Posts tagged ‘politica’

4 agosto 2017

Migranti: dopo 600.000 sbarchi Renzi dice numero chiuso?

Card Bergamini Estate solo fotoLe parole del Presidente Berlusconi a La Stampa sono la pura verità: in questi anni il peso specifico del nostro Paese a livello internazionale è sensibilmente diminuito. Ne è dimostrazione tra le altre cose la dilettantistica e sciagurata gestione dell’emergenza immigrazione da parte della sinistra. Naturalmente speriamo che le cose cambino e siamo impegnati affinché ciò avvenga, ma sul finire della legislatura il bilancio della sinistra al governo è sotto gli occhi di tutti: oltre 600.000 sbarchi in pochi anni. Facile parlare adesso, come fa Renzi, di numero chiuso.

27 giugno 2017

Carceri: rimpatriare detenuti stranieri anche per evitare rischi radicalizzazione

europa
Nei mesi scorsi presentavo una mozione, accolta dal governo a Febbraio, sul rimpatrio dei detenuti stranieri affinché scontino le loro pene nei paesi d’origine. Esistono i mezzi e le leggi internazionali che lo consentono, oltre ad accordi bilaterali siglati dal nostro Paese. Manca evidentemente la volontà politica da parte della sinistra di farlo, in modo da alleggerire l’affollamento e il rischio radicalizzazione nelle nostre strutture penitenziarie. Per questo sono molto significative le parole pronunciate oggi dal capo del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria (Dap) Santi Consolo, che ha ribadito l’importanza del rimpatrio dei detenuti nei paesi di provenienza. È necessario fare un passo in questa direzione, visto che la pressione migratoria incontrollata verso l’Italia non fa che aggravare la situazione già drammatica delle nostre carceri.
23 giugno 2017

Comunali: appuntamento importante, noi pronti per ripartire

dimaio
I ballottaggi di domenica rappresentano un appuntamento che non si può mancare, uno strumento importante per gli elettori italiani che hanno finalmente la possibilità di tornare a decidere sul proprio territorio dopo le tante delusioni degli ultimi governi non eletti a livello nazionale. Noi di Forza Italia, alleati con i partiti del centrodestra, ci presentiamo con soluzioni concrete e coraggiose su problemi che affliggono le nostre città. La fiducia dimostrataci nei tanti comuni nei quali siamo arrivati al ballottaggio ci fa ben sperare. Andare a votare è il primo modo per impegnarsi per far ripartire l’Italia e noi ci siamo.
9 giugno 2017

Bimba morta in auto: urgente legge per evitare altre tragedie

erario
Sono scioccata e addolorata dalla notizia della bambina che è morta, ad Arezzo, perché dimenticata in auto. Ho riflettuto a lungo se commentare o meno, perché di fronte a tragedie come queste credo che il silenzio sia la forma migliore di rispetto. Tuttavia, voglio anche che episodi come questo non si ripetano, e non da oggi. Da novembre 2015 giacciono in Commissione Trasporti, alla Camera, due miei emendamenti al progetto di legge delega per la riforma del codice della strada finalizzati a rendere obbligatori dispositivi di sicurezza che prevengano colpi di sonno e che rilevino la presenza di bambini, anziani ed anche animali dimenticati in auto. La tecnologia esiste, al legislatore e al governo la responsabilità di non averne previsto l’obbligatorietà. Io, stante anche l’arrivo del caldo e il timore che altri casi possano aggiungersi a questo, ci riprovo: depositerò gli emendamenti come proposta di legge a se stante e spero che la Commissione Trasporti vorrà votarla.
1 giugno 2017

Legge elettorale: al lavoro perché i cittadini tornino elettori

grillo
La formulazione di una legge elettorale chiara e condivisa è un bene per il Paese. Stiamo lavorando ad un punto di incontro per dare ai cittadini italiani una legge che permetta loro di vedersi davvero rappresentati in Parlamento, per permettergli cioè di tornare ad essere elettori a tutti gli effetti. Noi di Forza Italia siamo impegnati con la massima attenzione per le elezioni amministrative dell’11 giugno che saranno la prima occasione per far avanzare lo schieramento di centrodestra in tanti importanti comuni. Per questo, come ribadito dal Presidente Berlusconi, ci auguriamo un’altissima partecipazione al voto dell’11 giugno.
10 maggio 2017

Migranti: basta tentennamenti, l’Italia rischia di affondare

erario
La questione migranti sta assumendo contorni sempre più drammatici e, in qualche caso, grotteschi. Dobbiamo ringraziare le politiche blande e indulgenti della sinistra al governo se siamo arrivati a questo punto. È l’Italia ormai a rischiare di affondare, sotto i colpi di tentennamenti e incapacità che continuano a favorire arrivi di ogni sorta senza adeguati controlli e regole. E ogni giorno si aggiunge qualche tassello inquietante. La domanda è allora: quale e quanta gente sta lucrando su questo business di morte che ha innescato una bomba sociale nel nostro paese  per far guadagnare pochi profittatori? Di fronte a tutto questo è indifferibile un cambio di passo. Il governo metta in atto vere politiche di contrasto all’immigrazione clandestina, bloccando gli arrivi incontrollati. E si faccia sentire in Europa, a differenza di quanto accaduto fin qui. Ci attendiamo che all’imminente vertice del G7, previsto proprio in Sicilia, l’Italia padrona di casa riesca una volta per tutte a rompere l’isolamento nel quale si trova.
8 maggio 2017

Legge elettorale: da noi proposta chiara in risposta a confusione sinistra e M5s

europa
Le modifiche riguardanti la legge elettorale continuano a generare un teatrino insopportabile. Di Battista parla di inciuci fra Pd e Forza Italia, ma se c’è qualcuno che recita più parti in commedia è proprio il M5s. Facciano piuttosto sapere che legge elettorale vogliono. Per ora l’unica iniziativa chiara, univoca e coerente per uscire da questa impasse è arrivata da Forza Italia, con una proposta di legge a base proporzionale con premio di maggioranza depositata in Parlamento.
3 maggio 2017

Ddl balneare: necessarie nuove audizioni anche dalla Spagna

europa
Le audizioni svolte negli ultimi giorni nell’ambito del disegno di legge delega relativo alle concessioni demaniali marittime hanno messo in evidenza tantissime criticità e disomogeneità del settore. Per avere un quadro più chiaro e realistico della situazione riteniamo pertanto necessario arricchire il ciclo di audizioni, cosa che oggi abbiamo chiesto alle Commissioni competenti. Abbiamo chiesto innanzitutto di poter audire altri sindaci perché finora abbiamo sentito solo il sindaco di Rimini, delegato dall’Anci, ma riteniamo importante venire a contatto anche con altre realtà del settore. Abbiamo inoltre richiesto l’audizione di dirigenti del Ministero competente spagnolo, perché il caso vincente della Spagna, a fronte della tutela del comparto balneare rispetto alla direttiva Bolkestein, è emerso ed è stato richiamato più volte nel corso delle audizioni. Quindi ci sembra interessante e necessario ascoltare come la Spagna si sia posta dal momento in cui è diventata operativa la direttiva. Nell’attesa di queste audizioni ribadiamo la nostra contrarietà al ddl delega perché non riteniamo giusto che la ridefinizione e il riordino di questo comparto strategico siano in mano del governo. Ci opponiamo poi alle evidenze pubbliche perché riteniamo che questo determini la fine di quel caso di successo rappresentato dalle imprese balneari, quasi tutte a vocazione familiare, che hanno in questi anni garantito la tutela, lo sviluppo economico e turistico delle nostre spiagge.
28 aprile 2017

Pd: Renzi democratico solo a parole

erario
Renzi guarda nel piatto degli altri per non dover mostrare quanto sia vuoto il proprio. In Forza Italia, a differenza di quanto Renzi provi a dire con i suoi slogan, la libertà di espressione e azione è uno dei primi valori garantito a chi fa parte del Movimento. Utilizzare quindi un argomento simile per enfatizzare la “democraticità” delle primarie è solo un ulteriore segnale di quanto l’ex premier rifletta poco con le azioni i concetti che usa a parole. Essersi imposto come Presidente del Consiglio senza passare per il voto di tutti gli italiani non mi sembra il modo più democratico di fare politica. La democrazia di un partito si vede anche da questo, non solo dalla scelta di fare primarie nelle quali oltretutto i candidati appaiono un po’ sbiaditi.
27 marzo 2017

Amministrative: le elezioni non sono un bene privato del Governo

new card BERG
Le elezioni non sono un bene privato del Governo. Forse è arrivato il momento di ricordarlo, visto che non sono state ancora annunciate le date delle prossime amministrative. È inammissibile che un governo, l’ennesimo non eletto dal popolo, sembri voler temporeggiare anche sulle elezioni amministrative, un appuntamento che permette ai cittadini di decidere la politica migliore per il proprio territorio.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: