Posts tagged ‘Forza Italia’

23 febbraio 2017

Migranti: Governo accoglie mozione FI su detenuti stranieri

europaSe oggi arriva in Parlamento questo momento di discussione sui detenuti stranieri è grazie ad un’iniziativa di Forza Italia. Il Governo ha accolto il dispositivo della nostra mozione, a mia prima firma, impegnandosi, come abbiamo con fermezza richiesto, a promuovere accordi bilaterali volti ad agevolare il trasferimento dei detenuti provenienti dai Paesi che fanno registrare il maggior flusso di immigrazione verso l’Italia e, più in generale, con quei Paesi i cui cittadini registrano un alto tasso di presenza nelle carceri italiane. Occorre inoltre adottare ogni opportuna iniziativa volta ad incentivare l’utilizzo delle procedure previste dalla Convenzione di Strasburgo, al fine di diminuire la popolazione carceraria attraverso il trasferimento di detenuti stranieri nei loro Paesi d’origine, e adoperarsi, presso le sedi internazionali, per invitare i Paesi non firmatari ad aderire alla Convenzione di Strasburgo. Per nostra richiesta, il Governo si è impegnato a promuovere ogni iniziativa volta a semplificare le procedure di trasferimento dei detenuti stranieri, anche attraverso la promozione della conoscenza dello strumento del trasferimento e il confronto con gli organi giudiziari competenti nazionali e dei Paesi i cui cittadini hanno il più elevato tasso di presenza negli istituti penitenziari, come l’Albania e la Romania.

3 febbraio 2017

Legge elettorale, su vitalizi Di Maio dice cose non vere

dimaioSulla legge elettorale Luigi Di Maio dice cose non vere. A parte il fatto che i vitalizi non esistono più dal 2012, i parlamentari eventualmente interessati ad ottenerli sarebbero quelli alla prima legislatura, ovvero tutti i grillini. Era prevedibile che la sortita demagogica del segretario del Pd Renzi sui vitalizi avrebbe innescato una gara di qualunquismo con i grillini. Responsabilmente invece noi continuiamo a lavorare per dare al Paese una legge elettorale coerente fra Senato e Camera, secondo le indicazioni del Presidente Mattarella, e che coniughi rappresentanza, ossia corrispondenza fra maggioranza parlamentare e maggioranza degli Italiani, e governabilità.

1 febbraio 2017

Legge Elettorale, aut aut di Grillo è irricevibile

grilloIl Parlamento per fortuna non è il M5S dove la parola di Grillo è l’unica legge riconosciuta e nessuno può esprimere opinioni senza il suo permesso. L’aut aut del leader pentastellato sulla legge elettorale è pertanto irricevibile. Ed è amaro constatare che la corsa a delegittimare le Istituzioni rappresentative oggi abbia contagiato anche il segretario del Pd che sulla vicenda dei vitalizi è scivolato sulla spicciola demagogia.

30 gennaio 2017

Governo, liti Pd monopolizzano agenda politica

pdLe liti all’interno del Pd, purtroppo, continuano a monopolizzare l’agenda politica. Ai democratici non interessa arrivare ad una buona legge elettorale che faccia in modo che ci sia corrispondenza fra la maggioranza parlamentare e la maggioranza degli italiani. Ai democratici di fede renziana interessa soltanto votare prima che venga convocato il Congresso del Pd, per impedire che qualcuno possa prendere il posto dell’attuale segretario e quindi estrometterli dalle liste elettorali per il prossimo Parlamento. Noi guardiamo agli interessi dell’Italia, i democratici purtroppo no.

26 gennaio 2017

Italicum, per M5S le leggi le fanno i giudici

italicumI grillini hanno una voglia matta di andare a votare ma poi una volta eletti in Parlamento non possono parlare, se non autorizzati da Grillo, e preferiscono che a fare le leggi siano i giudici e i tribunali e non le Camere. I grillini inneggiano a Rousseau ma forse ignorano l’esistenza di Montesquieu e della teoria della separazione dei poteri. È il Parlamento che fa le leggi, è il Parlamento che deve rendere omogenee le leggi elettorali per la Camera e per il Senato che dopo la sentenza della Consulta risultano contraddittorie fra di loro e, se applicate, non darebbero al Paese alcuna maggioranza di Governo stabile. Siamo sempre più convinti che Grillo sia interessato soltanto a vincere ma non gli interessi affatto governare, come dimostra del resto l’esperienza impalpabile della giunta Raggi a Roma.

25 gennaio 2017

Turchia, missione Consiglio d’Europa ha dato frutti

turchiaLa missione della delegazione ad hoc del Consiglio d’Europa, di cui ho fatto parte, che nel novembre scorso è stata ad Ankara per valutare gli sviluppi che sono intervenuti dopo il tentativo di colpo di Stato, ha dato i suoi frutti. Dopo che abbiamo denunciato la sproporzione della risposta del governo turco al tentativo di colpo di Stato, abbiamo poi preso atto con soddisfazione di alcune misure adottate quali la creazione di un comitato amministrativo per esaminare tutti i casi di licenziamenti, chiusura di associazioni, istituzioni, sindacati e mezzi di comunicazione, le cui decisioni possono essere impugnate davanti ai tribunali turchi. Ovviamente questo è solo un primo passo, ma va sicuramente nella giusta direzione del rispetto della democrazia e dei diritti civili.

24 gennaio 2017

M5S, Grillo silenzia i suoi parlamentari

m5sIn un movimento che professa la partecipazione dal basso e la democrazia diretta, in cui uno dovrebbe valere uno, è alquanto paradossale che gli unici che non contano nulla e che non possono esprimere liberamente le proprie opinioni siano gli eletti in Parlamento. Inimmaginabile un governo 5 stelle in cui il premier e i ministri, prima di parlare, debbano chiedere il permesso a Grillo: questa non è democrazia.

23 gennaio 2017

Legge Elettorale, Grillo invoca le elezioni ma non conosce la Costituzione

grilloDal suo blog Grillo invoca le elezioni ma non conosce la Costituzione: ignora che è il Presidente della Repubblica che indice le elezioni delle Camere. Oltretutto Grillo pare non curarsi del fatto che se si andasse a votare con due leggi elettorali incompatibili, una per il Senato e l’altra per la Camera, il Paese sarebbe ingovernabile perché non ci sarebbe una maggioranza politica in Parlamento. Questo denota che l’obiettivo dei 5 stelle non è andare al Governo, poiché non hanno alcuna cultura di Governo, ma di opporsi a prescindere. Forza Italia, invece, vuole andare sì al voto, ma con una legge elettorale che consenta da un lato ai cittadini di essere rappresentati in maniera corretta in Parlamento e dall’altro in modo da avere una maggioranza di Governo che rispecchi la maggioranza degli italiani.

20 gennaio 2017

Terremoto, pronti a fare la nostra parte

terremotoForza Italia è pronta a fare la sua parte nell’interesse delle popolazioni colpite dal terremoto e dalla neve. Invitiamo le forze politiche al senso di responsabilità e a non fare inutili polemiche. Al contempo sollecitiamo il Governo a coinvolgere tutto il Parlamento che certamente saprà offrire soluzioni opportune per migliorare ciò che nella catena dei soccorsi finora non ha evidentemente funzionato. Rinnoviamo infine il nostro ringraziamento alle donne e agli uomini, civili e militari, che stanno operando in condizioni difficilissime per portare assistenza nelle zone dell’Italia centrale martoriate dal sisma e adesso anche dal maltempo.

16 gennaio 2017

Forza Italia, puntiamo a vincere elezioni con maggioranza assoluta

fiLe sfide, anche quelle che sembrano impossibili, ci appassionano. Forza Italia punta a vincere le prossime elezioni con la maggioranza assoluta dei consensi, quel 50 per cento più uno cui ambiamo dal 1994. Saranno le altre forze politiche a chiamare noi e non viceversa. Fra la sinistra delle tasse e dell’immigrazione e il grillismo del pauperismo e della improvvisazione, quello per Forza Italia è l’unico voto utile per risollevare le sorti del Paese.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: