Posts tagged ‘Puglia’

12 luglio 2016

Puglia, scontro treni tragedia sconvolgente

Schermata 2016-07-12 alle 14.14.06Lo scontro frontale fra due treni è una tragedia sconvolgente e pone seri interrogativi sulla sicurezza del traffico ferroviario nel nostro Paese. Devono essere accertate con il massimo rigore negligenze e responsabilità, che andranno punite nel modo più severo. Ci stringiamo al dolore delle famiglie delle vittime esprimendo loro tutta la nostra solidarietà.

22 ottobre 2012

Bella notizia l’assoluzione di Raffaele Fitto. Rimane amarezza per 6 anni di gogna

E’ davvero una buona notizia l’assoluzione, a Bari, del collega Raffaele Fitto dalle accuse di turbativa d’asta e interesse privato del curatore nella vicenda Cedis.”

Lo dichiara Deborah Bergamini, parlamentare Pdl, che continua: “Raffaele ha voluto rinunciare alla prescrizione perché venisse così dimostrata la sua totale estraneità ai fatti che gli venivano addebitati. E ora, dopo sei anni di gogna e di strumentalizzazioni politiche, ha visto riconosciute le sue ragioni. Come ha detto lui stesso, nessuno potrà ripagarlo dell’amarezza di questi anni. Ma, e questo è indubbio, Raffaele esce a testa alta da questa vicenda.”

6 ottobre 2011

E’ in vigore il contratto di sviluppo per le regioni del Mezzogiorno

Dal 29 settembre le imprese hanno a disposizione un nuovo strumento per la realizzazione di investimenti di grandi dimensioni, anche esteri, e per progetti di crescita: il “contratto di sviluppo”. 

I Contratti sono finanziati dal ministero dello Sviluppo Economico con una dotazione finanziaria iniziale di 400 milioni di euro, da spalmare nelle quattro regioni-obiettivo di convergenza nel Mezzogiorno, Campania, Puglia, Calabria e Sicilia. Le risorse messe a disposizione, a differenza di quanto avveniva in precedenza, saranno destinate non solo a programmi di crescita industriale e commerciale ma potranno essere indirizzate anche a quelli del settore turistico e dei beni culturali.

Ma vediamo nel dettaglio come funzionano.

I piani possono essere promossi da una o più aziende, italiane o estere, di qualsiasi dimensione. Possono avere come oggetto uno o più progetti di investimento e, eventualmente, di ricerca industriale e sperimentale. L’importo complessivo per poter accedere al finanziamento non può essere inferiore a:

– 30 milioni di euro per programmi nel settore industriale o commerciale;

– 22,5 milioni di euro per programmi in ambito turistico;

– 7,5 milioni di euro per programmi riguardanti attività di trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli.

Questo nuovo strumento innovativo, semplificativo e che permette di dare tempi certi e più brevi per agevolare e aiutare le imprese, servirà anche a rafforzare la struttura produttiva del Paese, soprattutto in aree svantaggiate e nel Mezzogiorno. Un’altra, nuova iniziativa del governo per sostenere la crescita nel Sud Italia.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: