Posts tagged ‘fisco’

9 febbraio 2017

Fisco, gettito record da spremitura contribuenti

erarioGli annunci trionfali del governo sul gettito record dell’erario sono fuori luogo perché di quel gettito poco viene dalla lotta all’evasione e troppo dalla spremitura dei contribuenti. Visto che si tartassano i cittadini per alimentare una spesa pubblica fuori controllo, il governo ha poco da gioire: le tasse vanno abbassate e subito!

2 febbraio 2017

Fisco, Bergamini a Padoan: “Tassando meno si incassa di più”

governobL’esperienza dei Governi Berlusconi e i dati della Ragioneria dello Stato dimostrano che tassare di meno è il miglior modo per incassare di più. Se con i Governi Berlusconi il picco di entrate tributarie si è registrato negli anni in cui la pressione fiscale era al minimo, con i governi della sinistra è avvenuto e sta avvenendo esattamente l’opposto. Se il governo e il ministro Padoan hanno la necessità di ridurre il rapporto deficit-Pil lo facciano dando fiducia all’economia ed agli italiani con una maggiore riduzione delle imposte.

19 agosto 2016

Fisco, gli incentivi saranno mance referendarie

renzi-padoan-640Il Governo Renzi sembra intenzionato ad introdurre una vera novità: dalle mance elettorali si passerà alle mance referendarie. Un tempo si elargivano favori per ottenere più voti alle elezioni, è la prima volta che ci si prepara a ricorrere a questo sistema per non perdere un referendum.
È una dimostrazione del panico e della confusione del Governo, terrorizzato dalla vittoria del No sempre più probabile.
Il problema è che tutto questo avviene con i denari degli italiani: gli incentivi sono costosissimi e drogano l’economia, non generano sviluppo. Per una crescita sana l’unica strada rimane quella di un vero, serio, generalizzato taglio delle tasse, e naturalmente delle spese. L’unica strada che la sinistra, anche quella renziana, non sa, non può o non vuole percorrere.

26 ottobre 2015

Fisco: caos sulle tasse e nel Governo

deborah bergamini tgcom24 020415Come se non bastasse il caos intorno alle tasse, che il Governo fingerà di abbassare a livello centrale, per poi farle aumentare a livello locale con l’innalzamento delle addizionali e dei ticket sanitari, si è aggiunto anche lo scontro all’interno dell’esecutivo sul ruolo e sui vertici dell’Agenzia delle entrate, che non fa altro che alimentare la confusione. Una maggioranza così variegata e litigiosa non sarà in grado di portare a compimento quella riforma fiscale che i contribuenti chiedono e che Forza Italia ha già in mente e che applicherà quando ritornerà al Governo, riducendo le tasse sulle famiglie, sulle imprese e sulle partite Iva, introducendo una imposta del 20 per cento, la flat tax, al di sopra dei 12 mila euro.

16 dicembre 2014

44 miliardi di tasse sotto l’albero. I “cari” auguri di Natale del governo

deborah bergamini natale governo tasse 44 miliardi

27 febbraio 2014

Fisco: oggi mattone per superare Stato ‘esattore’

20130509-130300.jpgL’approvazione della delega fiscale oggi alla Camera e’ una vittoria di Forza Italia, resa possibile dal lavoro del nostro collega Daniele Capezzone, presidente della Commissione Finanze. E’ il primo mattone per superare il concetto di ‘Stato esattore’, evolvendo verso un fisco piu’ razionale e a portata di cittadino. Il farraginoso sistema delle tasse si riforma cambiando i fondamenti dell’imposizione. Ora è il governo a dover portare a termine, in tempi rapidi, questo importante sforzo parlamentare. Noi, come opposizione responsabile che vuole davvero cambiare in meglio la vita dei cittadini, abbiamo compiuto il nostro dovere nel migliore dei modi.

29 gennaio 2014

Italia non è competitiva causa tasse e giustizia. Questo è il gap da risolvere, il resto è retorica

deborah bergaminiAll’interno dell’area Euro e dell’Unione Europea il nostro Paese non è competitivo. Purtroppo lo sapevamo già, ed è per questo che l’annuncio della costituzione del gruppo Fiat-Chrysler con sede fiscale in Gran Bretagna e sede legale in Olanda spiace ma non stupisce. Siamo svantaggiati in termini di regime fiscale e la nostra giustizia civile è penalizzante; il risultato è che le aziende italiane, per poter competere sul mercato globale, devono andare all’estero.

Non si tratta nemmeno più di tenere il passo con le grandi potenze economiche mondiali, il punto è che non riusciamo a risultare appetibili neanche rispetto ai cugini europei, che pure contano tassi di burocrazia e di inefficienza importanti. Anziché attrarre, respingiamo gli investimenti stranieri e quelli italiani. Finché non verrà risolto questo grave gap di concorrenzialità, tutto il resto sarà solo retorica“.

6 novembre 2013

Equitalia, riportiamo le persone al centro del sistema

equitalia giustaOggi facciamo un altro passo avanti nel raggiungimento di un obiettivo che caratterizza da sempre il nostro impegno in politica: quello di relegare al passato la concezione dello Stato ciecamente e spietatamente esattore. Con il varo del provvedimento attuativo del Mef, viene introdotta la dilazione fino a 120 rate dei debiti con il Fisco per coloro che si trovano in condizioni di comprovate difficoltà economica. Si completa un percorso di riforma di Equitalia volto a riportare la persona, le sue esigenze e le sue difficoltà al centro del nostro sistema. Grazie alla perseveranza di Daniele Capezzone, il Pdl vince un’importante battaglia a favore di imprese e cittadini“.

30 ottobre 2013

Polemica su contanti è un diversivo. Cmq Pdl si batterà contro ennesima misura di polizia fiscale

La boutade sulla riduzione del limite per l’uso dei contanti, lanciata ieri da Saccomanni e sostenuta oggi da Giovannini, più che una proposta sembra un diversivo dai problemi veri sul tavolo: una legge di stabilità che scontenta molti, per non dire tutti, e un voto sulla decadenza di Silvio Berlusconi di cui si dovrà parlare a lungo. evasione fiscale euro soldi

Se il governo dovesse decidere di portare comunque avanti questa ipotesi, sappia che il PdL si batterà con forza contro l’ennesima misura di polizia fiscale volta a restringere ulteriormente la libertà personale, trattare liberi e adulti cittadini come potenziali delinquenti da controllare e, in ultima analisi, rendere le banche ancora più centrali nella vita delle persone. Vita che a quanto pare, nell’opinione di alcuni esponenti del governo, non è ancora abbastanza scandagliata“.

8 ottobre 2013

Bene Carfagna, attenzione di partiti e parlamento sia su riforme. Giustizia, fisco e istituzioni

L’autoreferenzialità del dibattito politico interno ai partiti sta facendo perdere di vista quali sono le vere emergenze da risolvere. Non posso che condividere l’appello lanciato oggi da Mara Carfagna, dalle colonne de ‘Il Tempo’, a concentrare l’attenzione, tanto dialettica quanto parlamentare, sulle tre grandi riforme da realizzare: giustizia, fisco e istituzioni”. Lo afferma, in una nota, Deborah Bergamini, Pdl. Deborah Bergamini pdl

La priorità è la legge di stabilità. Poi è bene individuare delle specifiche finestre legislative nelle quali discutere e deliberare sulle singoli questioni. La condivisione col Pd di un percorso di governo non può che basarsi, esclusivamente, sulla realizzazione del cambiamento. L’alternativa è Grillo. Tertium non datur”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: