Posts tagged ‘falso’

18 gennaio 2018

Prato: bene operazione di Polizia ma c’è ancora tanto da fare contro la filiera della contraffazione

Complimenti alla Polizia di Stato che con una brillante operazione condotta dalla squadra mobile di Prato ha smantellato una pericolosa organizzazione criminale infliggendo un altro duro colpo al mercato del falso cinese. La nostra economia purtroppo continua però ad essere minacciata dalla piaga della contraffazione il cui valore è stimato in oltre 6 miliardi di euro. È un problema che colpisce i piccoli imprenditori ma anche la società con gravi ripercussioni sul versante dell’occupazione, dei rischi per la sicurezza e la salute dei consumatori. Per questo è importante mantenere alta l’attenzione e promuovere il Made in Italy.

22 febbraio 2012

Online l’audizione di Unione industriale pratese e di R.E.T.E. Imprese Italia Prato

 Cari amici, vi segnalo che sul sito di Radio Radicale è disponibile la registrazione dell’audizione (<– click), che abbiamo fatto in Commissione contraffazione, dei rappresentanti dell’Unione industriale pratese e di R.E.T.E. Imprese Italia Prato.

Di seguito il resoconto stenografico:

read more »

6 dicembre 2011

Quanto pesa, e quanto ci costa, la contraffazione. Qualche dato.

Qualche numero dalla II Giornata Nazionale Anticontraffazione, a cui ho partecipato stamani. La fonte è il concept paper di Confindustria.

Secondo le stime dell’Organizzazione Mondiale del Commercio, i beni contraffatti ammontano all’8% del commercio mondiale, mentre nel 2009 l’OSCE quantificava in 250 miliardi di dollari il giro d’affari della contraffazione a livello globale.

A livello europeo, nel 2008 si è registrato un picco nel sequestro di articoli contraffatti: 178 milioni di pezzi fra cui 20 milioni potenzialmente pericolosi per i consumatori, con un aumento del 126% rispetto all’anno precedente. Nel 2009 invece i casi segnalati e gli articoli contraffatti sono apparsi in flessione rispetto al periodo precedente, ma sono di nuovo aumentati nel 2010, anno in cui le autorità doganali hanno registrato circa 80.000 casi di violazione dei diritti di proprietà intellettuale (IPR), per complessivi 103 milioni di articoli bloccati alle frontiere dell’UE.

Sul versante produttivo, la Cina si conferma principale fonte di merci contraffatte. Ciò nondimeno, la rilevanza acquisita da paesi sempre più integrati nel commercio internazionale, quali Hong Kong, India, Turchia, Emirati Arabi, pone in relazione il fenomeno della contraffazione con le dinamiche della geografia mondiale degli scambi.

E’ il trasporto marittimo il canale nel quale si registra il maggior quantitativo di beni sequestrati, mentre il fenomeno sempre più diffuso delle vendine online ha generato un marcato aumento nei casi registrati di violazioni IPR afferenti i canali postali, che sono passati da 8.000 a 49.000 nel quadriennio 2007-2010. Il 60% delle violazioni rientranti in questa categoria ha riguardato i farmaci.

Il valore di mercato degli originali dei prodotti sequestrati a livello europeo sarebbe stato di 1.110.052.402 Euro. Gli articoli maggiormente sequestrati sono le sigarette, seguite da cancelleria, altri prodotti del tabacco, etichette e adesivi, abbigliamento e giocattoli.

Venendo in Italia, il valore del mercato interno del falso, nel nostro paese, per il 2010 è stimato tra i 3.5 e i 7 miliardi di euro.

read more »

6 dicembre 2011

Contraffazione, ci vuole azione coordinata di Parlamento e Governo per contrastare il fenomeno

Roma, 06 dic – La Commissione parlamentare di inchiesta sui fenomeni della contraffazione e della pirateria in campo commerciale ha approvato la relazione sulla contraffazione nel settore agroalimentare.

Lo rende noto un comunicato dell’ufficio stampa del presidente della Bicamerale, Gianni Fava, in cui si sottolinea il “clima collaborativo e bipartisan” dei lavori e l’approvazione “all’unanimita’”. Il documento, di cui sono stati relatori lo stesso Fava (Lega) e Luca Sani (Pd), “cerca di fornire un quadro d’assieme sufficientemente chiaro del sistema agroalimentare italiano e delle sue patologie, allo scopo di pervenire all’individuazione di proposte mirate che siano capaci di offrire regole chiare ed efficaci a tutela degli operatori economici, dei consumatori e di tutto il sistema Paese. In particolare, la Commissione ha approfondito il quadro normativo esistente, l’informazione/educazione del consumatore, la trasparenza della filiera e la necessita’ di una forte azione in sede europea ed internazionale attraverso un maggiore coordinamento a livello nazionale ed internazionale tra i soggetti interessati. Per Deborah Bergamini (Pdl), componente della Commissione, occorre che Parlamento e Governo coordinino al piu’ presto un’azione congiunta per accelerare l’azione di contrasto alla contraffazione.

La relazione sara’ presentata a breve in Aula al fine di sensibilizzare l’intero Parlamento su questo tema”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: