Posts tagged ‘direttiva’

14 luglio 2016

Balneari, Governo tutela banche e dimentica imprese

spiaggeQuando a febbraio di quest’anno l’avvocato generale della Corte di Giustizia europea si era dichiarato contrario alla proroga delle concessioni balneari in essere in Italia, avevamo chiesto a gran voce al premier Renzi di attivarsi in prima persona per scongiurare questo pericolo. Oggi invece è arrivata la sentenza che rappresenta una minaccia per la sopravvivenza di decine di migliaia di imprese italiane.

Il Governo è molto attivo in Europa per chiedere favori e deroghe per salvare banche e banchieri ma si è completamente disinteressato di un settore economico fondamentale per l’occupazione e la crescita del nostro Paese, penalizzando le imprese turistiche titolari di concessioni demaniali, e proprio nel pieno della stagione estiva. Altri Paesi, con minor peso economico rispetto all’Italia, come Spagna e Portogallo, hanno chiesto e ottenuto dalla Ue una deroga dalla Bolkestein, l’Italia no, appalesando una evidente ininfluenza politica. Le ripercussioni saranno enormi anche dal punto di vista occupazionale e questo stride con l’atteggiamento di un Governo che continua a vantarsi degli inesistenti effetti salvifici del Jobs Act. Con questa sentenza si perderanno posti di lavoro, si perderanno gli investimenti dei nostri piccoli imprenditori balneari e si perderà anche la certezza del futuro.

21 giugno 2013

Ue: importante che direttiva tabacco garantisca contro contraffazione e contrabbando

E’ importante che la direttiva Ue sul tabacco approvata oggi garantisca una tutela contro contraffazione e contrabbando“. Deborah Bergamini tg1 rai

Lo sottolinea all’ Adnkronos Deborah Bergamini, capogruppo del Pdl in commissione Esteri della Camera. “Nella fase economica che stiamo vivendospiegaè alto il rischio che si ricorra alle sigarette di contrabbando o contraffatte, perchè costano di meno ma provocano anche rischi maggiori alla salute. Nella commissione sulla contraffazione abbiamo lavorato molto su questo versante, quindi è importante qualsiasi intervento che scongiuri qualsiasi rischio di contraffazione e di contrabbando e tuteli da questi pericoli

read more »

31 maggio 2013

Tabacco: con direttiva pacchetto bianco rischio aumento contraffazione

Roma, 31 mag. (TMNews) – Il progetto di direttiva europea sul tabacco, che prevede vincoli alla produzione e al commercio di sigarette, tra cui il cosiddetto “pacchetto bianco” senza marchi e con il 75% dello spazio dedicato a scritte e immagini dissuasive, rischia di avere un effetto contrario: aumentare la contraffazione di sigarette, già in crescita per la crisi, visto che le false sigarette, realizzate con componenti non controllati e potenzialmente rischiosi per la salute, costano la metà di quelle regolari. E’ l’allarme che lancia l’on. Deborah Bergamini, capogruppo Pdl in commissione affari esteri e comunitari della Camera e vicepresidente, nella scorsa legislatura, della commissione speciale contraffazione che aveva studiato anche il fenomeno delle false sigarette.
Nella commissione sulla contraffazione, che ho proposto di ricostituire anche in questa legislatura – dice la Bergamini – era emerso con chiarezza il rischio che la direttiva tabacco, nata con le migliori intenzioni, possa nei fatti avere effetti contrari: cioè un forte aumento della contraffazione dei prodotti del tabacco, con un aumento dei rischi per la salute perchè le sigarette contraffatte sono fatte con componenti non controllati.
Il pacchetto bianco senza marchi sarebbe infatti un forte incentivo ai contraffattori, come falsificare banconote che fossero un semplice foglio bianco. Una delegazione della commissione contraffazione si recò a Bruxelles per indicare questi rischi e sono soddisfatta del fatto che nell’incontro di ieri a Roma con il commissario europeo Borg le ministre dell’Agricoltura De Girolamo e della Salute Lorenzin abbiano sottolineato le preoccupazioni del Parlamento italiano
“.
Bergamini sottolinea anche i rischi che il progetto di direttiva presenta per le nostre coltivazioni di tabacco, preoccupazioni già sottolineate a TMNews dall’ on. Paolo Russo della commissione Agricoltura della Camera. “L’Italia – conclude Bergamini – produce molto tabacco di elevata qualità. Abbiamo una filiera produttiva che dà lavoro a centinaia di migliaia di famiglie che rischiano di essere fortemente danneggiate dalla direttiva“.

26 aprile 2012

Contraffazione colpisce al cuore il Made in Italy ma non c’è sufficiente consapevolezza

Da Labitalia:

Roma, 26 apr. (Labitalia) – “La contraffazione colpisce al cuore il nostro sistema Paese perchè di fatto va a rubare proprio dove abbiamo il nostro patrimonio più importante: dell’idea, della creatività, dell’innovazione, della ricerca e sviluppo dove le nostre aziende investono da sempre”.

Lo ricorda a LABITALIA Deborah Bergamini, deputato Pdl, vice presidente della Commissione parlamentare di inchiesta sui fenomeni della contraffazione e della pirateria in campo commerciale e promotrice di un disegno di legge per la proclamazione della giornata nazionale anticontraffazione, in occasione della Giornata Mondiale della Proprietà Intellettuale che si celebra oggi.

“Quello italiano – afferma – è l’unico Parlamento occidentale che ha deciso di destinare una commissione di inchiesta sul fenomeno della contraffazione e della pirateria commerciale e questo dimostra quanto ormai si sia presa consapevolezza, a livello istituzionale, del danno non solo economico, ma sociale e culturale che determina nel nostro Paese“.

La contraffazione – ricorda – tocca tutti i nostri prodotti più innovativi: dal design all’arredamento e all’agroalimentare. Si stima che la contraffazione in Italia varrebbe circa 7 miliardi di euro annui e che sottrarrebbe circa 130mila posti di lavoro. Il problema è che se l’aspetto istituzionale del Paese ha acquisito grande consapevolezza del danno economico e sociale determinato dalla contraffazione e, non ultimo, il danno alla salute e alla sicurezza dei consumatori, da parte di quest’ultimi non c’è analoga consapevolezza del danno che si fa nel momento in cui si acquista o si utilizza un bene contraffatto e forse anche i reati di contraffazione non sono puniti con la necessaria durezza. Ecco perchè nasce l’idea di istituire una giornata nazionale anticontraffazione“.

read more »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: