Posts tagged ‘ncd’

7 marzo 2017

Centro-destra: Alfano risponde con battute a ragionamento politico

Card Alfano.png

Alfano risponde con una battuta ad un ragionamento politico. Se Ncd vuole unire i moderati, cosa ci fa da 4 anni al Governo con la sinistra? Non solo con il Pd, ma adesso anche con i dalemiani e bersaniani del movimento democratico e progressista? Alfano disse che restava al Governo con Renzi per fare le riforme, ma ormai Renzi non c’è più e nemmeno le sue riforme ci sono più: sono state tutte bocciate o dai cittadini, o dalla Corte costituzionale o dall’evidenza dei fatti. In quanto al ‘taxi’, Forza Italia ha le ruote gonfie e una guida sicura: Ncd può dire altrettanto di sé?

15 febbraio 2017

Pd, al Paese non servono 11 correnti ma un Governo di centrodestra

europaAl Paese non servono le 11 correnti del Pd ma serve un governo di centro-destra. Rispetto al rientro di Ncd nel centrodestra mi pare che Ncd abbia appoggiato il governo Renzi per fare le presunte riforme. Renzi, però, non ha fatto riforme o ne ha fatte di pessime, ora c’è addirittura un nuovo governo ma Ncd sta ancora lì, quindi mi pare chiaro che voglia stare col Pd.

 

5 gennaio 2016

Governo, scontro fra sinistra dem e Ap era prevedibile

Era prevedibile che prima o poi ci sarebbe stato lo scontro fra la sinistra dem e Area Popolare. Ciò dimostra quanto sia surreale la maggioranza di Governo e quanto volatili siano le maggioranze cui si affida di volta in volta il premier per far approvare i provvedimenti. Il ministro Alfano se la prende con la sinistra Pd ma, a ben guardare, è Ncd, un partito che si dice di centrodestra, che appare alquanto fuori posto in un Governo di sinistra. Senza dubbio alcuno, infatti, la maggior parte dei parlamentari democratici sono entrati alla Camera e al Senato grazie a Bersani il quale, come è noto, ha sempre auspicato, e anche ricercato, un accordo con Sel e i 5 stelle. Anche gli esponenti di Area Popolare si stanno accorgendo che il Pd è un partito di sinistra che persegue obiettivi e alleanze di sinistra.

30 dicembre 2015

Unioni civili, Renzi cambia maggioranza perché non ne ha una

Deborah Bergamini sala Aldo MoroSulla proposta di legge sulle unioni civili si giocano due partite contemporaneamente. La prima è sul merito del provvedimento e la seconda sul metodo di approvazione del medesimo. Renzi sembra sempre più intenzionato a votare la legge con chi ci sta, il che vuol dire senza Ncd, che è contrario e che rappresenta al Senato il salvagente di Renzi, senza il quale il Presidente del Consiglio non avrebbe una maggioranza. E’ evidente, quindi, che se il ddl Cirinnà dovesse restare immutato, al di là della libertà di coscienza di gruppi parlamentari e di singoli senatori, la legge passerà con l’accordo fra Pd e M5S, che è lo stesso schema che ha portato alla recente elezione dei giudici della Consulta. Su un punto chiave del suo programma di governo Renzi cambierà ancora una volta maggioranza e ciò non potrà non avere conseguenze istituzionali perché, di fatto, se Renzi su ogni provvedimento cerca una maggioranza diversa, vuol dire che non ne ha alcuna.

11 marzo 2015

Ad Alfano ricordo che Berlusconi non si è mai inchinato a nessuno

Deborah Bergamini congresso ppe bucarest 2012Ad Alfano che parla di ‘inchini’, ricordo che è proprio perché il Presidente Berlusconi non ha mai fatto inchini che sta subendo quello che sta subendo. Berlusconi non si è mai inchinato ai poteri forti, né ai poteri finanziari, né ai teatrini della politica, né alla sinistra. Perciò, all’amico ministro degli Interni Alfano, dalla posizione in cui si trova, suggerisco maggiore prudenza nei giudizi sul Presidente Berlusconi. 

19 maggio 2014

Tasse: se il governo Pd- NCd non sa come far pagare la Tasi, la tolga

Di fronte al pasticcio della Tasi, siamo al paradosso per cui se anche un cittadino volesse ‘togliersi il pensiero’, versando il corrispettivo della patrimoniale tanto cara al governo Pd-Ncd, non potrebbe farlo a causa del cortocircuito esecutivo-Comuni. Se proprio non si sa come far pagare questa tassa odiosa, tanto vale toglierla. Per sapere come, basta chiedere a Silvio Berlusconi che, con l’Ici, l’ha già fatto.
Alla vigilia di un tour de force fiscale, che concentra in due mesi addirittura 29 scadenze per i cittadini italiani, i Comuni si fanno trovare impreparati e il governo si affanna alla ricerca di una soluzione, ancora nebulosa, che riduca i danni della figuraccia fatta. E questo dopo aver fatto digerire agli italiani una caterva di nuove tasse con la promessa che almeno sarebbe stato più semplice pagarle. A quanto pare, i sindaci non sono sempre infallibili: né quelli sul territorio, né quelli che hanno traslocato a Palazzo Chigi“.

16 maggio 2014

Geithner: su fatti 2011 governo si comporta come Don Abbondio

Sui fatti del 2011, di ‘letterario’ c’è solo l’atteggiamento del governo: il voler passare oltre, rifiutando di indagare sulla verità a beneficio della democrazia, infatti, ricorda tanto il Don Abbondio di manzoniana memoria. Ridurre un ex ministro del Tesoro degli Stati Uniti d’America a romanziere di fantapolitica non depone bene per la politica estera dell’esecutivo Pd-Ncd né per le istituzioni italiane. Continuiamo a denunciare la gravità di quanto accaduto e a sostenere che, se il Pd e il governo sono così sicuri che non ci sia nulla di vero, non è spiegabile la loro ostilità ad andare in fondo alla questione.

15 maggio 2014

La ‘svolta’ del governo è un ritorno al passato: Pil indietro di 14 anni

deborah bergamini sky tg 24La ‘svolta’ del governo Pd-Ncd si è risolta in un ritorno al passato del Pil, con un salto indietro addirittura di 14 anni, in riforme finte (province), scritte male (Senato) o depotenziate (lavoro), in interventi che guardano al 25 maggio senza curarsi di ciò che accadrà il 26 (gli 80 euro).

E a questa lista si potrebbero aggiungere le nuove tasse sulla casa e sul risparmio, la debolezza in tema di immigrazione, e altro ancora. A questo esecutivo non si può accollare la responsabilità delle misure improvvide dei precedenti governi non eletti, ma quella di aver creato grandi aspettative senza poterle mantenere senz’altro sì.

8 maggio 2014

Bonus Irpef: autonomi e partite IVA non sono contemplati

Nonostante i tentativi di Ncd, il governo a trazione Pd e osservanza tedesca non ne vuol sapere di aiutare lavoratori autonomi e partite Iva. Sui beneficiari del bonus Irpef, il ministro Padoan è stato chiaro: non c’è nulla per queste categorie, inutile provarci. Una porta in faccia ai cittadini e ai suoi colleghi di governo e maggioranza

29 aprile 2014

Forza Italia per cambiamento e modernizzazione ma no a riforme confuse e pasticciate

deborah bergamini fatti e misfatti tgcom 24E’ ben strano che esponenti di Ncd accusino Forza Italia di fare ‘giochini’ e ci chiedano di fare chiarezza sulle nostre intenzioni rispetto alle riforme, quando loro stessi erano con noi nel 2005 ad approvare quell’ammodernamento della Costituzione di cui oggi si torna a parlare. Allora, fu la sinistra con cui Ncd ora governa a cancellare la riforma costituzionale con un referendum di cui ancora paghiamo le conseguenze.
Adesso come allora Forza Italia è per il cambiamento e per la modernizzazione del Paese: le nostre idee sono chiare, su questo così come su tutto il resto. Certo è che non voteremo nulla ‘a prescindere’: così come non siamo stati disponibili ad un governo a tutti i costi, non saremo disponibili a riforme a tutti i costi, magari confuse e pasticciate come quella delle Province. Perciò restiamo in attesa che dal Pd emerga una posizione chiara e che dal governo Pd-Ncd venga un testo accettabile.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: