Posts tagged ‘famiglie’

2 maggio 2016

Banche, il Governo deve risarcire i risparmiatori truffati e non limitarsi a ‘dare una mano’

Il presidente del Consiglio sbaglia quando considera, con i decreti appena emanati, di aver ottemperato ai suoi doveri nei confronti dei risparmiatori truffati dalle 4 banche salvate dal Governo. Non è sufficiente ‘dare una mano’, ma occorre risarcire tutti i piccoli obbligazionisti raggirati e per l’intera somma investita.

Renzi dice che sulle banche il Governo ha risolto problemi creati da altri ma è lo stesso Renzi, insieme a tutto il Pd, che nei fatti si oppone alla richiesta di Forza Italia di istituire una commissione parlamentare di inchiesta per accertare tutti i colpevoli e tutte le responsabilità. Le proteste dei risparmiatori, purché pacifiche, sono assolutamente legittime perché non si tratta di milionari, ma di semplici famiglie e anziani che, senza alcuna colpa, hanno perso di un sol colpo i risparmi di una vita.

Deborah Bergamini Sesto Fiorentino

9 dicembre 2014

Flat Tax, la nostra ricetta per le famiglie

Flat Tax Forza Italia ricetta per la crescita

3 dicembre 2014

TLC: la nostra mozione per colmare il digital divide

Con la nostra mozione impegniamo il Governo a creare le condizioni per favorire gli investimenti in telecomunicazioni, anche orientando l’utilizzo dei fondi strutturali europei a sostegno dello sviluppo della banda ultra larga e agendo in Europa perché gli investimenti pubblici per colmare il digital divide siano esclusi dal patto di stabilità.

Al contempo, esortiamo l’esecutivo ad intervenire nelle cosiddette aree ‘a fallimento di mercato’, a stimolare la domanda di servizi digitali e a provvedere alla rapida adozione dei decreti attuativi necessari all’implementazione dell’Agenda Digitale. Chiediamo inoltre di rivedere la governance dell’Agenda digitale, in modo da chiarirne obiettivi, ruoli ed azioni. L’Italia sconta un ritardo nella digitalizzazione che ha pesanti ricadute sul Pil, è ora di colmare una volta per tutte quel digital divide che ci sta separando dagli altri Paesi ad economia avanzata.

18 novembre 2014

29 e 30 novembre, No Tax Day di Forza Italia sulla casa

no tax day forza italia prima casa c'era una volta imu ici

15 giugno 2014

Domani è il giorno dell’alluvione fiscale. C’è un’emergenza tasse che mina l’uscita dalla crisi

Il 16 giugno passerà alla storia come il giorno dell’alluvione fiscale: Tasi, Tari, Irpef, Irap, Iva e Imu. Un carico insostenibile che rinvia a data da destinarsi la nostra ripresa, infliggendo un colpo durissimo al potere d’acquisto delle famiglie e alla competitività delle imprese.
Se tra le pagine piene di promesse dell’agenda di governo c’è uno spazio libero, sarebbe bene appuntare alla data di domani la parola ‘emergenza tasse’ e provare a risolverla, davvero.

20140615-131001-47401475.jpg

9 gennaio 2014

Mini Imu e tasse sulla casa, così non va

200318031-001Per Saccomanni oggi non è giornata: dopo il cortocircuito sugli scatti di anzianità dei docenti, ora cerca di farci digerire la mini Imu enfatizzando la logica circostanza che essa sarà inferiore rispetto a quanto si è pagato finora. In pratica, ci sta informando che una parte di una tassa forse è meno onerosa del tutto. Grati per questa lezione di calcolo, passiamo ora alla sostanza: non solo pagheremo una parte dell’Imu 2013 ma torneremo a pagare le imposte sulla prima casa nel 2014. Complimenti al governo!“.

read more »

19 dicembre 2013

Congo: governo chiarisca, non sufficienti le rassicurazioni nebulose del ministro Kyenge

Deborah Bergamini Ppe MadridSulla vicenda delle famiglie italiane trattenute in Congo il governo è tenuto alla massima trasparenza. Non possiamo accontentarci delle rassicurazioni nebulose del ministro Kyenge: pur lavorando ‘giorno e notte’, fino ad oggi il governo non sembra aver ottenuto grandi risultati. Manca, al momento, l’esatta contezza di cosa è accaduto, di che tipo di comunicazione sia intercorsa tra il governo italiano e quello congolese. Le famiglie, le forze politiche e tutto il Paese hanno il diritto di essere informati su ogni aspetto di una vicenda dalla quale sembra emergere una grave leggerezza e inadeguatezza da parte del ministro Kyenge. Allo scopo depositerò un’interrogazione ai ministri competenti”.

Lo dichiara, in una nota, la responsabile comunicazione di Forza Italia, On. Deborah Bergamini.

26 ottobre 2013

Vorrei ricordare a Letta che Italia ha risanato i suoi conti con i sacrifici di cittadini e imprese, non grazie a Europa

Con tutto il rispetto, vorrei ricordare al premier Letta che l’Italia è riuscita a risanare i propri conti grazie ai sacrifici fatti da cittadini e imprese, non grazie all’Europa. L’Europa, semmai, è stato lo scudo dietro il quale ci si è trincerati durante la fase ‘lacrime e sangue’, non avendo avuto la forza – anche laddove la maggioranza parlamentare lo avrebbe consentito – per imporre un minimo di buon senso alla politica europea del rigore a tutti i costi.
Il refrain ‘ce lo chiede l’Europa’ lo abbiamo già vissuto e non vorremmo davvero che ora ci venisse riproposto, magari per giustificare azioni poco incisive sul fronte del rilancio e troppo (ma in nenso negativo) su quello delle tasse. Sappiamo che nel nostro Paese è ancora forte il partito della spesa pubblica, che affonda le radici a sinistra, ma vogliamo batterlo con le nostre idee, quelle di cui Forza Italia è sempre stata interprete, e non mascherandoci dietro i vincoli comunitari”.

14 ottobre 2013

Bene Fitto, parliamo di cose concrete e dell’Italia che vogliamo. Questa è la ns ‘sfida lealista’

Nell’intervento di oggi su ‘Il Giornale’, Raffaele Fitto riconduce il dibattito politico, interno ed esterno al PdL, su quei binari di concretezza che Silvio Berlusconi ci ha insegnato a percorrere e che non dobbiamo mai perdere di vista. Ciò che i cittadini e gli elettori si aspettano da noi è, oggi più che mai, una chiara visione dell’Italia, senza la quale la capacità di azione e realizzazione degli obiettivi rischia di essere gravemente compromessa. Deborah Bergamini pdl

Nella nostra Italia la giustizia deve essere efficiente e non un ostacolo alla libertà e all’economia; la tassazione non è un cappio al collo per imprese e famiglie; lo Stato non invade il privato ma lo difende. La nostra Italia vuole essere competitiva nel mondo e protagonista in un’Europa migliore di quella che abbiamo oggi, dove dobbiamo rivendicare il ruolo e la centralità che ci spettano, facendo valere le nostre peculiarità. Questa è la strada tracciata dal presidente Berlusconi, ed è la strada su cui il nostro movimento deve costruire il suo rilancio e il suo dialogo con i cittadini italiani.”

Lo dichiara la deputata del PdL Deborah Bergamini a margine della riunione, a Bruxelles, del Network del Ppe dei parlamentari nazionali che si occupano di affari europei e dei membri del Parlamento europeo

***

Di seguito la lettera di Raffaele Fitto:

read more »

9 ottobre 2013

Aumentare l’Iva fa crollare le entrate dello Stato

aumento iva crollo consumi

Non ci voleva un premio Nobel dell’economia per prevedere che il gettito dell’Iva nel 2013 sarebbe crollato. E infatti il crollo è puntualmente avvenuto.

L’equazione è semplice: se aumenta l’imposta sui consumi, il cittadino è costretto a risparmiare di più e nelle casse dello Stato arrivano meno soldi. Eppure, per una ripicca contro il Pdl, Letta ha fatto sì che l’aliquota aumentasse ancora, fingendo di dimenticare che nei primi mesi del 2013, con l’aliquota ancora al 21%, lo Stato ha incassato il 5,2% in meno, pari a 3,7 miliardi di euro. Inutile chiedersi cosa avverrà nei prossimi mesi, con l’Iva al 22%, perché lo sappiamo già: la stima di gettito fatta dal governo (un miliardo in più nel 2013 e 4 nel 2014 è del tutto sballata).

read more »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: