Posts tagged ‘eguaglianza’

8 marzo 2016

Non un giorno ma ogni giorno

Oggi è un giorno normale in cui io lavoro. 8mazo
Oggi ho diritto di voto, ad un equo salario, al congedo di maternità e pari diritti coniugali grazie alle donne che sono passate su questa terra prima di me. E che non hanno lottato un giorno, ma ogni singolo giorno della loro vita.
E io, in questo singolo giorno come ogni giorno, porto avanti la battaglia per la parità di genere. In ogni ambito, che i diritti da ottenere e, soprattutto, da implementare sono ancora tanti.
Buon ogni giorno a tutte noi.
25 novembre 2013

Contro violenza sulle donne ci vuole impegno per cambio di mentalità a livello globale

deborah bergamini 13Per cogliere al meglio lo spirito della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, occorre rileggere l’atto con cui l’Onu la istituì, e nel quale si fa esplicito riferimento la fatto che la violenza contro le donne è un ostacolo al raggiungimento di una piena parità di genere, allo sviluppo e alla pace. La violenza è uno dei meccanismi sociali che più agiscono per mantenere le donne in una posizione subordinata e questo è particolarmente vero, a livello globale, per alcuno categorie di donne che si trovano in situazioni di vulnerabilità e di pericolo come le donne rifugiate, migranti, detenute o in zone di guerra.

Era il 1999. Oggi, a distanza di quasi quindici anni, le cronache ci restituiscono orrori contro la dignità e l’integrità della donna e violazioni dei diritti umani fondamentali che non accennano a diminuire: mutilazioni e segregazioni perpetrate per motivi religiosi, stupri sui cosiddetti ‘barconi della speranza’ e – scientificamente e strategicamente attuati – nelle zone di guerra, violenze silenziose, ma non per questo meno drammatiche, che nei Paesi ‘civilizzati’ si realizzano spesso tra le mura domestiche.

La Convenzione di Istanbul contro la violenza domestica, recentemente ratificata dall’Italia, e la risoluzione che ho presentato e che è stata approvata dalla Camera impegnando così il nostro governo ad azioni di contrasto delle violenze sulle donne nelle aree di guerra, sono strumenti importanti, ma fondamentale è garantire la loro effettiva e piena applicazione. È necessario un vero sforzo comune e condiviso perché l’obiettivo che dobbiamo porci è molto ambizioso: si tratta di un cambiamento di mentalità, abitudini, costumi. Nella consapevolezza che i diritti non vanno mai considerati pienamente acquisiti, ma è necessario tenere alta la guardia ovunque, per evitare una regressione purtroppo sempre possibile”.

9 gennaio 2013

Politiche di genere, solo retorica. Il governo Monti non ha rifinanziato politiche.

Deborah Bergamini Lido di CamaioreTanti proclami sulla centralita’ della donna e addirittura un’agenda ‘pink’ candidata alle prossime elezioni, e poi scopriamo che il governo si e’ dimenticato di rifinanziare, con il decreto pubblicato il 31 dicembre e riguardante il bilancio dello stato, i progetti di azioni positive per la parita’ di genere“. Lo afferma Deborah Bergamini, deputata del Pdl.

Siamo di fronte -aggiunge- a un nuovo caso di conflitto tra realta’ e retorica. Il perfettissimo governo tecnico -conclude Bergamini- anche sul tema dell’eguaglianza ha fatto meno del precedente governo Berlusconi“.

read more »

11 ottobre 2012

Bene doppia preferenza di genere, non sono quote rosa

Bergamini (Pdl): Bene doppia preferenza di genere, non sono quote rosa ed è misura necessaria.

 “Bene l’approvazione ieri al Senato della legge sulla doppia preferenza di genere. Peccato che, essendo stato modificato il testo approvato alla Camera, adesso ci sia bisogno di un nuovo voto a Montecitorio. Mi auguro che venga calendarizzato in tempi brevissimi“.

Così Deborah Bergamini (PdL), che prosegue: “la possibilità di esprimere due preferenze, purché si diano a candidati di genere diverso, non crea percorsi preferenziali ne’ le tanto vituperate quote. Al contrario la doppia preferenza è uno strumento che aiuta a garantire una composizione più equilibrata dei collegi elettivi e che dovrebbe incentivare i partiti ad inserire in lista un maggior numero di donne. Sia chiaro che questa misura tutela il genere meno rappresentato; oggi le donne ma domani potrebbero essere gli uomini.”

Non vedo nessuno obbrobrio, se non il fatto che meno del 20% degli amministratori locali sono di genere femminile. Sono sicura che esistono molte più donne meritevoli e capaci, pronte ad impegnarsi nell’amministrazione del bene comune” ha concluso l’Onorevole azzurra riferendosi ai distinguo emersi ieri durante la discussione della legge in Senato.

6 marzo 2012

Riforma legge elettorale è opportunità per attuare vera democrazia paritaria

Debora Bergamini“Ho accolto con gioia l’invito a firmare l’appello dei colleghi Guglielmo Vaccaro, Roberto Occhiuto e Fabio Rampelli su ‘Parlamento ed equità tra i generi’. Mi ha fatto davvero piacere, non lo nascondo, che i promotori di questa iniziativa fossero tre uomini. Ciò dimostra che un’equa rappresentanza di genere non è una mera rivendicazione femminile, una pretesa radical-chic o, peggio, il tentativo di alcune donne di essere favorite nella competizione elettorale, bensì una necessità sentita da tutta la società”. Lo dichiara in una nota l’On. Deborah Bergamini, PdL, che si trova a Parigi per una riunione della Commissione cultura del Consiglio d’Europa.

“Ormai le statistiche sulla partecipazione delle donne al mondo del lavoro, sulla percentuale di loro che ricoprono ruoli direttivi pur a fronte di un’ottima scolarizzazione e anche sulla partecipazione politica femminile, sono note a tutti. Sappiamo che i numeri sono bassi e che c’è uno scoglio culturale da superare” continua l’On. Bergamini, che conclude: “la riforma della legge elettorale può essere un’ottima opportunità per spiccare quel balzo in avanti di cui abbiamo bisogno per giungere ad una vera democrazia paritaria. Il Parlamento, cuore pulsante della democrazia, non si lasci sfuggire l’opportunità di assicurare una vera rappresentanza della società italiana ma, anzi, dia l’esempio”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: