Posts tagged ‘par condicio’

24 maggio 2016

M5S in Rai ha il doppio del tempo di tutto il centrodestra

raiDa tempo Forza Italia denuncia lo squilibrio nell’informazione Rai, ma quelli del M5S sembrano essersene accorti solo adesso. La realtà è che quello del M5S è stato fino ad oggi un silenzio complice. Ai grillini fa infatti comodo mantenere lo status quo. Stando ai dati AGCOM della settimana 9-15maggio il tempo di parola dato ai grillini risulta più del doppio di quello dato al centrodestra nel suo insieme per ciò che attiene il Tg1 (36,27% vs 16,8%) e superiore di oltre 7 punti per ciò che concerne il Tg2 (30,74% vs 23,06%) e di oltre 10 punti per quanto concerne il Tg3 (36,25% vs 25,84%). Se ai grillini interessa davvero il pluralismo, non solo sul tema referendario, lo dimostrino concretamente.

20 maggio 2016

Pd, Renzi e Governo la fanno da padroni nei TG

A guardare i dati del monitoraggio dell’Agcom sui tempi di parola nei Tg, ossia del tempo in cui il soggetto politico/istituzionale parla direttamente in voce, emerge chiaramente come il Pd, il presidente del Consiglio e il Governo facciano la parte del leone o, se si preferisce, del padrone.
Alcuni esempi: al TG2, mentre agli esponenti di Forza Italia è concesso un tempo di parola pari al 7,47 per cento, il Pd, Renzi e il Governo messi insieme ne hanno il 45,76 per cento. Altro esempio: nei Tg di Rainews lo spazio di parola di Forza Italia è del 3,59 per cento, mentre quello di Pd, Renzi e Governo del 39,12. Anche sulle Reti Mediaset, a smentire sonoramente coloro che sostengono che il presidente Berlusconi ne faccia un uso “pro domo sua”, Forza Italia ha uno spazio di circa un quarto rispetto a quello riservato al Pd, a Renzi e al Governo: 11,41 per cento contro il 39,92. Nei Tg de la7 la sproporzione è ancora più evidente: Forza Italia ha uno spazio di parola del 2,41 per cento mentre il Pd del 47,21 per cento a cui bisogna sommare lo spazio riservato al premier Renzi (7,99) e quello al Governo (7,11) per un totale del 62.31 per cento. Infine Skytg24, il cui Tg concede, è proprio il caso di dire “concede”, a Forza Italia uno spazio per parlare dello 0,68 per cento, mentre al Pd, al presidente del Consiglio e al Governo del 50,01 per cento.
I cittadini possono giudicare da soli se in Italia, alla luce di questi dati pubblicati sul sito dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, ci sia libertà di informazione o se l’informazione sia monopolizzata da alcuni a discapito di altri.

15 luglio 2014

Par condicio è illiberale e ormai, con Internet, anche inefficiente e obsoleta. Va riformata


Deborah Bergamini tg1La par condicio è una legge illiberale, capace di creare, negli anni, solo effetti distorsivi sul quadro politico italiano“.
Lo dichiara, in una nota, la responsabile comunicazione di Forza Italia, on. Deborah Bergamini, commentando le dichiarazioni del Presidente dell’Agcom Angelo Cardani sulle criticità della disciplina vigente.

La normativa attuale, equiparando e livellando la visibilità mediatica delle diverse formazioni politiche, e prescindendo di fatto dal loro peso elettorale, ha avuto l’effetto di spingere verso una maggiore frammentazione partitica. Senza considerare il fatto che, con l’avvento e la diffusione di Internet, quella normativa, pensata in un’ottica puramente televisiva, è diventata anche inefficiente e obsoleta. L’auspicio, perciò, è che l’intervento dell’Agcom faciliti finalmente un confronto politico serio per riformare una legge i cui limiti sono evidenti a tutti”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: