Posts tagged ‘prima casa’

23 luglio 2015

Dl fallimenti: nuove norme su pignoramenti mostrano ai cittadini stato ingiusto

deborah bergaminiNon capisco perché il governo abbia espresso parere contrario al mio ordine del giorno al dl fallimenti che lo impegnava a far sì che le nuove norme introdotte in materia di pignoramento non avessero effetti retroattivi.
L’irretroattività delle norme, del resto, è un principio generale del diritto, alla base del patto sociale tra Stato e cittadino. Non è giusto, infatti, ed è contrario ad ogni logica, che un cittadino si ritrovi sanzionato per un comportamento che, all’epoca dei fatti, era legittimo. Nello specifico, con il nuovo articolo 2929-bis che il decreto ha introdotto nel codice civile, i cittadini potrebbero vedersi espropriare un bene ricevuto in donazione nell’ultimo anno qualora il donatore avesse avuto dei debiti. Il creditore, infatti, in base al nuovo articolato è autorizzato, anche in assenza di una sentenza definitiva, a procedere all’esproprio del bene entro un anno dalla donazione.

Credo che sarebbe stato logico e anche giusto che le nuove norme si applicassero solo ai casi che si verificheranno in futuro, così come avrei voluto escludere dal provvedimento la prima casa, ma l’apposizione della fiducia sul decreto ha fatto sì che l’emendamento che avevo presentato in tal senso non fosse neppure discusso. Le norme di questo tipo sono quelle che allontanano i cittadini dallo Stato, avvertito come ingiusto e autocratico.

20 luglio 2015

A sinistra non si fa in tempo a parlare di tasse che subito partono i ‘ma’ e i ‘però’. Difficile credere a ennesimo annuncio di Renzi

MontagnerosseA sinistra non si fa in tempo a parlare di tasse che subito partono i ‘ma’ e i ‘però’. E’ il motivo per cui con i governi Pds-Ds-Pd la pressione fiscale è sempre aumentata, generalmente di pari passo con quello Stato di polizia tributaria che oggi, non a caso, viene rievocato dalla coppia Bersani-Visco.

Non ce ne vorrà, quindi, Renzi se ci risulta difficile credere al suo ennesimo annuncio buttato lì senza alcuna cognizione sul come realizzarlo. E se, viste anche le prime reazioni ‘bellicose’ della minoranza Pd, già sul piede di guerra, la soluzione più probabile è che la montagna partorisca ancora una volta un topolino: qualche altra mancetta che non farà ripartire l’Italia.

26 novembre 2014

29 e 30 novembre il 1° No Tax Day di Forza Italia, perché le nostre case non sono un bancomat per il governo!

no tax day contro le tasse sulla casa deborah bergamini forza italia

18 novembre 2014

Tasse sulla casa sono aumentate di 20 miliardi negli ultimi 3 anni. Forza Italia in campo per dire basta

conferenza stampa no tax day deborah bergamini gelmini brunetta toti centemero

Il 29 e il 30 novembre Forza Italia sarà in campo in tutte le città italiane, con eventi sul territorio, momenti di confronto con i cittadini e le associazioni di categoria, gazebo nelle piazze, e con una campagna di comunicazione sul web e sulle piattaforme social, per sensibilizzare l’opinione pubblica su un tema che ci ha visto sempre assumere una posizione di coerenza: la tassazione sulla casa, ormai giunta a livelli inaccettabili”.

Lo ha detto, nel corso di una conferenza stampa alla Camera, la responsabile comunicazione di Forza Italia Deborah Bergamini.

Il presupposto del nostro impegno – ha proseguito la deputata – è la consapevolezza che la casa è uno dei pilastri su cui poggia la tranquillità degli italiani in tempi che non sono affatto tranquilli. Perciò, saremo in campo per parlare finalmente con chiarezza dopo il marasma di annunci che ha caratterizzato la comunicazione di governo in queste mesi: le tasse sulla casa sono aumentate di 20 miliardi negli ultimi 3 anni, così come sono aumentati i moltiplicatori catastali. È ora che i governi la smettano di prosciugare la ricchezza rimasta nel Paese, che passa proprio per la proprietà di un’abitazione”, ha concluso.

18 novembre 2014

29 e 30 novembre, No Tax Day di Forza Italia sulla casa

no tax day forza italia prima casa c'era una volta imu ici

9 gennaio 2014

Mini Imu e tasse sulla casa, così non va

200318031-001Per Saccomanni oggi non è giornata: dopo il cortocircuito sugli scatti di anzianità dei docenti, ora cerca di farci digerire la mini Imu enfatizzando la logica circostanza che essa sarà inferiore rispetto a quanto si è pagato finora. In pratica, ci sta informando che una parte di una tassa forse è meno onerosa del tutto. Grati per questa lezione di calcolo, passiamo ora alla sostanza: non solo pagheremo una parte dell’Imu 2013 ma torneremo a pagare le imposte sulla prima casa nel 2014. Complimenti al governo!“.

read more »

5 novembre 2013

Tempismo Rehn sembra scusante per nuove, inaccettabili, tasse

Il Commissario europeo agli Affari Economici e Monetari Olli Rehn ha un tempismo impeccabile nel ricordare all’Italia l’imperativo del risanamento e del rigore: alla vigilia della scadenza per la presentazione degli emendamenti a una legge di stabilità che necessita di una profonda revisione in funzione anti-tasse e anti-spesa, Rehn ci riprende sulla necessità di ‘aggiustamenti’. Deborah Bergamini congresso ppe bucarest 2012

E’ forse questo lo ‘scudo comunitario’ di cui giorni fa ha orgogliosamente parlato il Presidente Letta? Peccato che più che uno scudo anti-spesa l’intervento di Rehn appaia come uno stop ai cambiamenti e una scusante per una serie di nuove, improponibili, tasse“.

read more »

23 ottobre 2013

La gente non vuole pagare tasse diverse, vuole pagarne di meno

Il nostro patrimonio immobiliare, e oltre il 70% degli italiani è possessore di casa, è tassato ampiamente oltre la media europea a causa dell’introduzione dell’IMU voluta da Monti. Adesso stiamo facendo una tassazione diversa che rischia di essere ancora più costosa della vecchia IMU. Sento dire spesso che gli italiani non pagano più tasse sulla casa degli altri europei. Non è vero. Noi paghiamo più della media europea. Adesso abbiamo abolito solo il nome dell’IMU, non vorrei che il gioco fosse di cambiare nome a una tassa per farla uscire dalla porta e rientrare dalla finestra. La nota del Ministero di Economia e Finanze non ci rassicura su questo.

read more »

22 ottobre 2013

Emendare la legge di stabilità non significa minare la vita del governo

Sulla legge di stabilità ‘Ci sarà tempo per discutere in Parlamento eventuali modifiche’ (Ministro Enrico Giovannini, 16 Ottobre); ‘Secondo me non succederà niente di grave in Parlamento, soltanto un miglioramento della legge’ (Ministro Flavio Zanonato, 21 Ottobre); deborah bergamini coffee break
la legge di stabilità ‘può essere migliorata e anche molto dal lavoro del Parlamento’ (Ministro e vicepremier Angelino Alfano, 22 Ottobre); ‘la parola passa al Parlamento che sono certa utilizzerà le sue prerogative in senso migliorativo’ (Ministro Nunzia De Girolamo, 21 Ottobre);
‘la manovra può e deve essere migliorata, (Ministro Gianpiero D’Alia, 17 Ottobre),
la legge di stabilità ‘potrà essere migliorata in Parlamento’ (Ministro Fabrizio Saccomanni, 17 Ottobre).

Questo solo per dire che un contributo emendativo alla legge di Stabilità non significa voler minare la vita del governo e che difendere le case degli italiani dal rischio di nuove stangate non è strumentalizzazione né tantomeno propaganda elettorale ma doveroso esercizio della responsabilità politica attribuitaci dai nostri elettori.

read more »

8 ottobre 2013

Imu: no a ritorsioni Pd su pelle italiani

L’Istat certifica una pressione fiscale abnorme e il Pd si accanisce contro l’abolizione di una tassa odiosa come quella sulla casa, intestardendosi nel voler mettere definitivamente in ginocchio un ceto medio già in gravi difficoltà. 200318031-001

Non possiamo in alcun modo prestarci ad un’operazione ideologica che non porta a nulla di producente per il Paese ma è messa in piedi al solo scopo di impedire al PdL di mantenere un impegno preso con gli elettori. E’ bene che si metta subito un freno alla visione delle larghe intese targata Pd: non permettermo che questa maggioranza diventi uno strumento di ritorsione politica sulla pelle degli italiani“.

read more »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: