Posts tagged ‘Federica Mogherini’

30 ottobre 2014

Ue: auguri a Federica Mogherini ma è urgente la nomina del nuovo Ministro degli esteri

deborah bergamini federica mogherini

Auguri di buon lavoro a Federica Mogherini per il suo nuovo incarico in Europa: ci aspettiamo che la scelta del premier di puntare in maniera così determinata su un italiano per il ruolo di Alto rappresentante per la politica estera UE porti con sé altrettanta determinazione nell’imprimere un cambio di passo verso una politica estera che sia davvero europea, quella che finora non c’è mai stata e della quale si stenta a vedere traccia.

A questo punto, però, si apre una partita altrettanto determinante in Italia: a fronte di una situazione internazionale sempre più complessa e dei tanti dossier che la Farnesina deve affrontare, anche in collaborazione con Mogherini, è urgente individuare il nome del nuovo Ministro degli Esteri italiano. La situazione dei nostri Marò, che è ancora lontana dall’essere risolta, la gestione della crisi ucraina, con l’inasprimento dei rapporti con la Russia, la questione libica, che si riflette nell’incremento dei flussi migratori sulle nostre coste, la minaccia dell’Isis e i rapporti con un’Europa che continua ad essere caratterizzata dall’affermazione egoistica di visioni nazionali e interessi particolari anziché da uno spirito solidale, sono alcuni tra i principali temi che il nuovo Ministro dovrà affrontare. Quindi non si può perdere tempo: in un mondo globalizzato e attraversato da gravi sconvolgimenti, la casella della diplomazia di un grande Paese non può rimanere a lungo vuota.

22 novembre 2012

Violenza sulle donne, il mio intervento stamani alla Camera

In occasione del seminario che abbiamo organizzato per sostenere, dopo la firma, la ratifica della Convenzione di Istanbul per il contrasto alla violenza sulle donne e la violenza domestica.

read more »

22 novembre 2012

Violenza sulle donne, Convenzione di Istanbul non è opuscoletto ma strumento potente

La Convenzione di Istanbul per la lotta alla violenza sulle donne e la violenza domestica non è un ‘opuscoletto’, una lista di buone intenzioni ma, bensì uno strumento di azione vivo e potente a disposizione degli stati. Per questo la sua ratifica è un passo fondamentale che ci impegniamo a compiere entro la fine della legislatura“.

Lo ha affermato l’Onorevole Deborah Bergamini, segretario della delegazione italiana al Consiglio d’Europa e membro del Network parlamentare del CdE ‘donne libere dalla violenza’, in apertura del seminario organizzato oggi alla Camera proprio per promuovere la ratifica della Convenzione.

Questo strumento è il punto di arrivo di un lungo percorso che, iniziato negli anni ’90, ha fatto emergere la consapevolezza che la violenza contro le donne non é un fatto privato ma una discriminazione e, come tale, un problema che riguarda tutta la società. Al contempo è anche un punto di partenza di un altro percorso che strutturi ancora meglio in Italia, in Europa e nel mondo, la lotta alla violenza contro le donne, il sostegno alle vittime e la prevenzione del fenomeno” ha aggiunto Bergamini.

La deputata azzurra ha anche ricordato “parlando di numeri, dato che siamo sempre più abituati a ragionare in questi termini” come la violenza sule donne costi, ai paesi membri del Consiglio d’Europa, 34 miliardi di euro all’anno e quanto sia a volte difficile, per le deputate che, in media sono il 21% dei parlamentari mentre le donne rappresentano il 52% della società, far emergere certi certi temi, pur fondamentali, al centro dell’agenda politica.

Qui il video del mio intervento integrale.

read more »

20 novembre 2012

Violenza sulle donne, giovedì alla Camera organizzo incontro per sostenere ratifica Convenzione di Istanbul

Roma, 20 nov. – Si terra’ giovedi’ 22 alla Camera, a partire dalle 9,30 nella Sala Aldo Moro, l’incontro che le deputate Deborah Bergamini e Federica Mogherini, della delegazione parlamentare italiana al Consiglio d’Europa, hanno organizzato per promuovere la ratifica della Convenzione di Istanbul.

Primo strumento internazionale legalmente vincolante per la prevenzione ed il contrasto alla violenza sulle donne e la violenza domestica, la Convenzione e’ stata firmata dall’Italia lo scorso settembre ed entrera’ in vigore una volta che dieci Stati l’avranno ratificata.

La violenza sulle donne e’ una delle forme di violenza piu’ diffuse al mondo. E’ una violazione dei diritti umani e una forma di discriminazione, spesso compiuta da soggetti noti alle vittime“, ricordano Bergamini e Mogherini che, per questo, auspicano che l’Italia giunga alla ratifica della Convenzione in tempi brevi, magari gia’ entro la fine di questa legislatura.

L’incontro sara’ aperto da Luigi Vitali, Presidente della delegazione italiana a Strasburgo, dal Ministro del Lavoro e delle Politiche sociali Elsa Fornero e dal Vice Segretario Generale del Consiglio d’Europa, Gabriella Battaini Dragoni. Le conclusioni saranno svolte dal Sottosegretario agli Esteri Marta Dassu’, mentre nel corso della mattinata interverranno anche la senatrice Anna Maria Carloni, la giornalista Maria Latella, Titti Carrano, Presidente delle Donne in Rete contro la violenza e Simona Lanzoni, coordinatrice della Piattaforma Cedaw (Committee on the Elimination of Discrimination against Women) in Italia.

L’appuntamento sara’ trasmesso in diretta sulla webtv di Montecitorio (<— click).

read more »

8 ottobre 2012

Convenzione contro la violenza domestica, ora si ratifichi

Cari amici,

come vi ho raccontato (qua), finalmente anche l’Italia ha firmato la Convenzione del Consiglio d’Europa contro la violenza domestica.

Adesso, però, perché la Convenzione entri in vigore dobbiamo procedere, in tempi auspicabilmente rapidi, alla ratifica. Ecco perché, insieme ad altre colleghe deputate, abbiamo depositato una proposta di legge di ratifica.

Di seguito il testo, qui maggiori informazioni.

read more »

12 luglio 2012

Violenza sulle donne, il governo firmi la convenzione del Consiglio d’Europa

Con alcuni colleghi abbiamo presentato un’interpellanza urgente al Governo per chiedere per quale motivo non abbia ancora provveduto a firmare la convenzione del Consiglio d’Europa sulla prevenzione e il contrasto della violenza sulle donne e alla violenza domestica, pur essendo stato invitato a farlo dal Parlamento (qui l’ordine del giorno approvato e qui la nostra lettera al Ministro Terzi).

Chiediamo di sapere in che tempi il Governo italiano, in coerenza con gli impegni già assunti in tal senso in sede parlamentare, intenda sottoscrivere la convenzione che rappresenta il primo strumento internazionale giuridicamente vincolante che si prefigge di creare un quadro normativo completo per proteggere le donne contro qualsiasi forma di violenza, grazie a misure di prevenzione, di tutela in sede giudiziaria, di sostegno alle vittime.

Hanno tra l’altro già proceduto a firmarla 21 Stati, tra i quali figurano Germania, Francia, Gran Bretagna, Spagna, Austria, Svezia, Finlandia, Norvegia, Grecia, Portogallo, Turchia.

Di seguito il testo integrale dell’interpellanza, a firma Mogherini Rebesani, Bergamini, Binetti, Bongiorno, Polledri, Tempestini, Villecco Calipari, Cenni, Albini, Bellanova, Concia, De Biasi, Farinone, Fedi, Froner, Gnecchi, Lucà, Marchi, Motta, Murer, Piccolo, Rigoni, Rosato, Servodio, Tullo, Bressa, Mattesini, Braga, Mariani, Miotto, Mastromauro, Rossa, Sereni, Rossomando, Gozi, Lulli

read more »

3 febbraio 2012

Abbiamo scritto a Monti, Terzi, Fornero e Moavero affinché si firmi la Convenzione sulla violenza contro le donne

(AGENPARL) – Roma, 02 feb 

L’Italia firmi la “Convenzione del Consiglio d’Europa sulla prevenzione e il contrasto della violenza sulle donne e alla violenza domestica”: è quanto chiedono le deputate Federica Mogherini, Deborah Bergamini, Fiamma Nirenstein, e le senatrici Anna Maria Carloni e Giuliana Carlino, componenti dell’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa, in una lettera inviata oggi al Presidente Monti e ai Ministri Terzi, Fornero e Moavero, nel giorno in cui la Camera dei Deputati ha approvato un ordine del giorno alla legge Comunitaria che recepisce lo stesso impegno.

La Convenzione, già firmata dai principali paesi europei (tra cui Francia, Germania, Spagna), rappresenta il primo strumento giuridico internazionale per proteggere le donne da qualsiasi forma di violenza, grazie a misure di prevenzione, di tutela in sede giudiziaria, di sostegno alle vittime.

read more »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: