Posts tagged ‘Massa Carrara’

27 febbraio 2018

Grave che direzione Ospedale Massa mi abbia fatto allontanare dalla struttura. Violate mie prerogative da parlamentare, segnalerò accaduto.

IMG_20180228_094318Ritengo molto grave il fatto che la direzione dell’ospedale di Massa mi abbia chiesto di allontanarmi dalla struttura, pochi minuti dopo che ero entrata per rendermi conto di persona di alcune carenze segnalatemi dai cittadini. La vicenda non finisce qui e avrà un seguito.
Non stavo facendo campagna elettorale dentro l’ospedale né tantomeno stavo distribuendo materiale politico: stavo semplicemente svolgendo la mia funzione di parlamentare che va sul territorio invitata dai cittadini. Queste sono le mie prerogative di deputata della Repubblica Italiana, ed è inaccettabile che la direzione dell’ospedale di Massa, accampando l’esistenza di una direttiva in tal senso della Regione Toscana, mi abbia impedito di svolgere il mio ruolo di membro del Parlamento italiano: segnalerò l’accaduto agli organismi competenti.
Piuttosto l’ASL di Massa dovrebbe spiegarci dove sono finiti i 460 milioni di euro del buco fatto qualche anno fa, una cifra spropositata. È incomprensibile un ammanco di tale entità nelle casse pubbliche, senza che siano stati individuati i colpevoli.
27 gennaio 2016

Carabiniere ucciso, delitto lascia sgomenti

L’uccisione del maresciallo dei Carabinieri Antonio Taibi avvenuto a Carrara ci lascia sgomenti. Esprimiamo tutta la nostra solidarietà all’Arma dei Carabinieri e vicinanza affettuosa alla famiglia del sottufficiale ucciso.

21 giugno 2013

Terremoto, il mio impegno per assicurare tutto il supporto necessario

In attesa di conoscere l’entità dei danni causati dai terremoti di questa mattina, ci aspettiamo un pronto e concreto intervento delle autorità in favore delle popolazioni colpite. Deborah Bergamini Centro Nord-Sud

Gli eventi sismici di oggi hanno coinvolto territori già gravemente provati in passato, per questo alle famiglie che vi risiedono va tutta la mia vicinanza e l’impegno a lavorare affinché venga loro assicurato tutto il supporto di cui avranno bisogno”.

Così Deborah Bergamini, Pdl. 

read more »

11 novembre 2012

Maltempo in Toscana, basta scaricabarile

Debora Bergamini “Ancora una volta assistiamo, in varie zone della Toscana, a danni incalcolabili al territorio e a fortissimi disagi per la popolazione causati dal maltempo. E’ urgente prendere atto, senza la solita retorica, che queste problematiche sono ormai tristemente diventate una costante della nostra regione, e in particolare delle zone intorno a Massa Carrara e a Lucca. Per questo è assurdo che ogni volta si gridi all’emergenza e si pratichi il gioco dello scaricabarile per non prendersi le proprie responsabilità“.

Così in una nota la deputata viareggina Deborah Bergamini, Pdl, che continua: “Non si può sempre lasciare che le emergenze vengano risolte dalla pur capacissima Protezione Civile. Sono ormai indifferibili i necessari interventi infrastrutturali, ed è importante che il Ministro dell’Ambiente Clini abbia oggi sottolineato che la sicurezza del territorio è fondamentale anche per la crescita del nostro Paese e che il governo ha chiesto all’UE di sbloccare i fondi del Patto di stabilità per questo genere di interventi“.

Tuttavia questo non deve servire come alibi per le autorità competenti sul territorio e per le amministrazioni di sinistra che da sempre governano in Toscana e che hanno consentito negli anni quella cementificazione che è fra le cause primarie della fragilità del nostro territorio” ha concluso l’onorevole azzurra.

6 novembre 2012

Ferrovie e disabili, la risposta del governo alla mia interrogazione

Interrogazione 5-07560 Bergamini: Mancata osservanza della normativa relativa all’accessibilità per i disabili nella stazione ferroviaria di Massa Carrara. 

TESTO DELLA RISPOSTA:

In relazione ai profili di criticità rappresentati dall’onorevole interrogante, Rete Ferroviaria Italiana (RFI), interessata al riguardo, ha comunicato che la stazione di Massa Centro rientra fra le 252 stazioni nelle quali mette a disposizione servizi di assistenza alle persone a ridotta mobilità nel rispetto delle direttive previste dal Regolamento CE n. 1371/2007.

La stessa Società ferroviaria ha comunicato di aver già avviato un programma di interventi di natura organizzativa e tecnologica, volto ad assicurare condizioni adeguate di accessibilità in tutte le stazioni della rete ai passeggeri con disabilità motorie – anche temporanee –

read more »

19 settembre 2012

I bilanci dei partiti devono essere pubblicati online

 Il dibattito a cui ci costringe la cronaca politica degli ultimi giorni è mortificante.

 I casi di distorsione dei finanziamenti pubblici e l’abuso di posizioni che dovrebbero essere di servizio e vengono invece interpretate come fonti di potere personale sono fenomeni disgustosi. A questo si aggiunge il tema del giorno, e cioè il mal raccontato epilogo della riunione tenutasi ieri alla Camera sulla proposta di Fini di ricorrere alla certificazione esterna dei bilanci dei gruppi parlamentari. Dico mal raccontato, fra l’altro, perché a leggere certi giornali pare che il tema sia stato dibattuto e condiviso da tutti i parlamentari, rendendoci tutti complici davanti alla pubblica opinione di decisioni di cui siamo stati in moltissimi tenuti all’oscuro.

 Di fronte a questo, e di fronte alla comprensibile reazione dei cittadini, credo che tutti i partiti, a cominciare da quello di cui faccio parte, debbano prendere atto che la priorità assoluta, oggi, per ricostruire un rapporto credibile con i cittadini italiani, è procedere ad un ripensamento totale del rapporto fra partiti politici (e non solo, anche associazioni, sindacati e compagnia bella) e meccanismi di finanziamento pubblico.

Io credo che i bilanci debbano essere resi pubblici, disponibili alla consultazione, online. Per permettere ai cittadini, ai contribuenti, e a noi stessi, parlamentari, di prenderne visione, controllarli, giudicarli. Cosa che oggi non accade.

Non c’è un altro modo che ci permetta di salvarci dai ladri – perché questo sono, ladri – che la totale trasparenza. Non bastano le certificazioni interne, ne’ quelle esterne, perché la storia recente dei grandi scandali – come quello Parmalat o quello della voragine dell’asl di Massa Carrara – avvenuti in barba alle certificazioni compiute,  ci ha dimostrato che, appunto, la certificazione non ci rende immuni dalla frode. E’ solo un’altra infrastruttura, che i ladri – sempre loro – trovano il modo di aggirare.

Ci vogliono pareti di cristallo.

2 agosto 2012

Ferrovie e disabili, la mia interrogazione a partire dal caso di Massa

Interrogazione a risposta in Commissione 5-07560

presentata da

DEBORAH BERGAMINI

martedì 31 luglio 2012, seduta n.674

BERGAMINI. –

Al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti.

– Per sapere – premesso che:

nella stazione ferroviaria di Massa centro mancano le infrastrutture necessarie per consentire ai cittadini disabili di usufruire del trasporto ferroviario;

il regolamento (CE) n. 1371/2007 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 23 ottobre 2007, relativo ai diritti e agli obblighi dei passeggeri nel trasporto ferroviario, stabilisce una specifica tutela delle persone disabili e con mobilità ridotta prevedendo, all’articolo 21, che le imprese ferroviarie e i gestori delle stazioni garantiscano, per le persone a mobilità ridotta, l’accessibilità alle stazioni, alle banchine e agli altri servizi;

read more »

23 maggio 2012

Curioso: Rossi è felice di non essersi accorto di 270 mln di buco…

Trovo molto curioso che, a fronte dei tre arresti avvenuti a Massa per il buco da 270 milioni della Asl 1 della Toscana, il Presidente Enrico Rossi si affanni a dichiarare la propria soddisfazione ed i propri meriti in questa indagine.”

Lo dichiara in una nota l’Onorevole Deborah Bergamini, Pdl, che continua: “un buco di centinaia di milioni di euro non si crea in una notte, ed infatti i conti non tornano almeno dal 2003. Al tempo Rossi era assessore regionale alla sanità, carica che ha ricoperto per ben dieci anni prima, appunto, di essere promosso presidente.”

Mi pare, dunque, che Rossi sia felice di affermare che questo enorme buco, creatosi per malagestione e distorsione di denaro pubblico, si è formato a sua insaputa. Credo che i cittadini toscani non siano altrettanto contenti di sapere che il loro presidente è tanto distratto.” ha concluso la deputata toscana.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: