Posts tagged ‘facebook’

13 luglio 2013

Solidarietà a Carfagna. No all’incitamento all’odio online

Esprimo la mia solidarietà, umana e politica, alla collega Carfagna, oggetto di minacce sul web. Proprio pochi giorni fa, insieme a colleghi di tutti i gruppi, abbiamo depositato una mozione contro l’incitamento all’odio online, nella convinzione che mai e poi mai l’indiscusso principio della libertà di espressione declinato sul web deve consentire che ci siano tolleranza e assuefazione verso comportamenti violenti e illegali, aiutati dalla possibilità di rimanere nascosti dietro identità virtuali.
Il web é uno spazio di interazione umana sempre più affollato, le istituzioni devono frequentarlo attivamente per affermare e tutelare anche lì i diritti umani fondamentali dell’individuo e contrastare ogni forma di violenza
“.
Lo dichiara Deborah Bergamini, deputato Pdl, presidente della sottocommissione dedicata ai Media e all’Information Society del Consiglio d’Europa.   ……….

26 novembre 2012

Regolamentazione della rete, il governo risponda alla mia interrogazione

Cari amici,

condivido con voi questo articolo del Sole 24 Ore che spiega in modo chiaro le questioni aperte sul tavolo della regolamentazione della Rete. Come sapete ho presentato un’interrogazione per chiedere al Governo quali posizioni intenda assumere nell’ambito della Conferenza mondiale sulle telecomunicazioni internazionali (WCIT) che si terrà a Dubai dal 3 al 14 dicembre 2012 con l’obiettivo di rivedere i Regolamenti internazionali delle telecomunicazioni (ITR).

Attendo ancora risposta

Ecco l’articolo:

read more »

24 maggio 2012

Responsabilità editoriale online, come la pensate?

Cari amici,

oggi condivido con voi la registrazione video di una tavola rotonda che si è tenuta durante l’ultima sessione dell’Assemblea Parlamentare del Consiglio d’Europa, dedicata alla libertà di stampa su internet (Media freedom on Internet).

Durante il suo intervento, Bill Echikson, Head of Free Expression a Google Europe, ha spiegato che la libertà di stampa non è un problema solo “tra i soliti sospetti”, ovvero in Asia – per esempio, ma anche in Europa. E per suffragare quest’affermazione ha citato il caso di tre impiegati di Google che sono stati condannati da un tribuneale italiano a causa di un video caricato su YouTube. Questo video non era di Google e non era stato prodotto, ne’ approvato, dagli impiegati condannati che hanno provveduto a rimuoverlo non appena la Polizia lo ha chiesto.

Mi sono dunque sentita di dover intervenire dato che ciò che Echikson non ha detto è che quel video riguardava un ragazzino affetto da sindrome di Down maltrattato dai compagni di classe. Anzi, direi che quel video faceva parte dei maltrattamenti a tutti gli effetti. E’ vero che Google lo ha poi tolto, ma nel frattempo era rimasto online per due mesi.

Credo che casi come questo ci mettano di fronte ad un interrogativo che dobbiamo porci seriamente e senza pregiudizi ideologici di sorta: di chi è la responsabilità editoriale dei contenuti user generated?

Per Echikson è degli utilizzatori che, secondo lui, sempre rispondendo ad una mia domanda, sono sufficientemente consapevoli di ciò.

Io credo che ci voglia un supplemento di riflessione e credo anche che si debba considerare parte della questione il fatto che quel video mandato online “a sua insaputa” abbia contribuito a generare profitti, come accade ai contenuti che noi tutti gratuitamente condividiamo.

E voi come la vedete?

2 aprile 2012

New Media o Immedia? Il mio intervento alla scuola di formazione politica del PdL di Roma

Cari amici,

con un po’ di ritardo condivido con voi il video del mio intervento nell’ambito della Scuole di formazione politica 2011-2012 organizzata dalla Consulta della formazione di Roma e, nello specifico, dalla collega e amica On. Beatrice Lorenzin.

L’incontro, del 20 febbraio 2012, era dedicato a “Come cambiano i processi decisionali nell’era di Twitter. La formazione del consenso”.

Insieme a me è intervenuta Laura Bononcini, senior Policy Analyst di Google Italia.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: