Posts tagged ‘hollande’

26 novembre 2015

Terrorismo, ancora non chiara strategia Governo contro Isis

IMG_0317Se l’incontro del premier Renzi oggi a Parigi con il presidente francese François Hollande doveva servire per chiarire quale fosse la posizione italiana contro l’Isis, allora dobbiamo constatare che si è risolto in un nulla di fatto. La strategia del Governo, ammesso che ne abbia una, non è chiara, perché è evidente che oltre all’opportuno impegno diplomatico, che però darà frutti eventualmente in futuro, nell’immediato c’è da fronteggiare l’attacco terroristico che, se anche il premier non vuole chiamare guerra, ci si avvicina comunque molto.

4 settembre 2015

Migranti, lettera Hollande-Merkel: sono altri decidere per noi, governo assente

deborah bergamini hotel ergife forza italiaConstatiamo con amarezza che quando in Europa si prendono decisioni importanti, che per di più riguardano direttamente il nostro Paese, il governo italiano è assente.
La lettera del presidente francese e della cancelliera tedesca è una iniziativa che doveva vederci coinvolti, invece sono altri a decidere per noi sollecitando la creazione di hotspot in Italia. Siamo molto lontani dall’essere la “maglia rosa” in Europa e non possiamo non rilevare con dispiacere che l’Italia sta diventando sempre più irrilevante sullo scacchiere internazionale.
24 marzo 2014

Da voto in Francia indicazioni per europee. Ppe moltiplichi impegno per rispondere a malessere cittadini

“I risultati delle elezioni amministrative in Francia offrono una serie di spunti di riflessione e suonano la fine della ricreazione per i socialisti, anche a livello europeo. Se da un lato, infatti, si registra l’affermazione del Front National di Le Pen, dall’altro la gauche arretra su tutta la linea e in particolare a Parigi.

In vista delle prossime elezioni europee, la tornata elettorale francese suggerisce al Pse un po’ meno tracotanza: chi già vede Martin Schulz alla guida della Commissione UE è bene che rifaccia i suoi calcoli. Allo stesso tempo, però, tutti – Ppe in testa – siamo chiamati a comprendere meglio quali sono le richieste e il malessere dei cittadini europei e a moltiplicare il nostro impegno: altrimenti avremo un bassa affluenza al voto e un processo di integrazione ancora più delegittimato“.

8 febbraio 2013

Bilancio Ue, al solito Monti giosce per i buoni risultati… degli altri!

Come al solito Monti si felicita dei buoni risultati ottenuti… dagli altri! Il trionfatore della trattativa sul bilancio europeo, infatti, è David Cameron, che ha dimostrato chi è davvero in grado di imporsi sull’asse franco-tedesco, ed ha ottenuto l’agognata riduzione del bilancio comunitario.

Si piazzano bene, come sempre, Francia e Germania e, in generale, i paesi del nord Europa, che si sono assicurati che i tagli non andassero a toccare i loro interessi strategici. E infatti, con la diminuzione dei fondi per la crescita e la ricerca ed il dimezzamento delle risorse per le infrastrutture logistiche, energetiche e telematiche, sono stati toccati i settori in cui i paesi del sud Europa, e l’Italia in particolare, avrebbero bisogno di maggiori investimenti per uscire dalla recessione.

I questo quadro, comunque, può gioire pure la Spagna di Rajoy che, almeno, riceverà – giustamente data la congiuntura in cui si trova – più di ciò che da.

Tutti contenti, insomma, anche Monti. Peccato che l’Italia, in piena recessione grazie alle sue cure, sia rimasta un contribuente netto del bilancio dell’Ue. La tanto sbandierata diminuzione del nostro contributo, infatti, è di meno di un miliardo di euro. E non basteranno questa volta le belle frasi degli altri leader europei che sottolineano i successi di Monti. Gli italiani hanno capito il trucco.

Così in una nota Deborah Bergamini, Pdl.

read more »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: