Posts tagged ‘emancipazione’

27 maggio 2013

Sulla violenza contro le donne si proceda in modo unito e multipartisan, no a ideologie e pregiudizi

Di fronte ai terribili fatti di cronaca che hanno caratterizzato anche gli ultimi giorni possiamo dire che la ratifica della Convenzione di Istanbul per la lotta alla violenza sulle donne avviene nel momento più adatto e, forse proprio per questo, immancabilmente troppo tardi“.

Lo ha dichiarato l’On. Deborah Bergamini, Pdl, primo firmatario della proposta di legge di ratifica per la Convenzione di Istanbul, durante la discussione generale sul provvedimento in corso alla Camera dei Deputati.

Nell’esprimere – ovviamente – il proprio sostegno alla ratifica della Convenzione, Bergamini ha anche ricordato come la Camera sia stata “protagonista, già durante la scorsa legislatura e in maniera multipartisan, del percorso che ha portato l’Italia a firmare questo trattato internazionale, il primo giuridicamente vincolante in materia di violenza sulle donne, e, oggi, a ratificarlo“. Infine ha invitato i colleghi a “non considerare mai pienamente acquisiti – e quindi scontati – i diritti che garantiscono la parità di genere, perché questi non lo sono mai. Così come nessuno può dichiararsi immune da ‘scivolate’ in questo campo“. Per questo ha concluso, si “proceda su questi temi in modo unito e multipartisan, lasciando da parte ideologie e pregiudizi.

read more »

21 agosto 2012

Tunisia e non solo: l’emancipazione femminile non va data per scontatata

Da Famiglia Cristiana:

La gioranlista tunisina Sondes ben Khalifa mostra fiera il dito sporco di inchiostro nero, simbolo della sua partecipazione alle prime elezioni post-rivoluzionarie in Tunisia. A Montecitorio, durante la conferenza organizzata dall’On. Bergamini

Tunisia, l’autunno delle donne

La nuova Costituzione stabilisce che la donna è complementare all’uomo. “Dopo la primavera araba”, commenta l’onorevole Deborah Bergamini, la condizione femminile è regredita”.

18/08/2012

Cosa resta della primavera araba in Tunisia? Il primo Paese che, a dicembre del 2010, ha innescato il grande processo rivoluzionario, ora sembra tornare indietro, almeno per quanto riguarda il mondo femminile: l’articolo 27 del progetto della nuova Costituzione, approvato dalla Commissione per i diritti e le libertà, stabilisce che la donna è complementare all’uomo, quindi non uguale, non portatrice dei medesimi diritti. Un evidente e allarmante passo indietro rispetto alla Costituzione del 1956, che conferiva alla popolazione femminile gli stessi diritti e la stessa dignità di quella maschile.

Alla situazione in Tunisia guarda con particolare preoccupazione il Consiglio d’Europa di Starsburgo, e in particolare il Centro Nord Sud, ente nato in seno al Consiglio d’Europa che si occupa del dialogo interculturale con i Paesi arabi del Mediterraneo e presieduto da Deborah Bergamini, deputata del Pdl e dal 2008 membro della delegazione italiana all’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa. «Negli ultimi anni, già prima dello scoppio della primavera araba», spiega la Bergamini, «abbiamo dedicato gran parte del nostro lavoro alle politiche giovanili e femminili, consapevoli che proprio lì, tra le donne e i giovani, risiedono le forze di rinnovamento più importanti della società».

read more »

26 aprile 2012

Al via l’Euro-Med Women Network. L’impegno continua

Cari amici,

come sapete, nelle conclusioni della conferenza dedicata a Le Donne come Agenti di Cambiamento nel Sud del Mediterraneo che, come Presidente del Centro Nord-Sud del Consiglio d’Europa, ho organizzato a Montecitorio lo scorso Ottobre, ci eravamo prefissate, tra gli altri, l’obiettivo di

Costruire un Network femminile per la governance democratica, volto ad investire nel capacity building, che favorisca l’accesso delle donne alla politica sia a livello nazionale che locale.

Sono felice di poter dire, oggi, che la promessa è stata mantenuta. Da pochi giorni è ufficialmente online e funzionante la piattaforma web di supporto al nostro Euro-Med Women Network, che conta già più di 200 aderenti provenienti da 40 paesi. Questo traguardo non segna certo la fine del processo ma, anzi, il suo inizio: si tratta di uno strumento che ci permetterà di lavorare insieme con continuità nonostante la distanze fisica.

Di seguito l’agenzia ANSAmed sull’argomento:

Euromed: creato sito web per emancipazione donne arabe. Iniziativa del Consiglio d’Europa per favorire dialogo

(ANSAmed) – STRASBURGO, 25 APR – Si chiama Euro-Med Women Network (www.nswomennetwork.org) il nuovo sito web creato dal Centro Nord Sud del Consiglio d’Europa, che mira a creare una piattaforma dove le donne europee e arabe possano scambiarsi le loro esperienze. L’iniziativa voluta dalla deputata italiana Deborah Bergamini, presidente del Centro Nord Sud, è stata presentata oggi a Strasburgo ad alcuni autorevoli rappresentanti del nord e del sud del Mediterraneo, che oltre ad assistere all’inaugurazione del sito hanno cominciato i lavori che consentiranno di dare eco alle rivendicazioni e i suggerimenti che emergeranno dalle discussioni online.

“E’ grazie a internet che è nata la primavera araba”, osserva l’onorevole Bergamini, “e questo sarà anche il nostro luogo di incontro”, dice aggiungendo che “ogni donna, araba o europea, potrà mettersi in contatto con altre donne, scambiare le reciproche esperienze, ma anche trasmettere messaggi alla società civile e alle autorità politiche”. “Così vogliamo aiutare la donna araba, finora privata di qualsiasi diritto a emanciparsi”, sottolinea la parlamentare.

read more »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: