Posts tagged ‘Italia’

16 marzo 2017

Vittoria Rutte premia serietà centrodestra

Bergaminage.png
La vittoria del centrodestra di Rutte in Olanda è il chiaro segnale che i valori condivisi sono più forti delle spinte populistiche. Anche la sinistra crolla e questo è un segnale importante, anche dal punto di vista liberale, in linea con altri paesi: le persone stanno iniziando a fare i conti con chi in politica assume comportamenti seri, concreti e misurabili e per questo anche in Italia dobbiamo tornare ad essere uniti sulla base di un programma comune chiaro. Il nostro primo impegno rimane quello di lavorare per il bene del nostro paese, senza alcun populismo ma attraverso riforme e proposte che ci aiutino ad uscire da una fase critica della storia nazionale. E se ci presenteremo uniti ai prossimi appuntamenti elettorali, come sta accadendo in vista delle elezioni amministrative di primavera, potremo liberare l’Italia da governi tecnici e di sinistra.
6 dicembre 2016

L. Elettorale: M5S vuole legge a suo favore

bergamini_legge-elettorale

Il Pd voleva una Costituzione su misura per i suoi interessi e ha lacerato il Paese con il referendum. Ora è il M5S a volere una legge elettorale per i suoi interessi, diventando all’improvviso favorevole all’Italicum dopo che per mesi i grillini si sono dichiarati assolutamente contrari. Noi, invece, continuiamo a pensare che prima di tutto vengano gli interessi dell’Italia e degli italiani e non i capricci dei partiti, per cui occorre una legge elettorale condivisa e non imposta dagli uni contro gli altri.

31 ottobre 2016

Terremoto: fondi ricostruzione da tagli alla spesa pubblica

bergamini_terremoto

Serviranno anni e miliardi di euro per ricostruire le zone colpite dal sisma e mettere in sicurezza tutto il territorio italiano. La Ue ha ribadito che è pronta ad aiutare l’Italia ma, intanto, il Governo può e deve trovare fondi immediati procedendo senza indugi al taglio della gigantesca spesa pubblica e dei tanti sprechi. Presenteremo appositi emendamenti in Parlamento affinché ai nostri concittadini colpiti dal terremoto venga dato tutto ciò di cui hanno bisogno.

25 ottobre 2016

Migranti, la pazienza degli italiani si sta esaurendo

bergamini

l numero record di migranti sbarcati sulle nostre coste, 153450 da inizio anno, con un aumento del 10% rispetto allo stesso periodo del 2015, dovrebbe indurre il Governo a cambiare una strategia che finora è risultata assolutamente inefficace. Intanto, contestualmente all’esaurimento dei posti disponibili per accogliere gli immigrati, si sta esaurendo anche la pazienza degli Italiani, con i problemi di ordine pubblico che purtroppo ne conseguono.

Aumentando il numero dei migranti aumenta ovviamente il costo per mantenerli in Italia: 2,6 miliardi nel 2015, 3,3 miliardi nel 2016 e 3,8 miliardi previsti per il 2017. Nonostante tutto ciò il Governo parla d’altro, annaspa senza bussola e si dimostra incapace di affrontare una delle maggiori emergenze del Paese.

 

25 settembre 2016

Referendum, quesito seducente che nasconde cattiva riforma

In questo referendum c’è un quesito seducente che nasconde una cattiva riforma della Costituzione. Nel quesito si promettono leggi più semplici e tagli ai costi della politica ma la realtà non è questa. Non ci saranno tagli ai costi della politica, le leggi non saranno più semplici da fare e soprattutto ci sarà meno democrazia.

27 luglio 2016

L’Europa grazia Spagna e Portogallo ma punisce l’Italia

Commissione europeaSiamo stati i primi a dire che le regole ferree di bilancio e di cieca austerità imposte dall’Europa avrebbero peggiorato le condizioni dei cittadini e fatto aumentare il loro euroscetticismo. Ma adottare due pesi e due misure, salvando alcuni Stati membri che non rispettano i patti, e punendone invece altri, è un approccio sbagliato e pericoloso che non farà che alimentare la diffidenza verso le Istituzioni europee.

La Commissione Ue  ha proposto di cancellare la multa contro Spagna e Portogallo per il loro deficit eccessivo concedendo loro una dilazione sul rispetto del patto di stabilità. Eppure, appena qualche giorno fa, la Corte di giustizia Ue ha stabilito la non validità della proroga automatica delle concessioni balneari in Italia fino al 2020, quando poi proprio la Spagna e il Portogallo avevano chiesto e ottenuto dalla Ue una deroga alla Bolkestein. La Ue deve assumere decisioni che non facciano pensare che ci siano Paesi favoriti o sfavoriti, perché altrimenti davvero verrebbe meno il concetto stesso di Unione.
6 aprile 2016

“Terroristi tra i migranti”, parola di Frontex

Anche l’agenzia per il controllo delle frontiere esterne dell’Ue, Frontex, nel rapporto 2016 sull’analisi dei rischi pubblicato oggi conferma che i flussi di migranti irregolari possono essere utilizzati dai terroristi per entrare nella Ue, così come è avvenuto con due dei terroristi degli attentati di Parigi, che erano transitati per la Grecia con falsi documenti siriani.

Sono sempre più numerose e autorevoli le fonti internazionali che ci mettono in guardia sul pericolo che stiamo correndo nel far entrare in Europa migliaia e migliaia di migranti fra i quali è accertato si nascondano anche terroristi. Frontex ci informa, inoltre, che nel 2015 negli Stati membri dell’Unione europea c’è stato l’impressionante numero di 1,82 milioni di attraversamenti illegali delle frontiere esterne. Ogni giorno che passa, senza che il Governo italiano e le Istituzioni europee prendano una decisione definitiva per fermare questo immane flusso di immigrati, aumenta il pericolo di nuovi attentati in Europa e in Italia.

 

2 febbraio 2016

UE, Renzi non difende interessi Italia

IMG_0317Renzi non sta difendendo in Europa gli interessi dell’Italia ma sta portando avanti una contesa che non procurerà alcun vantaggio al nostro Paese. Anzi, come ormai tutti gli osservatori riconoscono, l’atteggiamento del premier sta isolando l’Italia. Occorrerebbe costruire alleanze e portare altri Stati membri sulle nostre posizioni e invece a poco a poco il Governo italiano, con un atteggiamento francamente incomprensibile, si sta inimicando tutti. Inoltre, non c’era mai capitato di vedere un capo di governo smentito così sonoramente dalla Commissione Ue come sta avvenendo ora con Renzi sul caso del fondo di 3 miliardi di euro per la Turchia. E’ un pericoloso segnale per la credibilità del Paese.

27 gennaio 2016

Libia, Governo informi Camere su possibile guerra

11851573585_7d081151c9_bL’indiscrezione del New York Times, non smentita dal Governo, secondo cui è in preparazione una campagna militare in Libia che vedrà impegnata anche l’Italia, è una notizia che merita un approfondimento da parte del Parlamento e un chiarimento da parte del Governo. Poiché l’Italia è il Paese più esposto vista la sua vicinanza alla Libia ogni azione militare deve essere non solo ben ponderata dal Governo ma assolutamente autorizzata dal Parlamento. Non si può invocare l’unità di tutti i partiti sul fronte della sicurezza nazionale senza poi metterli a conoscenza di ciò che sta succedendo o sta per succedere.

22 gennaio 2016

Migranti, Italia è diventata parcheggio d’Europa

IMG_0317Se è vero, come è vero, che la meta finale delle migliaia di immigrati che arrivano sulle nostre coste non è il nostro Paese, d’altro canto è indubitabile che l’Italia stia diventando il parcheggio della disperazione d’Europa, dove profughi e clandestini sono destinati a sostare a tempo indeterminato. Sospensione o meno di Schengen, che per l’Italia sarebbe una tragedia perché sancirebbe l’impossibilità degli immigrati di uscire dai nostri confini per spostarsi altrove, sta di fatto che già diversi Stati Ue hanno ripristinato i controlli alle frontiere se non addirittura eretto muri per impedire il transito degli immigrati. E il Governo italiano appare incapace di fare valere non soltanto i propri diritti ma neppure il buonsenso, perché va da sé che l’Italia non può prendersi carico di tutti i profughi che scappano dalle guerre e tanto meno di tutti gli immigrati economici che cercano condizioni di vita migliori.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: