Posts tagged ‘governo’

20 giugno 2017

Lavoro: tasse dalla sinistra, da noi proposte concrete

erarioIl Ministro Calenda parla oggi di quanto sia importante favorire le imprese diminuendo la pressione fiscale. Peccato che negli ultimi anni siano stati proprio i governi di sinistra ad aumentare le tasse e a farne pesare di nuove sulle spalle dei cittadini. Da Forza Italia sono arrivate sempre proposte concrete per risollevare l’economia e far ripartire il lavoro. Per questo oggi proponiamo un incentivo monetario per tutti i datori che propongano ai disoccupati e agli inoccupati che lo richiedono un’occasione lavorativa di almeno 3 mesi. Un “banco del lavoro” regolare, con una posizione contributiva che garantisca indennità di disoccupazione al termine e pensione alla fine del percorso professionale.
30 maggio 2017

Bolkestein: FI difende imprese balneari da svendita governo

WhatsApp Image 2017-05-30 at 17.31.01.jpeg
Questa conferenza stampa nasce dalla consapevolezza che si parla ancora troppo poco di ciò che sta avvenendo al settore balneare, un comparto che conta 30.000 imprese familiari, che con l’indotto dà lavoro a 1 milione di persone e vale il 10 per cento del PIL relativo al turismo in Italia.
Le norme che si sono susseguite negli anni  sono state tante e disomogenee rispetto al settore e per questo oggi gli addetti ai lavori non sanno cosa aspettarsi. Siamo molto sospettosi sulle modalità con le quali il governo sta tentando di riformare il comparto: si procede con una tecnica molto frettolosa e con un ddl delega molto poco attento alla realtà. Alla fine del ciclo di audizioni ci siamo infatti trovati a denunciare che, via via che esse si svolgevano, la situazione diventava sempre più complessa. Sembra che il governo, in nome della famosa direttiva Bolkestein, voglia mettere all’asta un modo di fare impresa che invece è un modello per il nostro paese. In Spagna e Portogallo, paesi simili al nostro, non si procede per aste: le imprese balneari ricevono proroghe lunghissime e non c’è nessuna infrazione aperta da parte di Bruxelles nei confronti di questi paesi. Noi chiediamo di smetterla con la fretta e di evitare la delega al governo: si affronti la materia, nella sua complessità, in Parlamento e, nel frattempo, si proroghino in modo adeguato le concessioni, dando certezze alle nostre imprese affinché possano tornare ad operare ed investire con serenità. La maggioranza di governo, con le sue scelte, sta facendo perdere competitività a un settore che invece è estremamente competitivo. Non si può bloccarlo a causa di un governo debole, che non ha saputo difendere l’interesse e le peculiarità del nostro paese come hanno fatto invece Spagna e Portogallo. Noi crediamo che dietro questa incapacità ci sia anche una mancanza di volontà. E per questo ci opponiamo fortemente.
WhatsApp Image 2017-05-30 at 17.31.15
22 maggio 2017

Migranti: altro che integrazione, vincono criminali

Card BergaminiMentre la sinistra continua ad organizzare manifestazioni e ad alimentare un buonismo controproducente sul tema, la questione migranti assume contorni sempre più pericolosi. Nuovi dati arrivati questa volta dall’Istituto Demoskopika confermano che gli oltre 650 mila migranti sbarcati nelle coste italiane hanno arricchito le organizzazioni criminali di ben 4 miliardi di euro. Il fenomeno immigrazione avrebbe favorito una nuova complicità transnazionale, con le organizzazioni criminali italiane che escono rafforzate da nuovi rapporti instaurati con quelle cinesi, magrebine, nigeriane e albanesi. Queste ultime si trovano a gestire senza ostacoli un traffico di esseri umani quasi senza precedenti. L’integrazione, quindi, sulla quale la sinistra punta gran parte della sua comunicazione è solo la punta dell’iceberg di un problema che va, invece, risolto a monte dove a vincere è l’illegalità.
22 maggio 2017

Ddl balneare: con FI al governo niente aste immediate per le spiagge

dimaioIl ddl di riordino delle concessioni demaniali marittime in esame alla Camera rischia di distruggere per sempre un comparto del nostro paese che andrebbe invece fortemente valorizzato, quello delle imprese balneari. Per questo mi sto impegnando in prima persona, insieme a molti colleghi di Forza Italia, per scongiurare l’approvazione di questa legge. Si deve far ripartire l’Italia, non affossarla come il governo sembra voler fare anche in questo caso. Con l’attuazione della Bolkestein si affaccia un grandissimo rischio: quello di aste immediate per le spiagge. Con FI al governo questa sarebbe una soluzione da non considerare nemmeno, anzi un simile rischio sarebbe assolutamente scongiurato.
17 maggio 2017

Autostrade: sinistra forte solo con i deboli

WhatsApp Image 2017-05-17 at 18.13.26.jpegIl doppiopesismo della sinistra, che fa la forte con i deboli e mostra tutte le sue paure di imporsi con i forti, danneggia l’Italia. Vuole mandare all’asta le concessioni demaniali degli stabilimenti balneari (imprese soprattutto a conduzione familiare) ma rinnova in automatico concessioni molto più redditizie a favore di grossi gruppi, come quelle autostradali. La proroga di 18 anni della concessione senza bando di gara alla Società Autostrada Tirrenica sulla A12 Civitavecchia-Livorno è l’esempio lampante di questo atteggiamento. Viene da dire che a bloccare simili iniquità macroscopiche, qualche volta, per fortuna c’è la commissione UE, che ha deferito l’Italia davanti alla Corte di Giustizia proprio per le concessioni autostradali.

10 maggio 2017

Migranti: basta tentennamenti, l’Italia rischia di affondare

erario
La questione migranti sta assumendo contorni sempre più drammatici e, in qualche caso, grotteschi. Dobbiamo ringraziare le politiche blande e indulgenti della sinistra al governo se siamo arrivati a questo punto. È l’Italia ormai a rischiare di affondare, sotto i colpi di tentennamenti e incapacità che continuano a favorire arrivi di ogni sorta senza adeguati controlli e regole. E ogni giorno si aggiunge qualche tassello inquietante. La domanda è allora: quale e quanta gente sta lucrando su questo business di morte che ha innescato una bomba sociale nel nostro paese  per far guadagnare pochi profittatori? Di fronte a tutto questo è indifferibile un cambio di passo. Il governo metta in atto vere politiche di contrasto all’immigrazione clandestina, bloccando gli arrivi incontrollati. E si faccia sentire in Europa, a differenza di quanto accaduto fin qui. Ci attendiamo che all’imminente vertice del G7, previsto proprio in Sicilia, l’Italia padrona di casa riesca una volta per tutte a rompere l’isolamento nel quale si trova.
5 maggio 2017

Migranti: mozione su ONG per ottenere azione concordata in Europa

cardbergamini
Lo scetticismo dei cittadini nei confronti delle istituzioni europee è dettato dalla linea spesso confusa che l’UE ha adottato di fronte alle grandi difficoltà con le quali stanno facendo i conti molti stati membri, prima fra tutte la questione dell’immigrazione. Vista anche la recente discussione in Italia sull’attività di alcune ONG c’è più che mai bisogno di un’azione concordata a livello europeo anche su questo fronte. Le Ong oggi sono chiamate sempre più spesso a supplire a inefficienze e tentennamenti di governi ed enti statali. Il loro ruolo nella società è diventato sempre più centrale e questo necessita di un doveroso riconoscimento ma richiede anche il rafforzamento dei criteri guida che garantiscono trasparenza nella gestione e nel finanziamento di queste strutture. Da qui parte la mozione che presenterò nei prossimi giorni all’assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa: l’aggiornamento delle linee guida che disciplinano le attività di tali entità e una chiara definizione delle norme da rispettare, oltre che la chiarificazione delle loro sfere di azione.
4 maggio 2017

Ddl concorrenza: inaccettabile legalizzazione “stalking” telefonico

erario
Telemarketing sempre più selvaggio, ecco cosa propone il Governo con la norma inserita nel ddl concorrenza, che elimina il consenso preventivo dell’utente per le chiamate promozionali. Qualche mese fa avevo presentato un emendamento riguardante la necessità di ampliare anche a numeri fissi riservati e a quelli mobili la possibilità di esser iscritti al registro delle opposizioni. E invece di tutelare gli utenti e la loro privacy cosa propone il decreto? Di fatto una assurda legalizzazione dello “stalking” telefonico.” 
3 maggio 2017

Ddl balneare: necessarie nuove audizioni anche dalla Spagna

europa
Le audizioni svolte negli ultimi giorni nell’ambito del disegno di legge delega relativo alle concessioni demaniali marittime hanno messo in evidenza tantissime criticità e disomogeneità del settore. Per avere un quadro più chiaro e realistico della situazione riteniamo pertanto necessario arricchire il ciclo di audizioni, cosa che oggi abbiamo chiesto alle Commissioni competenti. Abbiamo chiesto innanzitutto di poter audire altri sindaci perché finora abbiamo sentito solo il sindaco di Rimini, delegato dall’Anci, ma riteniamo importante venire a contatto anche con altre realtà del settore. Abbiamo inoltre richiesto l’audizione di dirigenti del Ministero competente spagnolo, perché il caso vincente della Spagna, a fronte della tutela del comparto balneare rispetto alla direttiva Bolkestein, è emerso ed è stato richiamato più volte nel corso delle audizioni. Quindi ci sembra interessante e necessario ascoltare come la Spagna si sia posta dal momento in cui è diventata operativa la direttiva. Nell’attesa di queste audizioni ribadiamo la nostra contrarietà al ddl delega perché non riteniamo giusto che la ridefinizione e il riordino di questo comparto strategico siano in mano del governo. Ci opponiamo poi alle evidenze pubbliche perché riteniamo che questo determini la fine di quel caso di successo rappresentato dalle imprese balneari, quasi tutte a vocazione familiare, che hanno in questi anni garantito la tutela, lo sviluppo economico e turistico delle nostre spiagge.
26 aprile 2017

MIGRANTI: con sinistra ONG diventate OG, enti parastatali

Card Berg 26 Aprile

Continua a crescere il numero di migranti diretti verso l’Italia. Anche Frontex conferma che quelli arrivati dalla Libia sulle nostre coste tra gennaio e aprile raggiungono una percentuale del 30% in più rispetto all’anno scorso. Dal 2013 ad oggi oltre mezzo milione di migranti sono sbarcati in Italia. Altro che “servizio taxi”: con la sinistra al governo le Organizzazioni non governative si sono trasformate in Organizzazioni governative assumendo il rango di veri e propri enti parastatali.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: