Posts tagged ‘internet veloce’

9 agosto 2015

Banda ultralarga: bene piano sviluppo ma si evitino distorsioni anti-concorrenziali con utilizzo soldi pubblici

Osservo con favore l’annuncio del piano di investimenti per lo sviluppo della banda ultralarga annunciato dal Presidente Renzi ed auspico che questa sia la volta buona per passare dalle parole ai fatti: il Paese ha bisogno di colmare rapidamente il gap infrastrutturale che lo separa dagli altri paesi europei e che ne riduce drammaticamente la competitività. È necessario tuttavia invitare il governo ad evitare che, con la destinazione delle risorse pubbliche previste dalla delibera del Cipe, si possano riproporre soluzioni già viste in passato, come le gare “Euro sud”, che hanno estromesso nei fatti dalla competizione gli operatori alternativi all’incumbent.
Mi aspetto che il Governo individui soluzioni equilibrate, che vadano incontro alle regole del mercato e all’interesse dei cittadini.

21 dicembre 2012

Agenda Digitale, la mia intervista di stamani a Radio Ies

qui la seconda parte dell’intervista

AGENDA DIGITALE: BERGAMINI (PDL), COLMARE LACUNE SU E-COMMERCE E ALFABETIZZAZIONE

(AGENPARL) – Roma, 21 dic – “Quando prenderà vita concretamen te l’Agenda Digitale, l’accesso alla banda larga sarà garantito a tutti i cittadini italiani: Questo significherà più investimenti, più occupazione e una concreta integrazione nel mercato globale.”

Lo ha dichiarato Deborah Bergamini, deputato del PdL ai microfoni di Radio Ies, nel corso del programma “Dalle 10 alle 12”.

Nella Pubblica Amministra zione, invece, molti documenti saranno digitalizzati: ad esempio avremo una carta di identità digitale e un fascicolo sanitario digitale il che semplificherà molto la vita dei cittadini. Purtroppo nel Decreto approvato ci sono alcune lacune come la mancanza di iniziative rivolte all’alfabetizzazione di chi non ha confidenza con le nuove tecnologie e con internet e la carenza di impulsi allo sviluppo dell’e-commerce. L’impegno, per la prossima legislatura, è quello di colmare le lacune del Decreto“- ha concluso Bergamini.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: