione 2013, quella del 140esimo anniversario del Carnevale. Dobbiamo quindi recuperare questo forte ritardo” ha concluso Bergamini, che già a Settembre aveva scritto a Rossi per sollecitare la tenuta del tavolo, inizialmente previsto per Luglio e poi annullato dalla Presidenza della Regione.

 

5 ottobre 2012

Agenda Digitale, investimenti in infrastrutture e contenuti dovrebbero andare insieme

da Key4biz:

Agenda digitale: da Confindustria Cultura Italia, 4 priorità irrinunciabili per l’industria

Iva ridotta sul digitale, campagne informative, lotta alla pirateria, incentivi agli operatori che investono.

Media – Confindustria Cultura Italia chiede che il Governo metta i contenuti culturali al centro dell’Agenda digitale, che dovrebbe essere discussa domani in CDM nell’ambito del Decreto sviluppo bis.

La richiesta di dare ai contenuti un ruolo centrale, perché ‘la rete senza contenuti non è nulla’ e perché lo chiede con urgenza anche la Commissione Ue, è stata al centro del convegno “L’Agenda digitale per lo sviluppo dei contenuti culturali”, in programma questa mattina all’Auditorium di Roma.

Pesante il monito lanciato da Marco Polillo, presidente di Confindustria Cultura Italia, “Si vogliono costruire “autostrade” per il digitale in Italia, dimenticando che qualcosa bisogna metterci su: quel qualcosa siamo noi, quel qualcosa lo fanno da sempre le nostre industrie ed è dannoso per il Paese, non solo per i nostri settori, non prenderlo in considerazione”.

Per Deborah Bergamini, relatrice del progetto di legge bipartisan sull’Agenda Digitale Italiana, “Gli investimenti in infrastruttura e contenuti dovrebbero procedere di pari passo”. “Una vera Agenda digitale – ha aggiunto – deve muovere da questi presupposti. Mi auguro che parlamento e governo si facciano carico di queste esigenze nell’imminente decreto Digitalia”.

read more »

6 luglio 2012

Premio Voix des femmes, mi onora e mi rende felice veder riconosciuto il mio impegno

 E’ in omaggio al suo percorso professionale, esempio per altre donne, ed al suo impegno per il dialogo tra le due rive del Mediterraneo che questa sera a Tetouan, in Marocco, sarà premiata l’Onorevole Deborah Bergamini, Presidente del Centro Nord-Sud del Consiglio d’Europa, in apertura del Festival Voix des Femmes, con un riconoscimento omonimo.

Saranno laureate insieme a lei Lalla Keltoum Alaoui, Presidente di UNIFEM, Amina Bouayach, vice-presidente della Federazione internazionale dei Diritti Umani, Naima Bouhati, Presidente dell’associazione SANAD e l’ambasciatrice Halima Ouarzazi, mentre un premio specifico sarà consegnato anche ad alcune organizzazioni per il loro impegno sul terreno al fianco delle donne marocchine.

Giunto alla sua quinta edizione, il Festival Voix des Femmes prende il nome dell’associazione che lo organizza e si propone di fare della cultura e dell’espressività femminile uno strumento di sviluppo sostenibile ed un canale per il dialogo tra i popoli. Per due giorni la città di Tetouan, la cui Medina è patrimonio dell’UNESCO, sarà animata da concerti di gruppi locali ed europei, mostre, esposizioni e dibattiti. Fulcro della manifestazione sarà la conferenza dedicata a “l’approccio di genere per lo sviluppo delle donne nel Mediterraneo” durante la quale interverrà anche l’Onorevole Bergamini, in una sessione dedicata a “lo spazio delle donne nei media e nella vita culturale”.

4 maggio 2012

Maria Stella Gelmini a Lucca, i video

Da La Voce di Lucca:

L’Onorevole Gelmini evidenzia il buon governo di Mauro Favilla

L’Onorevole Mariastella Gelmini è al fianco di Mauro Favilla per queste prossime elezioni amministrative. Ieri pomeriggio (giovedì 3 maggio) ha fatto visita a Lucca ed è stata accolta dalla lista del Pdl e dal sindaco all’Antico Caffè delle Mura.

“Lucca è una città che mi è cara – ha detto l’Onorevole Gelmini -. Conosco Favilla e sono consapevole del suo buon governo. L’onestà, la passione e la tenacia, la sobrietà e la competenza sono tutte caratteristiche e qualità del sindaco Favilla. Noi siamo orgogliosi di sindaci come lui. Lucca vanta – ha sottolineato l’Onorevole – della tassazione più bassa della Toscana e di un bilancio comunale sano. Sono risultati molto importanti e non facili da ottenere”.

La Gelmini ha inoltre ricordato la profonda vocazione di Lucca per la cultura, evidenziabile, tra l’altro, dal successo ottenuto in questi anni da Imt. Hanno partecipato all’incontro l’ex assessore comunale all’istruzione, Donatella Buonriposi, che ha evidenziato la presenza di ben 9 donne candidate nella lista del Pdl, l’Onorevole Deborah Bergamini, il vice presidente del coordinamento provinciale del Pdl, Gabriele Brunini, ed ovviamente il sindaco Mauro Favilla, il quale ha ricordato l’importanza della promozione della cultura e del turismo come volani per la crescita e lo sviluppo della città.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: