Posts tagged ‘informazione’

13 aprile 2017

Forteto: Regione Toscana esclude libro-inchiesta dal Salone del Libro di Torino

europa
Grave la decisione della Regione Toscana che ha negato la possibilità di presentare al Salone del Libro di Torino “Setta di Stato – Il caso Forteto”, dei giornalisti Francesco Pini e Duccio Tronci. Il libro è un’inchiesta sulla vicenda della comunità del Forteto, struttura in provincia di Firenze  destinata ad accogliere minori in condizioni di disagio e diventata invece tristemente famosa per le vicende giudiziarie legate allo sfruttamento minorile e agli abusi sessuali. Non c’è alcun motivo per giustificare l’esclusione di un libro simile, che aiuta invece a far capire a tutti cosa sia successo nella struttura. Il Salone del Libro di Torino è promosso dalla Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura che annovera tra i soci fondatori anche il Ministero dei beni culturali e delle attività culturali e del turismo. Inoltre il Mibact e la Presidenza della Repubblica compaiono in qualità di partner istituzionali della manifestazione. Alla luce del ruolo non solo istituzionale che ricopre nella manifestazione, chiedo perciò con un’interrogazione al Ministro come intenda muoversi per impedire che vengano adottati filtri censori al Salone del libro di Torino. Se l’obiettivo di quest’ultimo è anche quello di proporsi quale kermesse culturale è fondamentale che si scelga di sostenere una diffusione della cultura e delle informazioni che tenga conto anche degli aspetti critici e meno edificanti della storia del nostro Paese.
10 marzo 2017

Sicurezza: terroristi possono hackerare elettronica veicoli per fare stragi

card bergaminage
La sicurezza informatica è un punto dal quale non si può più prescindere: i veicoli moderni sono ormai in ampissima parte controllati da sistemi computerizzati e per questo più vulnerabili a cyber-attacchi. Possono quindi trasformarsi in uno strumento distruttivo nelle mani di hacker e terroristi. È perciò necessario che il governo si impegni per contrastare questo rischio e che lo faccia in tempi brevi. 
Già nel settembre 2015 ho presentato un’interrogazione sul tema a seguito del caso dei due hacker Miller e Valasek, ripreso oggi dal quotidiano tedesco Frankfurter Allgemeine Zeitung, che riuscirono ad hackerare a distanza l’elettronica di una Jeep Cherokee. Di fronte al rapido avanzamento tecnologico, e al pericoloso dilagare di attacchi terroristici in Europa, diventa quindi sempre più urgente velocizzare anche le iniziative già in atto a livello comunitario per scongiurare il rischio che i terroristi possano scagliare contro la folla veicoli pur non essendo a bordo dei medesimi, ma hackerando le auto di cittadini inconsapevoli.
18 giugno 2014

L’Unità: pessima uscita di Grillo che esulta per la chiusura del giornale

deborah bergaminiEsultare per il rischio di chiusura di una testata giornalistica come ‘L’Unità’, ironizzare sul destino dei giornalisti che potrebbero perdere il proprio posto di lavoro, definire ‘ottima notizia’ la scomparsa dei giornali, è quanto di più lontano esista dal buon senso, dal rispetto del ruolo democratico della stampa e dell’informazione, dalla tutela della democrazia stessa. E infatti questa pessima uscita viene da Grillo.

15 aprile 2013

Popolo di centrodestra stufo di essere rappresentato per stereotipi. Rivendichiamo la nostra storia

In questi anni non è stato raccontato il popolo di centrodestra, la sua complessità, i tanti aspetti che lo compongono e la maturazione che è avvenuta e che prescinde dal destino personale di Berlusconi. La grande consapevolezza della forza dei propri valori e la decisione di non permettere più che vengano considerati secondari rispetto a quelli della sinistra.

Una maturazione, che ho visto soprattutto negli ultimi due anni, che è un fattore importante in grado di fare la differenza e che dà ulteriore forza a Berlusconi. Il Popolo di centrodestra è stufo di essere rappresentato per stereotipi. C’è un desiderio, sincero, di rivendicare il cammino fatto e non lasceremo più che siano gli altri a raccontarlo.

Non temiamo Renzi, pur capace costringerebbe un eventuale elettore del Pdl che lo trovasse simpatico a mettere una X sul simbolo del Pd… Mi sembra difficile.

20 dicembre 2012

Unipol, verrebbe da sorridere se non ci fosse da preoccuparsi seriamente per giustizia in Italia

Stupisce, e al contempo era scontata, la richiesta di un anno di reclusione per Silvio Berlusconi nell’ambito del processo Unipol”. Lo dichiara l’on. Deborah Bergamini, Pdl, presidente della sottocommissione Media del Consiglio d’Europatribunale giustizia magistrati popolo responsabilità civile mediazione

Prosegue la deputata azzurra: “non si può che essere solidali con il Presidente Berlusconi che, ormai da anni, è il bersaglio preferito delle Procure. In questo caso, poi, verrebbe da sorridere se non ci fosse da essere seriamente preoccupati dello stato della giustizia italiana. E’ ironico, infatti, che l’uomo più intercettato d’Italia, nel Paese in cui le ‘fughe di notizie’ sono la regola e le intercettazioni coperte da segreto istruttorio sono pacificamente squadernate su tutti i giornali, sia anche l’unico a ricevere una richiesta di condanna proprio per la pubblicazione di un’intercettazione. Ma, del resto, anche dopo il caso Sallusti, è diventata palese la distorsione delle regole da applicare nel rapporto tra giustizia e cosiddetta informazione.

 

 

3 agosto 2011

Un’idea per i custodi del bene comune…

Dunque, è ufficiale. La classe politica è definitivamente ostaggio dei retori della casta, dei moralisti ferragostani, dei custodi quattro stagioni del bene pubblico. Si, insomma, dei paladini dell’informazione. Che evidentemente stanchi di cercare notizie (il che costa fatica e denaro) hanno deciso quest’estate di cavalcare il malessere di tutti e di vender copie intinte di affannosi inchiostri alla ricerca del privilegio della casta.

read more »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: